Il benessere animale nell'Unione Europea

La crescente importanza del benessere degli animali nell'Unione Europea è una conseguenza della maggiore sensibilità umana nei confronti degli animali.
Il benessere animale nell'Unione Europea

Ultimo aggiornamento: 02 marzo, 2021

Negli ultimi periodi, gli esseri umani sono sempre più sensibili alla sofferenza degli animali e al loro benessere. In questo articolo diamo un breve sguardo all’importanza del benessere animale nell’Unione Europea dei nostri giorni.

Storia del benessere animale nell’Unione Europea

Le prime iniziative a favore della protezione degli animali apparvero in Europa a metà del XIX secolo. In particolare, attraverso una legge per proteggere bovini, pecore e cavalli dalla crudeltà umana.

Anni dopo, nel 1970, nacquero le prime associazioni di protezione degli animali, che realizzarono campagne con i media e svilupparono attività con le istituzioni comunitarie.

La cosa curiosa è che queste iniziative coesistevano con pratiche terribilmente crudeli, come la caccia alla volpe nel Regno Unito o la corrida in Spagna. Anche la produzione intensiva di animali di oggi sarebbe in conflitto con i loro ideali.

In ogni caso, le correnti di pensiero a favore del benessere degli animali si sono riflesse direttamente nei trattati istitutivi dell’Unione Europea. Se all’inizio gli animali erano considerati come semplici merci, alla fine degli anni ’90 si cominciò a considerarli legalmente come esseri sofferenti.

Il benessere animale nell’Unione Europea di oggi

Coinvolgimento delle istituzioni europee nel benessere degli animali

Nel corso degli anni, il Consiglio Europeo si è specializzato nello sviluppo di convenzioni sul benessere animale. Infatti, recentemente, un gruppo di ricerca noto come Welfare Quality, è stato creato per sviluppare sistemi di valutazione e monitoraggio del benessere degli animali negli allevamenti e nei macelli.

È stato persino creato un partenariato europeo per l’innovazione. Questo include la ricerca e l’innovazione sul benessere degli animali come uno dei suoi obiettivi.

Influenza del benessere animale sulle politiche europee

Come risultato della crescente preoccupazione dei consumatori per il benessere degli animali, questo tema ha attualmente una notevole prevalenza e permea le politiche europee. Per esempio, questo può essere osservato nella:

  • Politica agricola comune (PAC). Questa politica, da un lato, concede aiuti agli allevatori, a condizione che essi mantengano un livello adeguato di protezione dei loro animali. Tuttavia, ci sono settori con gravi carenze nel benessere degli animali, soprattutto dei suini e del pollame, che operano senza questi aiuti. D’altra parte, la PAC incoraggia la modernizzazione delle strutture nelle aziende agricole, per migliorare la qualità della vita degli animali.
Benessere animale nell'Unione Europea. Un esempio sono le gabbie arricchite per galline.
Modernizzazione delle gabbie per le galline, con le cosiddette gabbie arricchite.
  • Politica di salute animale e politica di sicurezza alimentare. Il nuovo regolamento sui controllo ufficiali, recentemente rinnovato, obbligherà i paesi europei a designare dei centri di riferimento per il benessere degli animali.

Incorporare queste politiche nelle produzioni animali

Per anni, il benessere animale è stato un pilastro fondamentale della legislazione sugli animali. Questo è il caso delle norme che regolano il loro trasporto e macellazione. Sono due momenti chiave dell’allevamento che hanno un impatto diretto sulla qualità dei prodotti animali.

D’altra parte, gli aiuti sono attuati per promuovere l’allevamento estensivo, all’aperto e biologico. Queste tre forme di produzione sono considerate più rispettose del benessere degli animali.

Gallina all'aria aperta.

Infine, le strategie sono sviluppate in collaborazione con i produttori e i consumatori. Per esempio, attraverso denominazioni d’origine protette o indicazioni geografiche protette.

Sfide per il benessere animale nell’Unione Europea

L’incorporazione del benessere animale nell’agenda europea è stata graduale e settoriale. Inizialmente, si concentrava sugli animali da fattoria e sugli animali domestici. Comunque, la sfida è di incorporarla gradualmente nella protezione degli animali da esperimento, da zoo e da circo.

Benessere animale nell'Unione Europea per gli animali del circo.

Senza andare oltre, con questo obiettivo in mente, nel giugno 2017 la Commissione europea ha lanciato la piattaforma sul benessere animale. Infatti, questa piattaforma promuove il dialogo tra autorità, imprese, società e scienziati sulla protezione degli animali.

Ad esempio, molti consumatori dicono di essere disposti a cambiare le loro abitudini per acquistare prodotti più rispettosi degli animali. A tal fine, l’etichettatura degli alimenti dovrebbe includere indicazioni sulla conformità con gli standard di benessere degli animali.

Potrebbe interessarti ...
Diritti internazionali degli animali: ecco le norme più importanti
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Diritti internazionali degli animali: ecco le norme più importanti

L'insieme delle varie leggi che compongono i diritti internazionali degli animali è spesso chiamato legislazione sugli animali.



  • Moyano Estrada E, Castro F, Prieto Gómez J. Código de Protección y Bienestar Animal. 2015.
  • García Pinillos R, Appleby M, Manteca X, Scott-Park F, Smith C, Velarde A. One Welfare – a platform for improving human and animal welfare.
  • Rodríguez-Estévez V. Bienestar animal [Internet]. Córdoba; [cited 31 July 2019]. Available from: http://www.uco.es/zootecniaygestion/img/pictorex/30_16_09_Binestar_Animal_VRE.pd