Il vostro cane è un buon cacciatore?

29 Aprile 2018

Avete osservato il vostro cane molto concentrato sui movimenti di uccelli o insetti, quando lo portate al parco o se cammina per strada? Questi animali domestici hanno ereditato determinati comportamenti istintivi come la caccia o la pastorizia dai loro antenati selvaggi, i lupi. Per sapere se il vostro amico a quattro zampe è un buon cacciatore, vi aiuteremo a comprendere come si esprime l’istinto di caccia nei cani.

Che cos’è l’istinto?

L’istinto appare come un motore naturale che guida tutti gli esseri viventi e ne consente la sopravvivenza. Grazie a lui, un animale può agire di fronte ai diversi stimoli dell’ambiente circostante, come suoni o immagini. E senza di esso, ogni esemplare è vulnerabile se immerso in un determinato habitat.

Siccome è intrinseco nella natura di tutti gli animali, l’istinto è definito come una “forza pura”. Questa agisce ciclicamente, essendo allo stesso tempo causa e conseguenza di tutte le azioni di un essere vivente. Ogni comportamento è dunque l’espressione completa dell’istinto, dall’inizio fino alla sua conclusione.

Alcuni comportamenti generati dall’istinto, che si traducono spesso in capacità adattive, sono trasmessi geneticamente da padre a figlio. Queste abitudini e comportamenti passano di generazione in generazione come abilità di adattamento all’ambiente circostante e che garantisce la loro sopravvivenza. L’istinto di caccia, per esempio, era cruciale per consentire l’alimentazione di lupi e cani selvatici.

un gruppo di cani con un cacciatore di volpi a cavallo

Anche i cuccioli di alcune razze possono mostrare un naturale impulso a svolgere certe funzioni senza aver ricevuto alcun addestramento. I Border Collie, ad esempio, dopo due o tre mesi di vita, sono già in grado di accompagnare e guidare piccoli greggi, rispettando la propria natura di cani da pastore.

L’istinto di caccia nei cani

Storicamente, cane e uomo hanno cacciato insieme unendo le loro abilità per rendere più efficaci le strategie di caccia. Da soli, erano certamente forti, ma vulnerabili. Insieme, hanno mescolato assieme razionalità, istinto e lealtà per preservare la sopravvivenza delle loro famiglie. Una relazione destinata al successo fin dai suoi inizi lontani.

Quasi tutti i cani conservano l’istinto di cacciare nel loro DNA, anche se non hanno bisogno di inseguire o uccidere una preda per nutrirsi. Tuttavia, alcune razze dimostrano una maggiore predisposizione o facilità per la caccia. I cani più antichi, come il Chow o l’Husky siberiano, tendono a conservare i loro istinti ben marcati anche oggi, se consideriamo che si sono evoluti proprio a partire da atteggiamenti venatori.

Come sapere se il vostro cane è un buon cacciatore?

È possibile sapere se il vostro cane è un buon cacciatore se osservate la sua eredità genetica e il suo comportamento. Ecco alcuni suggerimenti per riconoscere facilmente l’istinto di caccia nel vostro migliore amico:

Rispettate la sua predisposizione genetica

Come abbiamo già detto, il comportamento istintivo della caccia è fortemente impresso nei geni di alcune razze. Pertanto, l’eredità genetica può essere un indicatore eccellente per scoprire se il vostro amico a quattro zampe possiede la stoffa del buon cacciatore.

un cane di profilo con la bocca aperta

Se il vostro animale domestico appartiene a tipologie come Terrier, Bracco, Retriever, Pointer, Setter o Spaniel, è molto probabile che mostri un forte istinto di caccia. Inoltre, anche i Beagle, i Bassotti e i Dalmata mostrano un grande interesse per la caccia.

D’altra parte, se avete adottato un bellissimo meticcio, potete scoprire se anche lui ha qualche affinità con queste famiglie di cani. Ma sarà più semplice ed efficiente osservare il suo comportamento per identificare determinati atteggiamenti di caccia.

Osservate il comportamento del vostro cane

Indipendentemente dalla sua razza, età o sesso, qualsiasi cane può mostrare una certa predisposizione per l’attività venatoria. Pertanto, il modo migliore per sapere se il vostro animale è un buon cacciatore, passa attraverso l’osservazione del suo atteggiamento in situazioni che ricordano proprio l’attività di caccia.

I cani da caccia hanno un senso dell’olfatto più sviluppato rispetto agli altri cani. Di solito annusano gli elementi del loro ambiente in modo quasi ossessivo, alla ricerca di una traccia di possibili prede. Se il vostro amico peloso annusa costantemente la terra, la vegetazione, l’aria o tutti gli angoli della casa, è uno dei segni più evidenti del suo istinto di cacciatore.

un beagle annusa una pista tra l'erba

Inoltre, i cani con un chiaro istinto per la caccia raramente alzano la testa quando camminano. I loro sensi sono concentrati sulla terra, dove di solito si nascondono le loro prede naturali.

D’altra parte, se il vostro cane è un buon cacciatore, sarà attento ai movimenti di qualsiasi animale che percepisce nel suo ambiente. Nei casi più estremi, cercherà di correre via, sfuggire al controllo e disobbedire al suo proprietario per inseguire uccelli, insetti o piccoli roditori.

Questi atteggiamenti, che denotano mancanza di auto-controllo, non dovrebbero essere stimolati in nessun cane, indipendentemente dalla loro taglia o razza. Un cane ostinato nel catturare una preda può rappresentare un rischio per gli altri animali e per le persone con cui condividono uno stesso ambiente.