Lo Shikoku: coraggioso e divertente

Lo Shikoku è una razza proveniente dal Giappone. Infatti, prende il suo nome dalla ragione da cui proviene.  E’ il più grande tra i cani giapponesi più noti. 

Origini dello Shikoku

Si crede che sia arrivato sull’isola nipponica circa 3.000 anni fa, probabilmente dalla Cina. Le sue origini sono così antiche che si possono fare solo delle supposizioni.

Per molto tempo sono esistite tre varietà di questa razzaperò quella che si è mantenuta più pura è stata quella che viveva sull’isola di Shikoku a causa dell’isolamento. Questa è quella che è arrivata fino ad oggi.

Lo Shikoku è un cane molto agile e coraggioso, che è stato usato per generazioni per dare la caccia ai cinghiali. Oggigiorno, è anche un animale da compagnia e da guardia.

Caratteristiche dello Shikoku

Lo Shikoku è un cane di taglia media, con un corpo ben proporzionato, muscoloso e compatto. Il suo aspetto ricorda quello dello Shiba Inu, però è più grande.

cane Shikoku al guinzaglio

Per quanto riguarda la testa, ha il muso allungato e leggermente più corto del cranio. Le sue orecchie sono all’insù, triangolari ed erette. Possiedono un po’ meno mobilità rispetto alle altre razze, e puntano in avanti.

Come tutti i cani di tipo spitz, ha la coda attorcigliata sulla schiena. E’ spessa e un po’ più pelosa rispetto al resto del corpo.

Ha un doppio strato di manto; quello esterno è ruvido e dritto, mentre quello interno è più corto e soffice. Non dovete mai tosarlo, perché questi strati lo proteggono sia dal caldo che dal freddo.

In quanto al colore, questa razza esiste in 3 varianti di sesamo, la mescolanza tipica delle razze giapponesi come lo Shiba Inu o l’Akita InuIl sesamo classico con una proporzione equilibrata tra peli bianchi e neri; il sesamo nero, con più peli neri che bianchi e il sesamo rosso, con l’aggiunta di peli rossicci tra il bianco e il nero.

Comportamento dello Shikoku

Questo animale ha una grande energia mentale e fisica, che adora scaricare giocando ed esplorando l’ambiente. Uno Shikoku annoiato può trasformarsi in un cane distruttivo; tuttavia, è un grande compagno di giochi.

Shikoku sdraiato per terra

Come molte altre razze asiatiche, ha un carattere forte e deciso. Per questo, è importante addestrarlo tramite il rinforzo positivo. Non sono cani che imparano con la forza e il castigo, ma al contrario, se presi nel modo giusto, sono molto intelligenti e adorano imparare cose nuove.

Durante la caccia sono energici e perseveranti. Questo temperamento si mantiene anche se vivono in una famiglia, dimostrandosi allegri e divertenti. A prima vista non sembrano molto affettuosi, però, se trovano dei padroni che li rispettino, saranno molto fedeli.

Come prendersi cura dello Shikoku?

Lo Shikoku non soffre di malattie ereditarie preoccupanti. Nonostante questo, sembra che abbia una certa tendenza ad avere dei problemi alla vista, come l’atrofia della retina o l’ipotiroidismo.

Dovete comunque portarlo dal veterinario periodicamente per prevenire la comparsa di altre patologie, come la displasia dell’anca.

Essendo un  cane da caccia e molto energico, è importante che dopo ogni attività svolta in campagna controlliate il corpo dell’animale. Tra i polpastrelli e le orecchie potrebbero esserci delle spighe.

Per il fatto che passa molto tempo nei campi, è necessario un buon antiparassitario, poiché le pulci e le zecche potrebbero causare delle patologie gravi. 

Non dimenticate che, per il tipo di manto che possiede, è necessario spazzolarlo settimanalmente per eliminare il pelo morto. 

Rispettate il vostro Shikoku, addestratelo mediante il rinforzo positivo e ricompensatelo se si comporta bene. Otterrete in cambio un amico fedele e protettivo.

Categorie: Curiosità Tags:
Guarda anche