Il cancro nei Golden retriever: un problema emergente

05 aprile, 2021
I Golden retriever hanno molte più probabilità di sviluppare un cancro rispetto ad altre razze di cani. Si pensa che l'endogamia e l'isolamento genetico siano alcune delle cause più probabili.

Il cancro nei Golden retriever è un problema di salute che preoccupa molti veterinari, ricercatori e padroni di questi cani. In questa razza, è una malattia sempre più diffusa. Circa il 70% dei Golden retriever muore a causa di due tipi di neoplasia: l’emangiosarcoma e il linfoma.

L’età media di vita di questi animale è di circa 9,5 anni. Purtroppo, la maggior parte delle morti sono causate dall’azione lenta ma letale dei tumori maligni. Qual è la causa di questi dati preoccupanti? Se volete delle informazioni in più sul cancro nei Golden retriever, vi consigliamo di leggere questo articolo.

Le cause del cancro nei Golden retriever

Partiamo dall’inizio. Con il termine cancro ci riferiamo ad un gruppo di malattie causate dalla crescita anormale di un gruppo di cellule. Ciò è dovuto a delle mutazioni genetiche che interrompono i normali cicli cellulari causando una divisione incontrollabile delle cellule che finiscono per attaccare altri tessuti.

Quando le cellule crescono senza controllo, compaiono i cosiddetti tumori maligni. Se queste linee cellulari entrano nel flusso sanguigno o linfatico e si depositano su altri organi, si hanno le metastasi. La definizione di cancro che vi abbiamo appena dato è universale, sia che si parli degli esseri umani, degli elefanti o dei Golden retriever.

Nel caso dei Golden retriever, le cause del cancro non sono totalmente note. Quello che si sa è che si tratta di un problema genetico, dato che la percentuale delle neoplasie in altri cani è del 20% e nei Golden retriever arriva fino al 60%.

Sebbene non sia stata trovata nessuna causa specifica, diversi studi hanno messo in relazione i tumori sviluppati da questa razza di cani con l’ereditarietà. Le aberrazioni cromosomiche e le mutazioni genetiche, come il VEGFR1, sembrano avere un ruolo importante nella comparsa del cancro nei Golden retriever.

Veterinario che visita un cane.

Tipi di cancro nel Golden retriever

Come abbiamo detto in precedenza, fino a 7 cani su 10 di questa razza possono contrarre il cancro nel corso della loro vita. Questa probabilità è maggiore per gli esemplari maschi (66%) e leggermente minore nelle femmine (57%); come nel caso degli esseri umani.

Nei cani deceduti per cancro, la diagnosi istologia ci rivela che nella maggior parte dei casi si sono verificate due tipi specifici di neoplasie: emangiosarcomi e linfomi.

1. Emangiosarcoma

Circa il 23% dei Golden retriever muore a causa di questa neoplasia. È un tumore altamente maligno che può svilupparsi in qualsiasi letto vascolare: nelle vene, nelle arterie o nei capillari sanguigni. Dato che questi sistemi sono presenti in tutto il corpo dell’animale, i tumori possono apparire quasi ovunque.

Rilevare questo tipo di cancro può essere molto difficile, a meno che non si trovi in un vaso sanguigno superficiale. In tal caso, il cane presenterà la massa tumorale appena sotto la pelle. Ciò ci permetterà di individuare il tumore. Nei tumori che si sviluppano all’interno, invece, l’animale ha delle perdite continue di sangue ed i sintomi più comuni sono stanchezza, affaticamento e gengive pallide.

Dopo che il veterinario ha effettuato la diagnosi, l’intervento chirurgico e la chemioterapia sono gli unici trattamenti possibili. Tuttavia, la prognosi non è affatto positiva. Solo il 10% dei cani riesce a vivere ancora per un altro anno dopo la diagnosi ed i relativi trattamenti.

2. Linfoma

Il linfoma è la causa di circa il 18,5% dei decessi nei Golden retriever. Questo tipo di cancro colpisce il sistema linfatico ed i linfonodi e può essere localizzato o generalizzato. Esistono quasi trenta tipi di linfomi che colpiscono i cani. Quindi, non possiamo soffermarci a lungo su tutte le peculiarità cliniche di ogni linfoma.

Tuttavia, possiamo dirvi che il linfoma più comune nei cani è il multicentrico. L’85% di tutti i casi si caratterizzano per l’infiammazione dei linfonodi dell’animale.

La chemioterapia è l’unico modo per affrontare questa malattia. Purtroppo, la prognosi è molto variabile.

Golden retriever seduto.

Cosa si può fare per evitare il cancro nei Golden retriever?

Purtroppo, il padrone non può fare nulla. Il compito spetta ai ricercatori e agli allevatori che possono scoprire i geni che causano queste gravi patologie. Una volta identificati i geni, i cani portatori di queste mutazioni devono essere isolati per evitare che si riproducano.

Solo in questo modo e dopo diverse generazioni sarà possibile “ripulire” la genetica della razza dalle mutazioni cancerogene. Purtroppo, è ancora lunga la strada da fare prima di arrivare a questo tipo di conoscenza.