Secondo recenti scoperte, l’intelligenza dei corvi è straordinaria

4 Giugno 2019
L'intelligenza dei corvi è enorme, e lo dimostra una nuova ricerca sulla loro capacità di creare e migliorare attrezzi.

Il risultato di uno studio recente mostra che l’intelligenza dei corvi è davvero sorprendente. È stato scoperto che in Nuova Caledonia i corvi realizzano strumenti progettati da loro stessi e sono persino in grado migliorare quelli di altri compagni.

L’incredibile intelligenza dei corvi

L’uso di strumenti negli animali è piuttosto diffuso e noto, soprattutto nei corvi. Eppure, fino ad oggi non si sapeva che questi volatili potessero costruire strumenti memorizzando i progetti di altri compagni, o addirittura di perfezionarli in seguito.

Da quanto emerso, i corvi non imitano né osservano da vicino la fabbricazione di questi strumenti. Ciò significa che usano mappe mentali proprie per la loro realizzazione.

Questo non è l’unico comportamento sorprendente dei corvi della Nuova Caledonia: questi animali intuiscono le “cause nascoste” e hanno già dimostrato di poter produrre degli strumenti efficaci. Inoltre, possiedono una grande lungimiranza.

i corvi sono molto intelligenti

I corvi creano strumenti: per cosa?

I corvi realizzano strumenti di forma allungata, principalmente ganci che consentono loro di estrarre il cibo dalle aree alle quali non riescono ad accedere con il becco, come buchi profondi e pezzi di legno.

Numerosi scienziati hanno studiato la cultura negli animali e hanno dimostrato l’esistenza, in determinati gruppi, di abitudini tramandate di generazione in generazione.

Come nel caso delle scimmie delle nevi e la pulizia delle patate con l’acqua salata.

Il fatto che i corvi fabbricano strumenti propri si sapeva già. Tuttavia, fino ad ora non era stato dimostrato che tra i membri della stessa specie fosse presente anche una volontà di miglioramento dei questi strumenti e quindi una sorta di scambio culturale. Questo è il risultato evidenziato dagli scienziati del dipartimento di psicologia dell’Università di Cambridge.

Secondo le conferme dei ricercatori dell’Università di Auckland, in Nuova Zelanda, questo fenomeno, definito “evoluzione culturale cumulativa” viene mostrato nei volatili, e quindi in esseri viventi non umani, per la prima volta.

corvi attrezzi

La teoria sull’intelligenza dei corvi

La teoria sostiene che i corvi fabbrichino strumenti originali e non basati sui progetti dei loro simili e osservati precedentemente. Dall’altro lato, è stato osservato l’utilizzo di questi stessi strumenti nel caso in cui siano stati progettati da altri corvi.

A dimostrazione di ciò, i ricercatori hanno addestrato un gruppo di uccelli: i corvi avevano il compito di introdurre dei pezzi di carta di diverse dimensioni in un distributore automatico e venivano premiati solo i pezzi di carta di una certa dimensione. Non appena imparato il meccanismo, i corvi hanno iniziato a introdurre solo la carta per la quale venivano premiati.

Ciò che gli animali fecero lasciò i ricercatori senza parole. L’ipotesi da verificare era che i corvi costruissero strumenti e che li migliorassero attraverso dei progetti mentali veri e propri. Ma la dimostrazione andava al di là di questa teoria. Per questo motivo, gli scienziati in seguito diedero ai corvi pezzi di carta di grandi dimensioni.

Fu allora che i corvi fecero qualcosa di impensabile: ruppero la carta fino a raggiungere il formato richiesto e ottenere così il ​​premio. Ciò dimostra che questi animali possono risolvere problemi complessi, migliorando nel contempo i loro strumenti e le loro tecniche e tramandando queste conoscenze di generazione in generazione.

L’intelligenza degli animali non smette mai di stupirci.