Elaborare una pappa da svezzamento per cuccioli

· 26 gennaio 2018

I cani presentano diverse necessità nutrizionali a seconda della tappa vitale in cui si trovano. La pappa da svezzamento per cuccioli è ideale per aiutarli nella loro prima transizione alimentare e per prepararli alla vita adulta.

Periodo dello svezzamento: cos’è e quanto dura?

Il periodo dello svezzamento consiste nella prima transizione alimentare nella vita di un cane. L’animale sperimenta cambiamenti organici e comportamentali che lo preparano gradualmente a lasciare il latte materno. Ma lo svezzamento è molto più che un cambiamento di alimentazione. Infatti, durante questo periodo i piccoli si preparano a divenire indipendenti dai propri genitori.

I cuccioli devono conoscere il mondo esterno per sviluppare le proprie capacità e gli istinti di sopravvivenza. Pertanto, è indispensabile che abbiano sicurezza e fiducia nei propri mezzi per crescere in modo sano. Una volta trascorse tre settimane dalla propria nascita, i cuccioli entrano in una nuova tappa di crescita fisica ed emotiva.

Cuccioli

Tutto questo segna l’inizio del periodo di svezzamento, che si estende e finisce tra l’ottava e la nona settimana della loro vita. Il loro stomaco comincia a dilatarsi e a diventare più resistente, cosa che permette una miglior capacità di ingestione e digestione. Inoltre, cominciano a spuntare i primi denti da latte. Pertanto possono mostrarsi maggiormente famelici e inquieti.

La loro curiosità in pieno sviluppo li porta ad osservare e imitare alcuni atteggiamenti e comportamenti della madre. È abbastanza comune che si interessino ad odorare e provare il cibo che le viene dato. I cuccioli, però, ancora non hanno la capacità di masticare e digerire integralmente il cibo solido.

Allattamento sano

In una cagnolina sana, la tappa dell’allattamento si estende dalla nascita fino alla seconda o terza settimana, ovvero quando prepara i cuccioli per il posteriore svezzamento. Per garantire la quantità e la qualità del latte prodotto, è fondamentale fornire un’alimentazione adeguata alla madre.

L’obiettivo è quello di supplire alle sue necessità nutrizionali ed energetiche e mantenere così il suo buono stato di salute. A tal fine si raccomanda di offrirle un’alimentazione equilibrata con le proteine adeguate. La femmina può cominciare a seguire tale alimentazione giorni prima del parto e deve continuare fino alla fine dell’allattamento.

L’importanza di rispettare l’età dello svezzamento

Sfortunatamente molti allevatori non rispettano lo svezzamento per ragioni puramente economiche e obbligano i cuccioli a separarsi dalla propria madre prima dei 30 giorni. In tal modo non sperimentano naturalmente la trasformazione del loro organismo, ma un cambiamento radicale di ambiente e abitudini.

Tutte queste cattive abitudini generano di solito conseguenze gravi per l’equilibrio fisico ed emotivo dei cuccioli, che devono essere tenute in considerazione dai nuovi proprietari.

A livello fisico, i cuccioli non ricevono più i principi nutritivi essenziali e gli anticorpi presenti nel latte materno, cosa che debilita lo sviluppo del loro sistema immunitario e li rende vulnerabili a innumerevoli patologie.

Bisogna sottolineare anche che, emotivamente, la separazione brusca dalla madre provoca solitamente sentimenti di paura e insicurezza quando si arriva in una nuova casa.

Preparare una pappa da svezzamento per cuccioli

È importante garantire un cambiamento graduale ai cuccioli, in quanto ciò evita disturbi nel loro sistema digestivo e immunologico. È fondamentale anche includere nella pappa alimenti equilibrati di alta qualità.

Si può utilizzare lo stesso cibo che la madre consuma durante l’allattamento, però l’ideale sarebbe abituarli già al cibo solido per cuccioli che gli si darà nei loro primi 12 o 18 mesi di vita. In linea di massima, la pappa da svezzamento dovrà contenere il 70% di latte materno e il 30% di cibo solido.

Cani che corrono nel prato

Il periodo di allattamento

Il cucciolo può cominciare a provare questo purè a partire dalla terza o quarta settimana di vita, quando i primi denti da latte avranno fatto la loro comparsa. La pappa dovrà sostituire solo uno dei pasti costituiti da latte materno. In nessun caso può sostituire del tutto l’allattamento, in quanto in tal modo non si garantirebbe un’alimentazione equilibrata.

Una volta raggiunta la settima di vita, il purè potrà essere costituito al 100% da cibo solido. Per prepararlo basterà aggiungere dell’acqua calda sul cibo e lasciare riposare per circa 30 minuti. Quando la pappa sarà a temperatura ambiente, bisognerà omogeneizzarla e offrila ai cuccioli.

Attorno alla nona settimana, i cuccioli saranno pronti a consumare e digerire integralmente cibi solidi.

In caso di adozione, la pappa da svezzamento dovrà essere preparata con latte in polvere speciale per cuccioli. Possiamo trovare questo prodotto nei negozi di animali e nelle cliniche veterinarie.