Precauzioni maggiori per i cani allergici alle pulci

Precauzioni maggiori per i cani allergici alle pulci

Ultimo aggiornamento: 18 settembre, 2017

I parassiti possono provocare grossi problemi al nostro cane. La cosa peggiora quando questi parassiti sono diffusi come le pulci. Si trovano dappertutto e il cane è sempre esposto alle loro punture. Tuttavia, dobbiamo prestare ancora più attenzione se il nostro animale è allergico alle pulci.

Cosa sono e come si comportano le pulci?

Autore: LuAnn Snawder Photography

Le pulci sono dei piccoli parassiti senza ali e con sei zampe, le ultime due più sviluppate per permettere il salto verso la loro vittima. Si nutrono del sangue dell’essere al quale si attaccano. Finché ci sarà sangue a sufficienza, la pulce avrà un posto dove stare.

Si attaccano al pelo o alla pelle dell’animale, di solito su dorso, fianchi e addome. Nei cuccioli si trovano soprattutto su testa, orecchie e collo.

Le pulci possono provocare irritazione, punture e perdita di sangue nei nostri animali. Trasmettono anche malattie a persone e cani. La loro saliva fa sì che molti cani siano allergici a questi parassiti. Questa è nota come dermatite allergica da puntura di pulce.

Che cos’è l’allergia alle pulci o dermatite allergica da puntura di pulce?

È un’allergia provocata dalla saliva della pulce, che crea forte prurito, irritazione, gonfiore, e fa sì che il cane si gratti, lecchi e persino morda la zona interessata. Inoltre, potrebbe anche perdere il pelo.

Questa allergia si presenta in particolare in parti del corpo quali l’inizio della coda, l’addome, le cosce e la regione inguinale.

Nei cani che presentano allergia alle pulci, un’altra cosa che si può notare è l’arrossamento eccessivo della pelle. In questi casi bisogna intensificare l’attenzione e la prevenzione.

La prevenzione quando il cane è allergico alle pulci

Si dice che la miglior difesa sia l’attacco. Per questo motivo, attaccare le pulci prima che arrivino sarà la carta migliore da giocare per combatterle e prendersi cura del nostro animale, salvaguardandone la salute.

Anche se esistono molti prodotti antiparassitari, questi contengono un alto livello di composti chimici e potrebbero danneggiare il pelo o la pelle del nostro animale. Anche se è sempre possibile trovarne di meno nocivi, ciò non sarà sufficiente. Dobbiamo evitare che arrivino anche in casa.

A tal fine esistono vari rimedi casalinghi per tenerle lontane. Bisogna inoltre non esporre il cane a diverse situazioni o, almeno, proteggerlo prima di farlo.

  • Luce e acqua. Dovrete farlo per qualche giorno, ma vi assicuriamo che ne varrà la pena. Mettete dell’acqua in un recipiente con un po’ di detersivo per piatti, ma cercando di non fare schiuma. Quindi mettete il recipiente sotto una lampada e lasciatelo lì per tutta la notte con la luce accesa. Al risveglio, vedrete che ci saranno molte pulci e il loro numero andrà diminuendo col passare dei giorni, dimostrando che se ne sono andate. Questo accade perché le pulci adorano la luce, e cercando di raggiungerla finiscono nel recipiente, perché lì il riflesso è più forte.
  • Succo di limone. Questo è un odore e sapore che le pulci odiano. Quindi, il modo più efficace, semplice e rapido per evitare che raggiungano il cane è aggiungere il succo di due o tre limoni all’acqua del secchio per lavare i pavimenti. E, prima che vi venga in mente di farlo, non mettetelo sulla pelle dell’animale.
  • Menta poleggio. Dovrete solamente mettere dei sacchetti di poleggio nascosti in giro per casa per far sì che le pulci se ne vadano.
  • Lavanda e aceto. Un bicchiere di aceto e 40 gocce di lavanda diluiti in un secchio d’acqua. Dopo aver pulito la casa, lavate di nuovo con questa miscela. Tutte le pulci che si trovano in casa moriranno o almeno si intontiranno. La cosa migliore è passare poi l’aspirapolvere per eliminarle definitivamente.