Gufo delle nevi, un animale maestoso

· 16 maggio 2018

Ci sono animali che ci sorprendono con la loro bellezza e ci fanno esprimere un gesto di ammirazione. Il gufo delle nevi è uno di questi. Pochi conoscono questo maestoso volatile, davvero speciale in quanto a eleganza, per via dei suoi occhi straordinari e del piumaggio più unico che raro.

Tutti i gufi sono animali peculiari. Non ci sono dubbi in merito, dal momento che i loro occhi, il loro modo di vivere e allo stesso tempo la loro apertura alare hanno sempre attirato la curiosità dell’uomo. Bene, se un gufo comune vi sembra un animale interessate, aspettate di conoscere meglio il gufo delle nevi.

Caratteristiche del gufo delle nevi

Il Bubo scandiacus può misurare tra i 53 e i 65 centimetri di lunghezza, con un’apertura alare di circa 160 cm, per un peso che si aggira attorno ai 2 kg. Il dimorfismo sessuale è assai evidente nel gufo delle nevi. Le femmine hanno una pelliccia con macchie scure, che permette loro di mimetizzarsi con successo quando nidificano sul terreno, mentre il maschio è completamente bianco.

Questa è l’unica specie di gufi che possiede questo particolare colore, anche se molti attribuiscono questa particolarità all’evoluzione. Un’esigenza pratica spinta dal fatto che questo volatile è stato costretto ad adattarsi ai climi freddi, in zone perennemente coperte da neve. Come vedremo di seguito, infatti, questo splendido uccello notturno vive solamente in determinati paesi.

l'apertura alare di un Gufo delle nevi in volo

Il gufo delle nevi si distingue per il colore del suo piumaggio, che è completamente bianco. Possiede poi de forti artigli, occhi di colore giallo e la sua apertura alare è di 160 cm.

L’habitat del gufo delle nevi

È curioso pensare che un uccello di tali caratteristiche possa vivere in climi ghiacciati. Ma questo è il caso del gufo delle nevi, che ha avuto origine nella tundra dell’Alaska. Abita anche le zone fredde degli Stati Uniti, del Canada, dell’Eurasia e della Russia.

Non c’è dubbio che si tratta di un animale preparato per il freddo, anche se in inverno tendono a migrare verso sud. Quando arriva questo momento, si stima che le loro migrazioni avvengano verso zone molto calde, come il Golfo del Messico, il sud della Cina, i Caraibi e la Russia meridionale.

Personalità del Gufo delle nevi

I gufi sono animali solitari, molto calmi e timidi. Non è facile avvicinarli, perché tendono a rimanere mimetizzati e di solito non emettono suoni. Infatti, si ritiene che lo facciano solo per attirare l’attenzione degli altri simili, come avviso, per rilevare la loro posizione e, durante le fasi dell’accoppiamento, per conquistare il partner.

occhi e becco del Gufo delle nevi

Quando sono in calore, i maschi tendono a diventare molto aggressivi. A tal punto che, spesso, per sopravvivere, le femmine fingono di essere state ferite. In questo momento particolare dell’anno, è possibile ascoltare due tipi di suoni, o canto. All’inizio del corteggiamento, il gufo delle nevi emette un suono profondo che, mano mano, diventa più acuto se la femmina gli risponde.

Di cosa si nutre il gufo delle nevi?

Una delle domande che ci vengono in mente, quando pensiamo a questo animale e all’habitat in cui vive, riguarda sicuramente ciò che mangia. Come altri gufi, è un animale carnivoro e predilige cacciare lemming, piccoli roditori e arvicole delle nevi (una specie di criceto).

Una delle sue peculiarità, rispetto alle altre specie di gufi, è che quando caccia lo fa in grandi quantità e preferisce immagazzinare le scorte per consumare il cibo in un secondo momento. Vivendo in territori con molta neve e ghiaccio, le possibilità di trovare animali vivi sono sempre ridotte.

Può inseguire la sua preda sulla neve o anche sotto di essa, perché ha la possibilità di “tuffarsi” dentro per procurarsi il cibo. Ciò gli consente anche di entrare in acque poco profonde per catturare le uova di alcune specie acquatiche.