Granchi di mare: eccone 4 specie curiose

31 Gennaio 2019
Di dimensioni, forme e colori diversi fra loro, i granchi sono dei crostacei che richiamano l'attenzione per il guscio e per le chele

I granchi sono crostacei caratterizzati da cinque paia di zampe, due delle quali, le chele, sono come delle ‘pinze’, con la quale catturano il cibo.

In questo articolo, parleremo di alcune delle specie di granchi marini che si possono trovare in diverse parti del mondo.

Specie di granchi di mare

1. Il granchio fantasma

Il granchio fantasma, anche conosciuto come granchio della sabbia, appartiene alla famiglia decapode. Per il suo comportamento notturno e il colore giallo pallido è chiamato ‘fantasma’.

Un’altra delle sue caratteristiche più importanti è che ha una chela più grande rispetto alle altre. I suoi occhi sono neri e risaltano sul colore chiaro del guscio. Inoltre, gli forniscono un tipo di visibilità a 360°.

Il granchio fantasma – vedi foto di apertura all’articolo – può correre fino a 20 chilometri orari per sfuggire ai predatori.

Un’altra tecnica di difesa è nascondersi sotto la sabbia o scavare tane sulle sponde delle spiagge. Si nutre di molluschi, granchi e uova o larve.

2. Il granchio gigante giapponese

Il granchio giapponese è una delle più grandi specie di granchi marini esistenti. Questa specie appartiene al gruppo ‘ragno‘.

I granchi “ragno” differiscono dagli altri per la lunga carapace triangolare e le lunghe gambe, che possono misurare fino a due metri. Inoltre, pesa circa 20 kg.

Granchio gigante giapponese

Il granchio gigante abita le acque dell’Oceano Pacifico, più precisamente intorno alle coste del Giappone.

Il suo corpo è arancione con macchie bianche e può mimetizzarsi con qualsiasi cosa trovi in acqua.

Una caratteristica interessante è il fatto che sia cieco, anche se il suo udito è molto sviluppato e ha anche dei peli speciali in grado di rilevare le onde sott’acqua.

3. Il granchio eremita

È certamente una specie molto curiosa perché “sceglie” gusci di lumache abbandonati o qualsiasi altro oggetto per proteggere il suo addome, che è molto morbido.

Ci sono molti granchi eremiti in tutto il mondo e si comportano come dei paguri: man mano che crescono di dimensioni devono cambiare casa.

Granchio eremita

Il granchio eremita si nutre di carogne, ma completa la sua dieta con lumache, vermi, cozze, larve, crostacei e piante.

Si accoppia due volte l’anno e la femmina porta le uova fertilizzate sotto l’addome fino a quando non trova un posto adatto per lasciarle andare.

4. Il granchio blu

L’ultima specie di granchi marini di questa lista è il granchio blu. Il suo corpo è coperto da un esoscheletro verde scuro e, quindi, è chiamato “blu”. Le femmine hanno macchie rossastre o arancioni sull’estremità delle zampe.

Il granchio blu

Il granchio blu vive nell’Oceano Atlantico, dall’Argentina alla Nuova Scozia e nel Golfo del Messico. Preferisce le coste tropicali, le baie, le foci dei fiumi e gli estuari, purché l’acqua sia temperata.

È grande (può misurare più di 20 centimetri), il suo guscio è circolare e si nutre di altri crostacei, pesci, alghe e molluschi.

È un animale molto attivo e vorace, la cui riproduzione è ovipara e molto prolifica: una femmina può deporre fino a due milioni di uova all’anno.