L’influenza degli animali domestici sulla vita umana

28 Settembre 2019
Gli animali da compagnia fanno parte della società umana da millenni. Tuttavia, è solamente da poco tempo che la scienza ha deciso di studiare gli effetti positivi dell'influenza degli animali domestici sulla vita umana.

Da tempi immemorabili, la presenza di animali domestici o da compagnia nella vita umana è stata raccontata in un gran numero di testi scritti. L’influenza che gli animali domestici hanno esercitato sugli esseri umani ha riempito pagine e pagine di libri, articoli e altri mezzi di divulgazione.

Origine dell’influenza degli animali domestici

Risalendo alla relazione umano-animale domestico più antica, l’esistenza di questo rapporto risulta confermata da prove di carattere archeologico. Più specificamente, sono state rinvenute dimostrazioni del fatto che l’addomesticamento del cane è avvenuto alla fine dell’ultimo periodo glaciale.

In quell’epoca, gli esseri umani si dedicavano alla caccia e alla raccolta. Inoltre, erano nomadi: in altre parole, non possedevano una residenza permanente. A quanto pare, la domesticazione è il risultato di un processo di interazione tra entrambe le specie che è durato decine di migliaia di anni.

Gli antenati dei cani stabilirono un’interazione con gli esseri umani fondata sulla protezione, l’offerta di alimenti e il rifugio, che si trasformò in coevoluzione e cooperazione. Al giorno d’oggi, nella cultura occidentale è aumentato il numero di case nelle quali è presente almeno un cane o un gatto, così come le case che ne ospitano un numero superiore.

La scienza e l’interazione umano-animale domestico

In passato, la scienza non attribuiva importanza all’interazione esistente tra un essere umano e il suo animale domestico. Secondo la visione darwiniana, nella città un animale domestico non porta con sé alcun vantaggio apprezzabile. Al contrario, comporta un aumento della spesa economica e del tempo richiesto nell’offrire cibo, cure e attenzioni.

Ciononostante, le persone continuano ad adottare o a inglobare animali domestici nel proprio nucleo familiare, considerandoli un altro membro della famiglia. E la scienza ha preso nota di quanto sia importante la presenza di questi animali nella vita umana.

Influenza degli animali domestici sulla vita umana: la famiglia acquisisce nuovi membri a tutti gli effetti

Che cosa ricevono le persone dalla relazione con gli animali domestici, ignorando le conseguenze economiche?

Questa è la domanda alla quale si cerca di dare risposta negli ultimi anni. Durante gli ultimi tre decenni, infatti, sono stati esaminati in dettaglio i rapporti che si instaurano tra persone e animali da compagnia. Il loro studio è stato condotto attraverso diverse discipline in differenti campi scientifici, come la psicologia, l’antropologia e la storia.

L’antrozoologia è una disciplina che ha destato grande interesse nella società odierna. Di conseguenza, hanno fatto la loro comparsa riviste scientifiche dedicate a questo nuovo campo di indagine, così come l’istituzione di numerose associazioni.

Una di queste associazioni è la Human Animal Bond Research Institute (HABRI), una fonte autorevole che si dedica alla divulgazione di studi scientifici legati a questa tematica. Inoltre, si occupa di raccogliere donazioni destinate a finanziare queste ricerche. Anche le università degli Stati Uniti hanno istituito corsi di dottorato dedicati a questa materia.

Alcuni autori hanno condotto le proprie indagini a livello molecolare e hanno suggerito che l’ormone ossitocina possa costituire un fattore rilevante nel cercare una risposta alla domanda che ci siamo posti. Questo ormone, infatti, consente di stabilire legami di fiducia tra persone, così come tra esseri umani e animali.

Alcuni di questi studi hanno dimostrato che i cani possiedono la capacità di mantenere lo sguardo sulle persone. La creazione di uno sguardo reciproco è importante nelle relazioni, allo scopo di consolidare la fiducia. Come ha detto il filosofo Martin Buber, “gli occhi di un animale hanno il potere di parlare un grande linguaggio”.

L’ossitocina interviene quindi nello stabilire un vincolo sociale. Tuttavia, il suo ruolo non è stato ancora del tutto chiarito, perché eccessivamente complesso. Ciononostante, da queste indagini è nata una nuova espressione: l'”effetto animale domestico”.

Si può parlare di influenza degli animali domestici sull'uomo da ormai molti secoli

L’effetto esercitato dall’influenza degli animali domestici

L’effetto “animale domestico” si riferisce all’influenza positiva esercitata sulle persone dal vivere con un animale. Diversi studi hanno riscontrato un beneficio per la salute, come, per esempio, l’aumento delle possibilità di sopravvivenza in seguito a un infarto.

È stato anche osservato che gli animali domestici favoriscono l’incremento delle relazioni sociali, rafforzano l’autostima nelle persone e riducono i livelli di trigliceridi e cortisolo, così come la pressione arteriosa. In sintesi, permettono il manifestarsi di diversi tipi di stimolazione sensoriale positiva che possono trovarsi in relazione con la produzione di ossitocina e il consolidamento del rapporto uomo-animale domestico.

A livello scientifico, possiamo dire che l’influenza provocata dalla compagnia di un animale domestico coinvolge aspetti fisiologici, terapeutici e psicosociali. È stato osservato che tutte le persone con animali domestici incrementano la propria attività fisica, con conseguenti ricadute positive sulla loro salute.

Grazie all'influenza degli animali domestici sulla vita umana, molte persone si muovono di più

Quindi, la presenza di un animale domestico rappresenta un beneficio per persone di tutte le età. Tra i diversi animali da compagnia, il cane e il gatto sono compresi in questo elenco.

In poche parole, l’influenza degli animali domestici sulla vita degli esseri umani porta benefici sia a breve che a lungo termine. Gli animali vengono considerati un altro membro della famiglia, perché riempiono la casa di risate e felicità. Quindi… accogliete un animale domestico nella vostra vita!