Perché le gatte spostano i loro gattini?

Osservare le gatte che spostano i loro gattini in casa è normale, poiché il loro istinto impone loro di tenerli al sicuro. In questo articolo vi diciamo tutto su questo comportamento.
Perché le gatte spostano i loro gattini?

Ultimo aggiornamento: 27 novembre, 2021

È un comportamento comune per le gatte spostare spesso i propri cuccioli nei giorni successivi al parto e persino portarli lontano dai padroni. È un comportamento che sulle prime lascia perplessi, perché non sembra avere una ragione apparente.

In questo articolo vi mostriamo la spiegazione di questo comportamento in modo da aiutarvi a capirlo a fondo. Se vivete con una gatta che ha appena partorito, sapere il più possibile a riguardo vi sarà utile per aiutarla ad affrontare al meglio i momenti più delicati durante la cura della prole. Continuate a leggere.

Perché le gatte spostano i loro gattini?

I gatti, nonostante siano stati addomesticati per migliaia di anni, conservano ancora alcuni comportamenti istintivi tipici dei loro antenati selvatici. L’esempio più caratteristico di ciò è l’istinto di caccia, che il gatto trasforma in giochi e agguati in casa.

Anche nel caso della cura materna, la gatta si comporta seguendo i suoi istinti naturali. In natura, una femmina che sta per partorire cercherà un rifugio dove nascondersi e in cui nessuno possa disturbarla in un momento così vulnerabile.

Dopo aver dato alla luce i gattini, il suo istinto successivo sarà quello alla vigilanza, dal momento che i piccoli appena nati dipendono da lei in tutto. Pertanto, la madre rimane costantemente vigile per difendere la sua prole da possibili attacchi di predatori.

Grazie a questo istinto, le gatte spostano i loro gattini da un rifugio all’altro mentre si allontanano per cercare cibo. Dovendo lasciare i cuccioli da soli per andare a caccia, li sposteranno costantemente in modo da trarre in inganno i predatori e non allontanarsi troppo da loro.

Le gatte spostano i loro gattini da un posto all’altro semplicemente per proteggerli. È un comportamento incorporato nel loro codice genetico.

Perché lo fanno anche a casa?

Dopo aver letto quanto sopra, sicuramente avrete pensato che la vostra casa è un luogo privo di pericoli, in cui la gatta vive da anni senza avere alcun problema. Perché le gatte spostano i loro cuccioli pur trovandosi in un ambiente sicuro?

È importante essere coscienti del fatto che il vostro gatto non percepisce il mondo come facciamo noi umani. Inoltre, i gatti sono suscettibili allo stress, quindi una situazione delicata come crescere una cucciolata risveglierà i loro istinti di diffidenza anche se tutto sembra andare bene.

Ogni volta che la gatta percepisce un segnale di pericolo (o che interpreta come pericoloso), prenderà i suoi cuccioli e li sposterà. Sebbene sia impossibile impedire che la femmina si comporti in questo modo, risulta molto utile farle fare il nido dove preferisce, poiché in questo modo li sposterà di meno.

Perché la gatta porta i piccoli dal suo padrone?

Se sembra strano che il gatto sposti i cuccioli da un posto all’altro, lo è ancora di più quando li porta dal suo padrone. La spiegazione di ciò è che il gatto adulto vede il suo umano come una figura che trasmette sicurezza, perciò lo associa a un luogo adatto dove lasciare i suoi piccoli.

Tuttavia, non dovreste toccare i cuccioli o permettere al gatto di lasciarli con voi per lunghi periodi di tempo, poiché rischiate che la gatta finisca per rifiutarli perché impregnati del vostro odore. Riportate i piccoli dalla madre quando riposa, oppure spostate il nido nel punto della casa in cui trascorrete più tempo.

È un comportamento patologico?

Questo comportamento non è necessariamente un problema, purché il gatto non soffra di stress o ansia. D’altra parte, se avete un rapporto molto stretto con il vostro gatto, c’è la possibilità che finisca per sviluppare dipendenza emotiva durante il periodo dell’allattamento.

Se qualcuno dei piccoli ha una carenza o una malformazione, è possibile che la madre li mangi. Questo può succedere anche se la gatta percepisce che il pericolo per la cucciolata è troppo alto. Uccidere i propri figli, anche se per un umano sembra una cosa orripilante, è un meccanismo naturale che permette di recuperare le risorse biologiche investite nella riproduzione.

D’altra parte, se il gatto sposta molto spesso i gattini da un posto all’altro e insiste per portarli da voi, potrebbero correre il rischio di essere abbandonati dalla madre, poiché si sente stressata.

È possibile il calore dopo il parto nei gatti?

Sterilizzare e adottare

Se vi occupate di tenere gatti in stallo o lavorate a contatto con le associazioni, non è sicuramente la prima volta che vi imbattete in una gatta incinta che ha bisogno di assistenza in casa. In genere, i gruppi per la protezione degli animali riescono a trovare senza difficoltà una famiglia per i più piccoli.

Tuttavia, se state pensando di far accoppiare la vostra gatta, vi consigliamo vivamente di riflettere bene sulle responsabilità che ciò comporta. Ai piccoli è già stata assegnata una casa adatta prima di nascere? Sarete in grado di sostenere le spese e gli sforzi necessari per assistere la gatta durante tutto il processo? Questa decisione non influenzerà solo la vostra vita, ma quella del vostro gatto e dei cuccioli che verranno al mondo.

Potrebbe interessarti ...
Consigli su come trattare i cuccioli di gatto
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Consigli su come trattare i cuccioli di gatto

Ogni giorno viene recuperata una grande quantità di cuccioli di gatto. Adottarli è un atto di grande umanità, ma bisogna sapere come agire.



  • Bueno, R. Á. (2020). Etología felina: Guía básica sobre el comportamiento del gato. veterinaria.
  • Feldman, H. N. (1993). Maternal care and differences in the use of nests in the domestic cat. Animal Behaviour45(1), 13-23.
  • Bánszegi, O., Jacinto, E., Urrutia, A., Szenczi, P., & Hudson, R. (2017). Can but don’t: Olfactory discrimination between own and alien offspring in the domestic cat. Animal cognition20(4), 795-804.