Più di 300 specie di squali e razze rischiano l'estinzione

Più di 300 specie di squali e razze sono in pericolo di estinzione. Questi animali che un tempo erano i re degli oceani oggi sono minacciati dall'azione umana.
Più di 300 specie di squali e razze rischiano l'estinzione

Ultimo aggiornamento: 22 aprile, 2021

A dicembre 2020, l’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN) ha pubblicato un rapporto sulla biodiversità e sulla situazione attuale delle specie a rischio di estinzione. I dati non sono incoraggianti: delle 128.918 specie analizzate, più di 35.000 si trovano in pericolo di estinzione. Tra queste, moltissime specie di squali e razze.

Ancora più preoccupante è il fatto che 31 specie sono state dichiarate ufficialmente estinte negli ultimi tempi. Alcuni animali marini, in particolare squali e razze, stanno avendo la peggio.

La notizia e il reportage

Secondo un articolo della NBC news, la IUCN ha calcolato che circa 300 specie di squali e razze sono in pericolo di estinzione. Tra questi troviamo 4 specie di squali martello, 4 specie di squali angelo e la manta gigante (Mobula birostris).

Secondo Andy Cornish, rappresentante del WWF per la conservazione di squali e razze, “questi risultati purtroppo erano prevedibili”. Come indica l’esperto, “da 20 anni non facciamo che avvertire del rischio di pescare questi animali a livello internazionale, ma non è stato fatto abbastanza per mettervi fine”.

Oltre a queste segnalazioni, il documento ufficiale ci mostra ulteriori dati, non meno preoccupanti:

  • Lo squalo perduto (Carcharhinus obsoletus) entra nella lista rossa nella categoria di «pericolo critico (CR)». Praticamente, è considerato già estinto, dato che l’ultimo avvistamento risale al 1934.
  • 17 specie di pesci d’acqua dolce endemici del Lago Lanao, nelle Isole Filippine, sono ufficialmente considerate estinte.
  • Recentemente sono scomparse 3 specie di rane dell’America Centrale. Inoltre, altre 22 specie di questa regione si aggiungono alla categoria di “animali estinti”.

Potremmo continuare a elencare altri dati, ma ci sembra che l’idea sia chiara. La deforestazione, la caccia e il cambiamento climatico – tra molti altri fattori – stanno causando la lenta ma costante morte del pianeta. Se continuiamo così, presto ci ritroveremo in un punto di non ritorno.

Pinne di squalo.


Perché così tanti squali sono in pericolo di estinzione?

Purtroppo, per dare una risposta a questa domanda dobbiamo ancora una volta fare riferimento all’azione umana. Ad esempio, il portale del World Economic Forum ci mostra che il numero di esemplari di molte specie di squali dipende dalla loro vicinanza ai centri urbani e dal grado di povertà dei loro abitanti.

Per quanto letali possano apparire questi animali, siamo molto più dannosi per loro che viceversa. Diverse specie di squali vengono ancora cacciate per le loro pinne e per la loro carne. Ciò viene ulteriormente complicato dalla crescita lenta e del basso tasso di riproduzione della specie.

Gli squali sono praticamente estinti nel 20% della barriera corallina.

L’importanza degli squali e delle razze per gli ecosistemi

Al di là della loro infondata cattiva reputazione, questi animali sono dei super predatori essenziali per il mantenimento della catena alimentare negli ecosistemi marini. Tuttavia, non si tratta solo di predazione. Ecco alcuni dei modi in cui gli squali possono beneficiare degli habitat marini:

  1. Contrastano l’azione del cambiamento climatico: varie specie di squali proteggono inavvertitamente le distese di fanerogame, impedendo ad alcuni pesci erbivori di avvicinarsi per nutrirsi di loro. Queste piante catturano il carbonio atmosferico 35 volte più velocemente degli alberi terrestri.
  2. Sono architetti marini: alcune specie di razze e squali creano il micro habitat di molti piccoli pesci e invertebrati semplicemente scavando nella sabbia.
  3. Coltivano alcune specie di piante marine involontariamente: alcune razze e squali abitano le profondità marine. Quando salgono in superficie, portano con sé i nutrienti biologici – precedentemente persi – attraverso la defecazione. Questo è un ottimo compost per molte alghe.
  4. Sono una fonte essenziale di nutrienti: a causa della loro grande massa corporea, gli squali morti sono una fonte di cibo per molte specie.
Squalo che nuota vicino ad un sub. Squali e razze rischiano l'estinzione.

Oltre a questo, squali e razze generano anche un grande interesse turistico, soprattutto per i sub per i più avventurosi. Se fatto correttamente, l’ecoturismo può promuovere la conservazione dell’habitat e generare benefici economici per le comunità più povere che, senza di essa, ricorrerebbero alla pesca e alla caccia indiscriminate per sopravvivere.

Squali e razze: salviamoli dall’estinzione!

Gli squali sono essenziali per la vita marina e il mantenimento degli ecosistemi acquatici. Si spera che le misure da parte dei governi siano più severe per evitare che la pesca metta ulteriormente a repentaglio le popolazioni di queste specie che possano così tornare ad essere padroni dei mari.

Potrebbe interessarti ...
Squalo grigio: caratteristiche e habitat
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Squalo grigio: caratteristiche e habitat

Lo squalo grigio, anche conosciuto come squalo del reef (barriera corallina in inglese), è una specie di taglia media che vive soprattutto in acque...