Nolotil per cani: usi e dosaggio

Avevamo già parlato del Nolotil in un articolo precedente, e del suo uso nei gatti. In questo articolo vediamo invece il suo uso nei cani.
Nolotil per cani: usi e dosaggio

Ultimo aggiornamento: 24 luglio, 2021

Esistono farmaci noti per il loro uso in medicina umana, ma sorprendentemente possono essere utilizzati anche in medicina veterinaria. Nolotil per cani è un rimedio contro alcuni disturbi dell’animale, ma solo un veterinario professionista può prescriverne l’uso.

Di fronte a qualsiasi sintomo di malattia negli animali domestici, l’essenziale è recarsi presso un centro veterinario affinché vengano visitati e consigliate, se necessario, le cure adeguate. Nolotil potrebbe essere indicato in alcuni casi per i cani, ma solo nelle dosi consigliate dal professionista e tenendo conto di tutte le avvertenze.

Cos’è Nolotil?

Nolotil è un farmaco incluso nel gruppo dei cosiddetti “analgesici e antipiretici”. Nelle persone è usato per trattare il dolore acuto, di natura moderata o intensa, dopo operazioni o traumi. Viene utilizzato anche in caso di febbre alta, quando altri farmaci non funzionano.

Nel caso dei cani, non c’è differenziazione. È lo stesso farmaco analgesico non oppioide, che ha il metamizolo come principio attivo e può essere presentato come metamizolo di magnesio o sodio. Va notato che Nolotil per cani, oltre a funzionare come analgesico, è un antipiretico, antispasmodico e agisce anche come antinfiammatorio, in modo blando.

Tuttavia, nonostante le sue proprietà, in veterinaria esistono molti farmaci realizzati e studiati appositamente per cani con le stesse proprietà del Nolotil. Per questo motivo il suo uso non è molto diffuso tra i cani.

Usi di Nolotil per cani

Poiché gli animali non possono esprimere il dolore a parole, solo l’osservazione da parte del professionista fornirà risposte sul loro quadro clinico. Questa osservazione si baserà sull’analisi di alcuni segni clinici al fine di effettuare una corretta valutazione. Pertanto, la persona deve avere molta familiarità con il comportamento e la fisiologia del cane.

Prima di somministrare Nolotil ad un cane è importante conoscerne gli usi, e per il veterinario determinare se è applicabile come trattamento. Le funzioni che Nolotil può avere nell’animale sono le seguenti:

  • Abbassare la febbre quando altri medicinali non hanno funzionato.
  • Trattamento di forti dolori acuti o coliche.
  • Alleviare il dolore di origine oncologica e il dolore viscerale.
  • Trattamento del dolore acuto di moderata intensità.
  • Poiché il metamizolo viene spesso utilizzato nei farmaci pre-anestesia, questo farmaco può essere utilizzato come analgesico preventivo. In questo modo anticipa il dolore dell’intervento chirurgico, consente un minor utilizzo di anestetici durante l’intervento e, inoltre, riduce la terapia antalgica dopo l’intervento.
  • Come indicano alcuni studi, il metamizolo ha dimostrato di essere molto efficace come analgesico postoperatorio.
Un cane sta per prendere una pillola.

Nolotil per cani: dosaggio

Le modalità con cui il veterinario può somministrare Nolotil per cani sono varie e dipendono dal problema da trattare. Può essere sottocutaneo, endovenoso o intramuscolare. Le dosi dipendono anche dal motivo della somministrazione:

  • Dose singola: se vengono utilizzati altri farmaci prima di un’operazione, possono essere combinati con una singola dose di Nolotil. La quantità è di solito tra 25-35 milligrammi per ogni chilogrammo di peso del cane.
  • Da 1 a 3 dosi: se si allungano le dosi si possono consigliare 25 milligrammi di Nolotil ogni 8 ore o dosi con quantità comprese tra 30 e 50 milligrammi se somministrate ogni 12 o 24 ore.
  • Per via orale: le dosi che vengono erogate per via orale sono generalmente comprese tra 0,1 e 1 millilitri per 10 chilogrammi di peso.

Come potete vedere, la differenza tra le quantità è notevole. Pertanto, ricordate sempre di attenervi alle raccomandazioni del veterinario.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Ci sono alcuni casi in cui l’uso di Nolotil nei cani è controindicato. Alcuni di questi casi sono i seguenti:

  • Cane in stato di gravidanza.
  • Fase di allattamento.
  • Malattie cardiovascolari.
  • Problemi ai reni o al fegato.
  • Episodi di disidratazione.
  • Problemi gastrointestinali cronici.
  • Problemi cardiaci.
  • Assunzione di altri farmaci con funzione antinfiammatoria.
  • Basso livello di proteine nel sangue, in particolare albumina.
  • Se prima dell’applicazione di altri medicinali che contengono metamizolo o composti simili, l’animale ha avuto una reazione allergica o ematologica.
  • Allergie al metamizolo.
  • In altri casi, come nei cani anziani, non è controindicato al 100%, ma è necessario prendere molte precauzioni.

D’altra parte, come qualsiasi altro medicinale, a volte possono manifestarsi alcuni effetti avversi dopo l’assunzione di Nolotil. Questi effetti includono quanto segue:

  • Irritazione nel sito di iniezione.
  • Reazioni allergiche che possono variare da lievi (prurito, arrossamento e gonfiore) a più gravi (orticaria, gonfiore degli arti e difficoltà respiratorie).
  • Un sovradosaggio può portare a convulsioni.
  • Nausea o vomito.
  • Calo della pressione sanguigna.
  • Problemi di metabolismo.

Sintomi di avvelenamento da Nolotil per cani

Nolotil per cani può causare avvelenamento all’animale. Per questo motivo, la supervisione durante l’intero processo di un veterinario diventa ancora più importante, poiché con il loro aiuto sarà molto più facile combatterla.

Nei casi più lievi di avvelenamento, nell’animale possono manifestarsi dolori addominali, apatia, debolezza generale, mancanza di appetito, diarrea e vomito. I quadri più gravi si presentano con tachicardia, ittero, febbre, vomito o diarrea sanguinolenta, convulsioni, contusioni, disidratazione e incoordinazione.

Nelle peggiori circostanze, l’avvelenamento da Nolotil per cani può portare a danni al fegato o ai reni, ulcere allo stomaco e perforazione e persino la morte dell’animale.

Come trattare l’avvelenamento da Nolotil nei cani?

Se il trattamento con Nolotil è stato prescritto dal veterinario ma è stato autorizzato alla somministrazione a domicilio e vengono rilevati sintomi di intossicazione, la prima misura sarà quella di contattare telefonicamente la clinica per ricevere istruzioni. Inoltre, alcune azioni possono essere eseguite contemporaneamente.

Uno di questi è indurre l’animale a vomitare, in modo che espelle parte della medicina dal suo corpo. Tuttavia, se è passato molto tempo dall’assunzione, questo non sarà molto efficace. Il veterinario può anche raccomandare l’uso di carbone attivo. Ciò che fa questo composto è legarsi a sostanze tossiche, impedendo al corpo di assorbirle.

Nolotil per cani può essere molto utile.

Dopo il trasferimento al centro veterinario, il professionista può somministrare protettori gastrici o iniettare liquidi per via endovenosa. Danni come irritazione gastrica, lievi problemi al fegato o ai reni causati da avvelenamento di solito hanno un recupero favorevole se vengono trattati adeguatamente. Se l’avvelenamento ha causato problemi importanti, come la peritonite, la prognosi sarà riservata.

Potrebbe interessarti ...
Catosal per cani e gatti: dosaggio ed effetti collaterali
I Miei AnimaliLeggi in I Miei Animali
Catosal per cani e gatti: dosaggio ed effetti collaterali

Catosal è un medicinale raccomandato per cani, gatti, cavalli e bovini. È usato per trattare alcune carenze nutrizionali.