Laika, scopriamo questa formidabile razza russa

· 5 marzo 2018

Laika, traduzione del russo Лайка, è il nome generico usato per indicare una grande varietà di cani da caccia originari della Russia settentrionale e della Siberia. In questo articolo vi mostreremo caratteristiche e curiosità di questa interessante razza.

Kudrjavka e il volo nello spazio

La fama di questo cane si deve al programma spaziale russo. Nel 1957, la capsula sovietica Sputnik 2 venne lanciata per percorrere l’orbita bassa della Terra. All’interno del velivolo, fu inserita una cagnolina, appartenente alla razza Laika. Per colpa di un errore di traduzione, un giornalista americano scambiò il nome della varietà canina per quello vero dell’animale che era, invece, Kudrjavka.

Kudryavka era una cagnolina che viveva per le strade di Mosca. Fu scelta e precedentemente addestrata dal Centro di intelligence aerospaziale russo per poter partecipare nel progetto dello Sputinik 2.

Purtroppo, la cagnolina morì dopo cinque ore dal lancio della capsula, per un problema al circuito di aerazione. Il suo sacrificio servì comunque all’umanità e Kudryavka è ancora oggi celebrata in Russia come una vera e propria eroina.

Un cane da caccia forte e resistente

Alla famiglia dei Laika appartengono 4 varietà di cani da caccia russi: Laika della Carelia, Laika della Siberia occidentale, Laika della Siberia orientale e Laika russo-europeo.

I Laika non sono stati creati con l’obiettivo di caricare o tirare le slitte. Furono pensati per accompagnare l’uomo nella caccia di grandi prede, come renne, orsi e alci.

Nel corso degli anni, i Laika hanno guadagnato sempre più fama come animali da compagnia nelle città e nelle aree centrali della Russia, della Finlandia, dell’Ucraina e della Siberia. La maggior parte degli allevamenti di questo animale si trovano nell’Europa orientale, mentre nelle Americhe e in altri continenti, i Laika sono ancora poco presenti.

Principali caratteristiche della razza

Dal momento che dovevano cercare tracce di animali nelle innevate foreste russe, questi cani possiedono delle caratteristiche fisiche tipiche delle zone fredde:

  • Sono di taglia medio-grande.
  • Struttura snella: si tratta di cani molto atletici.
  • Alta resistenza fisica: sono dotati di una muscolatura forte e ben sviluppata.
  • Tolleranza alle basse temperature: sono abituati a cacciare e muoversi in condizioni climatiche estreme. Hanno un doppio strato di grasso che garantisce il corretto isolamento termico del corpo.

Laika della Siberia occidentale

È la famiglia più famoso della razza Laika. Questo esemplare possiede un temperamento equilibrato ed è un vero talento come cacciatore di alci, renne e cane da guardia di ampie proprietà familiari.

un esemplare di laika di colore bianco

All’interno di questa categoria esistono due ulteriori varietà: una più forte e robusta, un’altra con un corpo più sottile, che gli conferisce maggiore velocità. Lo standard della razza prevede dimensioni da 56 a 64 centimetri al garrese, per un peso che va dai 18 ai 23 kg. I colori sono diversi e possono essere combinati con sfumature di bianco, grigio lupo, nero, rosso e rossastro. Di solito, provengono dalle zone di Khantu e Mansi.

Laika della Siberia orientale

È considerato come il cane Spitz siberiano. Ciò significa che è nato da incroci naturali tra gli animali della regione. È geneticamente correlato ai lupi. Si dice che il primo incrocio assistito e selettivo fu effettuato per la prima volta durante il XIX secolo. Il primo esemplare fu ufficialmente registrato nel XX secolo dal biologo K.G. Abramov.

A differenza dei Laika della Siberia occidentale, questi esemplari sono apprezzati per la loro abilità, forza e velocità nel tirare le slitte e svolgere altri lavori. Rispetto ad altre razze geneticamente derivate dal lupo, si distinguono per un temperamento molto calmo e la facilità di addestramento.

Laika russo-europeo

È la vera varietà russa dei Laika. Sono stati usati per la loro abilità come cacciatori e cani da guardia nelle campagne e nelle città. Dopo l’annessione della regione della Carelia (Finlandia) all’Unione Sovietica, il Laika russo-europeo è divenuto sempre più popolare. Cominciò ad essere considerato come il Laika originale, prendendo il posto del cugino finlandese (che vedremo più in basso). In genere possiedono una colorazione grigio lupo, ma la razza ufficiale ammette anche il bianco e il nero.

Laika della Carelia

Chiudiamo la nostra rassegna con il cosiddetto Cane da orso della Carelia (Karjalankarhukvira in russo). E’ tra i maggiori cani da caccia della zona nordica ed è molto apprezzato per il suo innato coraggio.

Si dice che i primi esemplari nacquero dagli incroci naturali dei lupi con i cani della regione. È stato creato e amato in tutto il territorio finlandese, ma la sua popolazione è diminuita bruscamente durante gli anni ’60. Sono cacciatori inarrestabili e dotati di molta energia. Pertanto, tra gli esemplari di Laika, questo è sicuramente quello più esotico e difficile da addestrare.