Quali sono le differenze tra lama e alpaca?

· 21 ottobre 2018
Una delle maggiori differenze tra lama e alpaca è la loro dimensione: i lama sono visibilmente più alti degli alpaca.

Le differenze tra lama e alpaca sembrano quasi impercettibili se non siete abituati a vedere spesso questi mammiferi artiodattili. Appartengono entrambi alla famiglia dei Camelidi e vivono in Perù e in Bolivia. Tuttavia, non è così difficile distinguerli. Andiamo ad analizzare le differenze tra lama e alpaca.

Lama e alpaca: gli elementi in comune

Prima di elencare le loro differenze, è opportuno notare le loro somiglianze. Questi animali vivono in un habitat molto simile e sono strettamente correlati tra loro. Entrambi appartengono alla stessa famiglia di cammelli e dromedari; inoltre, sono imparentati con vigogne e guanachi, sebbene questi due siano animali selvatici.

Sia alpaca che lama seguono una dieta simile: sono animali erbivori e si alimentano pascolando, vivono in branchi e sono animali domestici.

Vivono pacificamente a contatto con l’uomo. Passiamo ora a elencare le loro differenze, che vanno ben oltre il mero aspetto fisico.

Differenze tra lama e alpaca

Le differenze tra lama e alpaca sono evidenti per coloro che sono abituati a vederli spesso, anche se per qualcuno che viaggia per la prima volta nelle aree in cui vivono (il Sud America), possono essere facilmente scambiati.

Le caratteristiche che li rendono animali dissimili hanno a che fare con il loro rapporto con l’uomo e il carattere, quindi non solo con il fisico.

Entrambi sono animali docili, ma reagiscono in modi diversi all’interazione con gli estranei.

1. Altezza e proporzioni

Una delle maggiori differenze tra lama e alpaca è la loro dimensione: i lama sono visibilmente più alti degli alpaca. I primi misurano circa 120 centimetri al garrese, mentre i secondi raggiungono a malapena quota 90.

Pertanto, sono anche più pesanti. Infatti, i lama superano spesso i 100 chilogrammi di peso, mentre gli alpaca si attestano intorno ai 60. Cioè, in generale, gli alpaca non sono più alti di un essere umano adulto, mentre i lama, con collo e orecchie, possono facilmente superare questa statura media.

2. Tratti del muso

Se guardiamo da vicino il volto di questi mammiferi, alcune differenze tra lama e alpaca salteranno agli occhi in modo lampante. Gli alpaca possiedono tratti più arrotondati e hanno i tratti del muso meno affilati, rispetto ai loro cugini.

Alpaca al pascolo

I lama hanno orecchie lunghe e appuntite: quelle degli alpaca sono più arrotondate. Lo stesso succede con il naso: quello dell’alpaca sporge di più e ha una forma più larga.

3. La lana

Per quanto riguarda la relazione con l’essere umano, si nota anche una certa differenza tra questi due animali a livello di pelliccia. La lana dell’alpaca è di una fibra molto ambita perché è morbida e leggera. Non solo ha un manto più spesso e abbondante, rispetto al lama, ma possiede anche un aspetto più spugnoso.

D’altra parte, dato che la lana del lama è più ruvida e difficile da lavorare, nel corso della storia sono stati impiegati spesso come animali da tiro.

Ciò si deve anche alla loro maggiore potenza fisica. I lama, quindi, offrono meno lana e questa è meno redditizia in termini di resa e tempi di lavorazione.

4. La personalità

Altre differenze tra lama e alpaca vanno cercate nel loro carattere. Mentre entrambi sono animali socievoli, addomesticati e che mostrano curiosità per gli umani, ci sono delle particolarità che vale la pena menzionare.

Gli alpaca sono animali piuttosto timidi e tendono a fuggire dinanzi agli estranei. Non amano lavorare per l’essere umano e, se vengono infastiditi o si arrabbiano, possono arrivare a sputare.

In ogni caso, nonostante dispongano di questa “arma” difensiva, il primo istinto sarà quello di allontanarsi.

Lama disteso accanto a un alpaca

Al contrario, i lama sono più estroversi, ma anche più ostinati. Se un lama si sente turbato o non viene trattato come si deve, non esiterà a sputare o a prendere a calci chiunque si trovi nelle vicinanze.

Inoltre, può sottrarsi al lavoro, rimanendo immobile o sdraiandosi, in modo tale che diventa impossibile costringerlo a muoversi.

Le differenze tra lama e alpaca non sono così eclatanti come in altre specie. Ma basterà tenere presente le informazioni che vi abbiamo dato per poterli distinguere.

Se vi troverete di fronte a un esemplare di questa famiglia e non siete certi che si tratti di un lama o un alpaca, basatevi sulle sue dimensioni e sulla forma delle orecchie invece di provocarlo per vedere se vi sputa addosso.