Parassiti che vivono nella cuccia del cane

La cuccia del vostro cane presenta migliaia di microorganismi come parassiti, virus, batteri e funghi che dormono ogni notte (e ogni giorno) con lui. Così come ci preoccupiamo di mantenere pulito il nostro letto e di cambiare le lenzuola, è importante prendersi cura dell’igiene della sua cuccia.

Contagio durante le passeggiate

Quando vanno a spasso, i cani esplorano tutti gli angoli, giocano con altri cani, con bastoni, si rigirano nelle pozzanghere, leccano qualsiasi tipo di cosa. Adoriamo vedere come si divertono, ma ciò significa anche che quando tornano a casa possono portarsi dietro un’infinità di parassiti come pulci, acari e zecche. Essi ben presto finiranno nella cuccia del cane e potranno anche trasmettere malattie a noi umani.

Parassiti esterni

Cane nella cuccia

Il nostro amico può prendere le pulci da un altro cane o animale oppure semplicemente dalla strada, portandole a casa. Uno dei loro “nascondigli” preferiti è proprio la cuccia del cane. Bisogna essere meticolosi, perché possono infestare la casa.

Bisogna porre un rimedio, rispettare il calendario della deparassitazione e, se il vostro cane si gratta molto, portarlo dal veterinario per verificare che tutto vada bene.

La rogna

Si tratta di un’infezione prodotta da un gruppo speciale di funghi che infesta la pelle, il pelo e le unghie del nostro cane. I suoi sintomi possono essere arrossamento, prurito, perdita di pelo, ferite a chiazze con croste e problemi alle unghie.

La rogna si caratterizza per lesioni a forma circolare, a volte arrossate e con delle squame, con perdita di pelo nella zona.

Le spore di questa infezione possono vivere fino a 2 anni nell’ambiente, inclusa la cuccia del nostro cane. Il contagio è semplice, veloce e può propagarsi su altri animali e persone che vivono nella stessa casa.

Ascaridi e anchilostomi

In questo caso si tratta di parassiti che abitano nell’apparato digerente del nostro cane e si alimentano del contenuto dell’intestino o, come nel caso degli anchilostomi, di sangue. I cani si contagiano ingerendo altre feci infette da uova o mangiando animali infetti, come topi o uccelli. Possono trasmettersi anche da madre a cucciolo.

Tra i sintomi o segnali dell’infezione di questi agenti patogeni, ricordiamo la perdita irregolare di peso, diarrea e vomito, pelo in cattivo stato, tosse o addome gonfio. 

La salmonella e la listeria

Sono conosciute come malattie che si trasmettono attraverso gli alimenti umani. Oggigiorno è stato dimostrato che il 25% delle diete commerciali crude favoriscono la presenza di questi due batteri.

Il nostro animale può ospitare questi batteri nel proprio intestino senza mostrare sintomi e trasmetterlo alle persone che vivono con lui. Elimineremo il rischio di contagio se puliremo bene la cuccia del cane, ci laveremo le mani e conserveremo e manipoleremo correttamente il cibo dell’animale.

bagno al cane nel prato

Pulizia della cuccia del cane per evitare i parassiti

L’igiene della cuccia del nostro amico è molto importante. Per portarla a termine, dovremo stare attenti all’etichetta quando la acquistiamo. Se è possibile lavarla in lavatrice e metterla in asciugatrice, allora il problema è praticamente risolto. Le elevate temperature sono lo strumento ideale per eliminare parassiti, batteri e funghi.

Prima di pulire la cuccia del nostro amico, conviene passare l’aspirapolvere su di essa, per eliminare peli e residui di sporcizia incrostata. Sarà importante anche selezionare un detergente adeguato. Alcuni di essi, infatti, possono causare reazioni allergiche al nostro cane. Pertanto, bisogna evitare detergenti che contengono ammoniaca o candeggina, in quanto si tratta di prodotti molto dannosi per gli animali.

L’igiene del nostro amico

Esiste un’azione molto semplice che possiamo portare a termine per eliminare i residui dei parassiti nel nostro cane una volta tornati dalla passeggiata, ed è quella di pulirgli le zampe con un asciugamano appena arrivati a casa.

Anche spazzolare correttamente il cane dopo la passeggiata può essere di aiuto per eliminare qualsiasi sostanza che possa aver aderito al suo pelo e ridurre la frequenza dei bagni.

Deparassitare

Infine, è molto importante deparassitare esternamente l’animale per eliminare pulci e zecche. Allo stesso tempo bisognerà ricorrere anche a prodotti per deparassitare internamente l’animale. In tal modo, non solo proteggeremo il nostro amico a quattro zampe, ma anche noi stessi evitando il contagio.

Categorie: Salute Tags:
Guarda anche