Il lissodelfino boreale

15 maggio 2018
Si tratta di un cetaceo difficile da avvistare, perché vive al polo sud e perché ha un carattere schivo; le caratteristiche tipiche di questa specie sono il corpo bicolore e la sua mancanza di pinna frontale.

Il lissodelfino boreale, il cui nome originale è Lissodelphis, abita nell’emisfero sud del pianeta, più precisamente nelle acque dell’Antartide. Ma non è certamente questa una delle sue caratteristiche più distintive. Vi raccontiamo tutto su questo curioso mammifero marino.

Caratteristiche del lissodefino boreale

Il lissodelfino boreale è un cetaceo ododento e carnivoro che vive nei mari a sud degli oceani. Non è facile avvistarlo, data la sua rapidità ed il suo essere schivo, e ancora non se ne conoscono del tutto le abitudini.

Sappiamo si tratti di un delfino di dimensioni medie: misura tra i due e i tre metri in lunghezza, e pesa poco meno di 100 chili. In quanto a dimensioni totali, non è molto diverso dai delfini dal naso a bottiglia, la tipologia di delfino che siamo soliti vedere nelle foto o nei parchi acquatici.

Ciò nonostante, questi particolari delfini hanno alcune caratteristiche che li differenziano dai loro più comuni parenti; per esempio, non hanno la pinna frontale, una caratteristica preponderante di quasi tutti i cetacei, che ne sono provvisti sul dorso. Il loro muso è inoltre più schiacciato, la testa leggermente più piccola e le pinne laterali più arrotondate.

In quanto a colori, il lissodelfino boreale è molto particolare: la parte inferire del suo corpo, così come le pinne laterali e la testa, sono di colore bianco; la parte superiore del corpo invece, così come la pinna posteriore, di colore nero. La colorazione di questo animale ricorda molto quella del suo lontano parente, l’orca.

Comportamento del lissodelfino

Il lissodelfino, come detto, è un cetaceo ododento. Ciò vuol dire infatti che è in possesso di denti. Si tratta di una specie carnivora che si alimenta soprattutto di calamari, pesci e polpi. Così come gli altri cetacei, è estremamente intelligente ed è in grado di sviluppare strategie per la pesca di gruppo.

Questi animali vivono in gruppi di diverse dimensioni. Sono state infatti avvistate colonie di pochi esemplari, ma anche alcune composte da centinaia di individui. A volte, i gruppi non sono composti esclusivamente da lissodelfini, ma anche da altri animali (come la balena pilota), o altre specie di delfini.

Ogni gruppo ha caratteristiche comportamentali differenti. Ci sono gruppi timidi che non si avvicinano alle barche, e altri che invece sono più estroversi e si lasciano avvistare.

Grazie al loro corpo idrodinamico, sono una delle specie di delfini dalla nuotata più veloce: riescono a raggiungere la considerevole velocità di 60 km/h.

A causa della loro velocità, quando escono dall’acqua non riescono a saltare troppo in alto. In cambio, però, si esibiscono in uno spettacolo di potenza e salto in lungo, facendo decollare il corpo appena fuori dall’acqua per coprire una grande distanza.

Habitat del lissodelfino boreale

Il lissodelfino boreale vive nell’emisfero sud; il suo parente più prossimo, il lagenorinco dai denti obliqui, vive nell’emisfero settentrionale del pianeta. Si distinguono per habitat e colori, ma entrambe le specie sono prive della pinna dorsale.

due esemplari di lissodelfino e un delfino comune
Fonte: http://www.infogate.cl/

Nell’emisfero sud, il lissodelfino è solito popolare le acque più fredde: il suo habitat comprende tutta la regione Antartica. Sono stati infatti avvistati tanto lungo le coste dell’Argentina quanto in quelle della Nuova Zelanda, fino in Sudafrica.

In Sudamerica, come detto, li si può trovare nelle coste dell’Argentina, ma anche nelle isole Falkland e, a volte, anche in Cile. Si tratta comunque di animali timidi che raramente si avvicinano alla costa. La maggior parte degli avvistamenti sono stati infatti registrati da navi baleniere.

Preservazione della razza

Non esistono dati a sufficienza per potere censire la popolazione e la salute di questa specie: questo vuol dire che non si sa se sia o meno in pericolo di estinzione. Fortunatamente, non sembrano esserci minacce incombenti per i lissodelfini.

I loro predatori naturali sono gli squali nonché la caccia ad opera degli esseri umani. A volte rimangono incastrati nelle reti da pesca, e la loro carne è particolarmente apprezzata per l’uso come esca per granchi.

Ad ogni modo, questa specie è stata inserita in diversi trattati internazionali per la conservazione delle specie marine. Quando si sarà in grado di studiarla meglio e si scoprirà quanti esemplari esistono, si valuterà se rimuovere l’allerta o se continuare a proteggerla.

Il lissodelfino boreale è l’unico tra i delfini che vivono nell’emisfero sud a non avere la pinna dorsale. Esistono pochi dati sulle sue abitudini e sul numero della popolazione, ma grazie alla sua timidezza, non si avvicina più di tanto alla costa e non sembra quindi essere in pericolo di estinzione.

Guarda anche