L’odore corporeo dei gatti

I gatti passano molto tempo a leccarsi il pelo e, grazie a ciò, di solito non odorano. Può però succedere che, per qualche ragione, l’odore corporeo dei gatti diventi forte e addirittura insopportabile. In questo articolo vi daremo tutte le informazioni sull’argomento e qualche consiglio utile per superare questo fastidioso problema.

Perché l’odore corporeo dei gatti diventa cattivo?

In generale, l’odore corporeo dei gatti sani è quasi impercettibile per gli esseri umani. A volte emanano un leggero odorino simile a quello del fieno, che è persino piacevole. Questo accade perché questi piccoli felini possiedono delle ghiandole salivari con un componente che svolge funzioni di “deodorante”.

L’igiene felina svolge una funzione di pulizia e sopravvivenza. Quando il gatto si lecca dopo aver mangiato, rimuove tutte le tracce di odore che possono attirare altri possibili predatori.

due gatti che si leccano

Per questi motivi, se notate uno strano odore corporeo nel vostro gatto non dovrete trascurarlo, dato che potrebbe nascondere un problema di salute del vostro amico a quattro zampe. Per prima cosa, quindi, portate subito il micio dal veterinario. Dopo una revisione approfondita, verrà determinata la causa specifica e il trattamento da seguire.

Cause del cattivo odore corporeo dei gatti

1. Infezioni

Un’infezione all’orecchio, oltre a causare dolore, provoca cattivo odore. Noterete disagio nel gatto, che si gratterà costantemente le orecchie, dal momento che sono piene di cera.

Se il cattivo odore corporeo dei gatti arriva dalla bocca, può essere dovuto alla presenza di un’infezione nei denti o al livello del palato. Come un ascesso vestibolare o un problema digestivo più serio. Quando si lecca, l’animale estende il cattivo odore su tutto il resto del corpo.

2. Problemi digestivi

Una dieta inadeguata può far sì che il gatto rilasci gas maleodoranti. Questo accade quando vengono nutriti con latte e mangimi bilanciati con un elevato contenuto di cereali.

Lo stomaco del vostro micio non può digerire correttamente qualsiasi cibo e potrebbero esserci situazioni che provochino gonfiore e flatulenza. L’intolleranza ad alcuni cibi o i parassiti intestinali complicano la digestione e provocano cattivo odore corporeo nei gatti.

3. Sviluppo sessuale

I gatti che raggiungono la maturità sessuale emanano un forte odore di urina. L’unica soluzione efficace per evitare questo è la sterilizzazione. Questo impedisce anche che l’animale, specialmente se è maschio, inizi a marcare tutta la casa per dimostrare che si tratta di territorio di sua proprietà.

4. Problemi alle ghiandole

Sotto la coda, i gatti hanno ghiandole che secernono una sostanza con un odore caratteristico. Se queste ghiandole funzionano con normalità, non si percepisce alcun odore. Ma quando si bloccano e si riempiono eccessivamente, emettono un odore sgradevole che invade l’intera pelliccia.

5. Presenza di batteri e funghi

Pulci, zecche e acari causano infezioni batteriche che colpiscono la pelle dei gatti. L’infezione fungina non produce solo un cattivo odore, ma porterà all’apparizione di chiazze di pelle nuda, desquamazione, prurito e dolore.

Come eliminare il cattivo odore corporeo dei gatti?

Se, dopo aver interpellato il veterinario, sono state escluse le problematiche di cui sopra, potrete aiutare il vostro micio ad avere un pelo pulito e profumato con una serie di consigli molto semplici ma assolutamente efficaci. Vediamoli assieme:

Spazzolate il gatto

Anche se i gatti non amano venire spazzolati, è un ottimo sistema per rimuovere i peli caduti, la sporcizia e le cellule morte accumulate. Si consiglia di farlo almeno 1-2 volte a settimana.

una spazzola con i peli di un gatto sdraiato sul fondo

Migliorate l’igiene

Anche il bagnetto è qualcosa che può infastidire il vostro amico a quattro zampe. Un lavaggio corto, non troppo frequente e con prodotti speciali sarà sufficiente. Gli shampoo a secco adatti ai gatti sono un’altra opzione per evitare lo stress del contatto con l’acqua.

È importante, quando applicate questo tipo di prodotti, evitare che l’animale si lecchi. Alcuni shampoo, inoltre, sono perfetti per impedire la comparsa di pulci e zecche.

Per mantenere i denti del gatto puliti e sani, è consigliabile spazzolarli ogni tanto con un dentifricio e un pennello speciale. Questi prodotti sono disponibili nei negozi di animali. Inoltre, dovrete occuparvi anche di tenere pulita la lettiera cambiando la sabbia periodicamente, perché l’animale potrebbe sporcarsi le zampette con le troppe feci accumulate.

Migliorate la dieta

Offrire al gatto un’alimentazione equilibrata, di alta qualità e una quantità sufficiente di acqua pulita e fresca, evita problemi di digestione e il cattivo odore corporeo. Il cibo secco è meglio di quello umido, aiuta a rimuovere il tartaro dai denti, evitando l’accumulo alla base della fastidiosa alitosi.

Controllate eventuali ferite

Se il vostro gatto ha l’abitudine di uscire fuori, in strada o in giardino, è probabile che possa farsi male e ferirsi. Tenete presente che le lesioni non trattate possono infettarsi e rilasciare cattivo odore. Per evitare problemi, controllate periodicamente il corpo del gatto per individuare graffi o ferite che poi dovrete pulire e curare.

Categorie: Curiosità Tags:
Guarda anche