Il gatto sbava: perché? Cosa possiamo fare?

17 dicembre, 2020
L'eccessiva salivazione nei gatti è un sintomo di diverse malattie o patologie cliniche. In questo articolo vi diciamo quali sono.

Il gatto sbava e non riuscite a capire perché dato che, a differenza dei cani, i gatti non sbavano spesso. In effetti, la salivazione eccessiva è talmente rara nei gatti che molti padroni non hanno mai visto sbavare i loro gatti.

Sfortunatamente, quando il gatto sbava siamo in presenza di un problema di salute grave. Per cui, se il vostro gatto sbava, dovete portarlo immediatamente dal veterinario.

La salivazione nei gatti può indicare malattie dentali, avvelenamento corrosivo o avvelenamento dovuto al consumo di piante velenose. La bava può indicare anche problemi molto più gravi, come insufficienza renale o traumi da colpi pesanti.

Il gatto sbava perché ha una malattia ai denti

Nei gatti, le lesioni da riassorbimento dei denti sono estremamente comuni. Secondo vari studi, fino al 75% dei gatti domestici soffre di riassorbimento dei denti per tutta la vita.

I veterinari non sono ancora stati in grado di determinare le cause alla base di questa patologia, ma sanno che i sintomi sono dolore alla cavità orale e salivazione eccessiva.

Il riassorbimento dei denti può avvenire internamente o esternamente. Quando si verifica internamente, la malattia erode il dente dal centro verso l’esterno.

Nel riassorbimento esterno, il deterioramento di solito inizia nel punto in cui si incontrano la radice e lo smalto. Tuttavia, quest’area spesso è coperta dalle gengive o dal tartaro dentale, il che rende la diagnosi abbastanza difficile.

Primo piano di un gatto.

In generale, il riassorbimento dei denti si manifesta con una linea rossa lungo la gengiva del vostro gatto. Questa condizione è molto dolorosa per il nostro amico felino. Pertanto, il suo corpo reagisce producendo saliva in eccesso per alleviare l’irritazione.

Il gatto sbava a causa di un’insufficienza renale

Come molti veterinari vi diranno, l’insufficienza renale è la prima causa di morte nei gatti domestici. L’insufficienza renale può essere acuta o cronica e i suoi sintomi includono perdita di peso, aumento della sete, aumento della quantità di urina, urina diluita (dalla quantità di acqua che si beve), alitosi (alitosi) e salivazione.

Se notate questi sintomi nel vostro gatto, dovreste portarlo immediatamente dal veterinario. Infatti i gatti, essendo degli animali con un metabolismo veloce, subiscono uno scompenso molto rapidamente.

Il veterinario saprà cosa fare; in genere prescriverà l’idratazione in endovena. Inoltre, un gatto con problemi renali dovrebbe assumere meno proteine ​​nella sua dieta e i suoi valori ematici dovrebbero essere monitorati costantemente.

Avvelenamento da sostanze chimiche

I prodotti chimici e i detersivi presenti in casa sono dannosi per i nostri animali domestici. Si tratta principalmente dei detergenti e prodotti per la pulizia o il giardino.

A differenza dei cani, il fegato dei gatti non riesce a metabolizzare le sostanze chimiche. Infatti, mentre molte sostanze chimiche e detergenti causano vomito e diarrea nei cani, queste stesse sostanze possono essere fatali per i gatti. Non essendo in grado di metabolizzarle, corrodono il loro organismo dall’interno.

Gatto che vomita.

Le sostanze chimiche presenti nei detergenti provocano gravi ustioni alla bocca, all’esofago, allo stomaco e all’intestino. Pertanto, se il vostro gatto sbava senza una ragione apparente, potrebbe essere il primo segno di avvelenamento. Vi consigliamo di sciacquare la bocca con acqua usando una siringa senza ago, quindi consultare il veterinario.

Piante velenose

Ci sono anche alcune piante velenose in grado di causare ustioni alla bocca nei gatti. Sono quelle che contengono cristalli insolubili di ossalato di calcio.

Fortunatamente, questi cristalli di ossalato di calcio non sono mai fatali per i gatti, solo molto dannosi. Come nel caso dell’avvelenamento da sostanze chimiche, il primo sintomo dell’ingestione di cristalli di ossalato è la salivazione abbondante.

Se il vostro gatto sbava, dovreste sciacquare immediatamente la bocca con acqua abbondante. Ricordate di usare una siringa senza ago per facilitare il processo.

Il gatto sbava a causa di un trauma

È meglio che il gatto stia dentro casa per svariati motivi, ma principalmente per ridurre al minimo il rischio di traumi. Non stiamo parlando di un trauma psicologico, ma fisico.

Un gatto può subire un trauma dopo essere stato investito da un’auto o attaccato da un cane, ad esempio. Ma ci sono molte altre situazioni. Anche se il gatto non sembra stare male, il suo corpo potrebbe semplicemente non essere in grado di reagire all’adrenalina.

Un colpo alle mascelle o una frattura possono essere le ragioni per cui un gatto sbava eccessivamente. Se avete dei dubbi, la cosa migliore da fare è consultare il veterinario, che vi dirà se bisogna fare dei raggi X o altri test.

Se notate che il vostro gatto sbava, l’unica cosa da fare è consultare il veterinario. A differenza dei cani, la salivazione nei gatti non è normale e non dovrebbe essere presa alla leggera. Osservando costantemente il vostro gatto impedirete che qualche malattia peggiori perché non è stata diagnosticata in tempo.

  • Castelló, P. (2016) Diagnóstico y tratamiento de la reabsorción dental felina. A propósito de un caso clínico. Clínica Veterinaria de Pequeños Animales. Volumen 36, Numero 2.
  • Noval Ramírez, Y. (2017). Toxicología en gatos domésticos (Felis Catus) (Trabajo final de pregrado)
  • Martinez, L., & Jose, M. (2019). Insuficiencia renal su concepto, clasificación, síntomas y repercusiones en el cuerpo de los animales domésticos. (Trabajo de pregrado, Medicina veterinaria y zootecnia)