Il gatto sopravvissuto ad un lavaggio in lavatrice a 60 gradi

05 febbraio, 2017

Secondo la leggenda i gatti hanno sette vite. O nove, dipende da dove vi trovate nel mondo. Quel che è certo, è che Bobby, ad appena nove mesi, sembra aver già usato una delle sue vite. Continuate a leggere per scoprire la storia del gatto che è sopravvissuto ad un lavaggio in lavatrice a 60 gradi.

La storia di Bobby, il sopravvissuto

Il fatto è successo a Nottingham, Regno Unito.

La proprietaria di Bobby, Lisa Keefe, stava preparando i panni da lavare e il gatto si aggirava silenzioso per la casa, forse in cerca di una zona calda e tranquilla dove fare una bella dormita.

Sicuramente, l’animaletto ha pensato che la lavatrice fosse il luogo ideale e ci si è infilato dentro, come anche in altre occasioni, per questo Keefe lo ha tolto velocemente da lì.

Però, in un momento di distrazione della donna, il gattino si è infilato di nuovo nella lavatrice, accomodandosi tra i vestiti e camuffando perfettamente la sua presenza.

gatto-sopravvissuto-in-lavatrice-2

Fonte: verne.elpais.com

Nonostante perfino i veterinari ne siano ancora sopresi, esiste un gatto sopravvissuto ad un lavaggio in lavatrice a 60 gradi. La leggenda narra che i gatti abbiano 7 vite, e la storia di Bobby sembra confermarla. Meglio non rischiare con il vostro animale: cercate di evitare che incorra in incidenti sia dentro che fuori casa.

Scoprite come è stato salvato Bobby

Fu così che la lavatrice iniziò a funzionare con Bobby al suo interno. È stato allora che Keefe ha sentito un suono proveniente dall’elettrodomestico e ha deciso di spegnerlo, chiedendosi allo stesso tempo dove fosse il gatto.

Il suo sospetto è stato confermato nel vedere il colore del pelo di Bobby mischiato al bianco delle lenzuola. Per un secondo è rimasta immobile, ma poi ha reagito estraendo l’animale dall’apparecchio.

Senza perdere un solo secondo, Lisa e il marito Kevin hanno portato Bobby all’ospedale veterinario della città. Il piccolo è arrivato sull’orlo del collasso, però i veterinari sono riusciti a stabilizzarlo e il giorno seguente è tornato casa.

Il gatto sopravvissuto alla lavatrice viene nominato per un premio

Secondo i medici, il felino ha avuto molta fortuna a poter raccontare questa storia. Quando ha fatto il suo ingresso nella sala emergenze era in ipotermia e in stato di shock.

I professionisti hanno anche dichiarato di non conoscere casi simili a questo. Quindi, Bobby, il gatto che è sopravvissuto a un lavaggio in lavatrice, è stato nominato per il premio PDSA Pet SurvivorUn premio creato per mettere in luce “le storie più incredibili di miracoli di animali sopravvissuti”.

Il premio è rilasciato da The People’s Dispensary for Sick Animal, una ONG che offre servizi veterinari ai padroni di animali domestici con poche possibilità economiche. In uno dei suoi centri di salute, il Nottingham Pet Hospital, Bobby è stato curato e salvato.

Nel 2015 si era distinto Ziggy, un Terrier sopravvissuto dopo uno sparo in testa. Il cane era stato trovato da solo e ferito nel bosco di Staffordshire. Una volta recuperato, il piccolo è stato adottato da due persone venute a conoscenza della sua triste storia attraverso i social media.

Evitate incidenti ai vostri animali sia dentro che fuori casa

gatto-sopravvissuto-in-lavatrice-3

Mentre si aspetta il verdetto di quest’anno per i premi PDSA, vogliamo credere che il gattino abbia imparato la lezione e che non si infilerà di nuovo nella lavatrice approfittando della distrazione dei padroni.

Ad ogni modo, ora i Keefe si accertano bene che il gatto non sia nei paraggi ogni volta che accendono l’elettrodomestico.

Sembra superfluo ricordare che gli animali domestici possono essere esposti a una grande quantità di incidenti in casa. Quindi prestate attenzione, cercate di impedire che il vostro amico a quattro zampe incorra in situazioni di pericolo sia dentro che fuori casa.