I benefici del miele per il vostro cane

· 14 giugno 2017

Molte persone si chiedono se è giusto dare il miele ai cani. Essendo un prodotto naturale, non contiene elementi tossici, ma la chiave sta nelle dosi e nella frequenza di assunzione. Un po’ come in tutte le cose, vale la regola della giusta misura. Scopriamo assieme i principali benefici di questo formidabile alimento prodotto dalle api.

Miele al vostro cane: sì o no?

Da un punto di vista strettamente alimentare, la verità è che il cane non ha bisogno di miele per sopravvivere. Stiamo parlando di un prodotto zuccherino derivante dal nettare dei fiori, trasformato dalle api e quasi completamente assente nella dieta dei normali carnivori. Ma questo non significa che debba essere proibito o che faccia male. Al contrario. Alcuni carboidrati di origine vegetale possono anzi migliorare la salute generale del vostro amico a quattro zampe.

I vantaggi di miele per il vostro cane

L’interrogativo, quindi, non è se dare o meno miele al vostro cane, bensì capire a cosa serve somministraglielo. Il fatto che non sia dannoso non significa che debba diventare l’ingrediente principale della sua pappa. A ciò occorre aggiungere che, spesso, il miele che si compra al supermercato è frutto di un procedimento a caldo, e non a freddo, diventando non così tanto adatto all’alimentazione del cane.

Infatti, tale procedimento (più rapido ed economico), priva il miele di numerose proprietà naturali con il risultato che, alla fine dei conti, al cane stiamo dando essenzialmente un prodotto pieno zeppo di zuccheri e carboidrati industriali. Ovvio, sempre meglio dello zucchero bianco tradizionale, ma occorre fare attenzione per la complessità dell’argomento.

Aggiungere miele al cibo per cani

I veterinari raccomandano il miele in situazioni particolari. Per esempio se il vostro animale soffre di una crisi diabetica, dato che permette il rapido recupero di energie. Può essere somministrato anche a cani da caccia che realizzano un’intensa attività fisica. Ciononostante, esistono altri tipi di alimenti specifici che possono essere impiegati: prodotti freschi e naturali pensati per cani o gatti, con livelli più bassi di grassi e maggiori quantità di carboidrati.

E’ giusto che il cane consumi miele, sempre e quando non diventi parte centrale della sua dieta. Potete utilizzarlo come una specie di premio, spalmandone un poco su una fetta biscottata o sul pane. Essendo un alimento ricco di minerali, vitamine e antiossidanti, è presente in alcuni tipi di dolci per cani. Anche in questo caso potete sfruttarli per premiare l’animale, rafforzando qualche comportamento positivo.

Un consiglio importante: è risaputo che i cuccioli non devono assumere miele. Il motivo? Semplice: questo alimento contiene un batterio chiamato clostridium botulinum capace di produrre una neurotossina, a livello dell’intestino, che potrebbe pregiudicare l’apparato digerente e il sistema nervoso.

Insomma, batteri negativi che rappresentano un pericolo solamente al di sotto dei 18 mesi di età. Una volta superato questo periodo, le difese del vostro cane saranno pronte per bloccare questi agenti infettivi e agire in risposta ai batteri, giovandosi esclusivamente degli altri molteplici benefici del miele.

Veniamo alla domanda chiave: quanto miele va dato ad un cane? Come potete ben immaginare, tutto dipende dal peso:

  • Tra 14 e 18 kg: ½ cucchiaino a settimana.
  • Da 20 a 28 kg: 1 cucchiaino a settimana.
  • Da 30 a 38 kg: 1 cucchiaino e ½ alla settimana.

Fate molta attenzione la prima volta che date il miele al vostro cane, perché potrebbe essere allergico. In tal caso sarete obbligati a eliminarlo definitivamente dalla sua dieta. Infatti potrebbe provocare vomito, diarrea un un focolaio di prurito molto forte e diffuso.

Effetti curativi del miele nei cani

Una volta che vi sarete assicurati che il vostro amico non è allergico al miele, fornitegli una dose corretta in base al suo peso. Inoltre, questo prodotto naturale è anche in grado di risolvere alcune piccole malattie che potrebbero interessare il vostro animale. Vediamo quali sono i principali effetti curativi del miele:

Riduce l’allergia al polline

I vantaggi di miele per il vostro cane

Se avete un cane che soffre di allergia al polline (o è particolarmente sensibile all’inquinamento), il miele può rappresentare una valida soluzione. Per il modo in cui viene trasformato e prodotto dalle api, contiene infatti particelle di polline che contribuiscono a rendere immune il vostro animale. Quando arriva la primavera, smetterà di starnutire ogni volta che uscirete a spasso. E indubbiamente respirerà meglio.

Cura la tosse

Come accade anche con le persone, potrete dare del miele al vostro cane per alleviare il mal di gola e il raffreddore.

Guarisce piccole ferite

Se il vostro cane si è fatto male, giocando o per colpa di un altro animale, potete spalmargli un po’ di miele sulla ferita. Inevitabilmente proverà a leccarsela, ma la sostanza agirà ugualmente, inoltre senza problemi di intossicazione per l’animale. Gli effetti positivi su piccole ferite sono dovute alle proprietà antibiotiche ed antisettiche del miele.

Riduce i problemi di gastrite

Se il vostro cane soffre di cattiva digestione, colite o gastrite, ecco che il miele può essere di sollievo. Grazie alle proprietà antibatteriche, controllerà la crescita dei microrganismi nello stomaco e nell’intestino.