Quanto esercizio deve fare il cane ogni giorno?

· 28 Aprile 2019
Sia l'eccesso che la mancanza di esercizio fisico possono causare problemi comportamentali o di salute nei cani, quindi la moderazione è essenziale per garantire loro pieno benessere fisico e mentale.

Anche se esiste, nella nostra società moderna, una forte spinta al benessere e al fitness, non sempre fa bene eccedere con l’attività fisica. Un discorso che interessa sia le persone che gli animali domestici. Poche persone sanno quanto esercizio deve fare il cane ogni giorno.

L’obiettivo dovrebbe sempre essere quello di trovare un giusto equilibrio tra riposo e sport, in modo da favorire il corretto sviluppo e garantire una vita sana anche all’animale.

Proprio per questo motivo, abbiamo deciso di raccogliere in questo articolo tutte le informazioni necessarie e qualche consiglio utile per sapere quanto esercizio deve fare il cane ogni giorno.

La natura dei cani

Fare attività fisica, ovviamente, fa bene agli esseri umani e anche agli animali. Grazie all’allenamento, infatti, è possibile rinforzare l’organismo, migliorare il sistema immunitario e prevenire molteplici patologie.

Non parliamo solo di malattie legate al peso o all’obesità ma anche, e soprattutto, problematiche che potrebbero interessare la circolazione, il cuore, gli ormoni e anche la mente.

Un cane che fa poco esercizio fisico è più incline ad ammalarsi, ma anche ad adottare comportamenti distruttivi.

Tutti gli esseri viventi hanno bisogno di scaricare l’energia accumulata: se non viene bruciata tramite l’attività fisica, il rischio è che inneschi situazioni di stress, ansia e aggressività.

Ma anche un eccesso di esercizio deve essere evitato, in quanto può favorire lesioni, ferite, dolori ossei o muscolari e via dicendo. Il sovrallenamento può scaturire in atteggiamenti sbagliati, spesso di carattere distruttivo.

Se a un cane fanno male i muscoli, per un eccessivo affaticamento, cercherà di trovare sollievo mordendo o masticando ciò che trova.

Quanto esercizio deve fare il cane ogni giorno?

I cani, in generale, sono esseri viventi tranquilli. Hanno una reputazione di animali pigri, e non a caso: sono sempre ben disposti a dormire molte ore al giorno. Persino in natura non percorrono mai distanze eccessive per cercare cibo e preferiscono accontentarsi di ciò che trovano nelle vicinanze.

padrona fa jogging con cane con la museruola

Sono concetti di base che occorre tenere a mente quando si decide di far fare sport al proprio amico a quattro zampe. Oltretutto, dovrete sempre considerare l’età del cane, le sue dimensioni e altre caratteristiche fisiche.

Sebbene abbiano una personalità iperattiva, e a tratti nervosa, non bisogna far fare troppo esercizio ai cuccioli. Tutta l’energia che possiedono viene infatti spesa attraverso il gioco, anche in solitudine.

Giocate tranquillamente con il vostro cucciolo, stimolatelo e spingetelo a muoversi, ma con moderazione. Prima del suo completo sviluppo (tra un anno e mezzo e due anni) non dovrete portarlo fuori a correre né fargli fare esercizi extra.

Solamente i cani adulti (dai due ai cinque anni) possono fare esercizio fisico assieme a voi. Tenete presente che, come le persone, hanno bisogno di una fase di riscaldamento: non iniziate mai nessuna attività o sport a freddo.

Dai sette anni in su, le ossa e le articolazioni cominciano a presentare problemi, quindi occorrerà ridurre l’attività fisica fino a quando sarà necessario eliminarla definitivamente.

Inoltre, salvo in casi molto specifici indicati dal veterinario, non è obbligatorio forzare un cane a correre fuori o inseguire ripetutamente una palla.

Non esiste alcuna regola rispetto a quanta attività extra va assegnata al vostro amico a quattro zampe. Infatti, con appena tre passeggiate di qualità al giorno, soddisfereste ampiamente le esigenze “sportive” del vostro cane.

Parliamo, approssimativamente, di un’ora e mezza di passeggiata al giorno. Forse molti rimarranno sorpresi da questo valore, ma basta fare una semplice considerazione per comprendere meglio l’argomento.

I cani non camminano in linea retta, quindi percorrono molti più metri di voi, ancor più se nel parco c’è un compagno di giochi.

Cani giocano nel prato

Un allenamento graduale, naturale e costante è il più vantaggioso per la salute dei cani. La passeggiata ha una scopo: permette di socializzare e di muoversi.

Attività fisica in base alla taglia del cane

A quanto detto finora, occorre aggiungere che non potete ignorare le dimensioni e le caratteristiche fisiche del vostro cane in relazione alle possibili attività fisiche da fare assieme.

I cani di piccola taglia non solo devono fare uno sforzo maggiore per eseguire lo stesso esercizio di un cane medio o grande: hanno anche un corpo più delicato. Per razze come Chihuahua, Maltese, Shih Tzu, Pechinese e altri, le semplici passeggiate quotidiane rappresentano molto più di un allenamento raccomandato.

Anche i loro colleghi grandi vanno tutelati. Non dimenticate che i cani di grossa taglia tendono a soffrire di problemi alle articolazioni. L’Alano, il Levriero Scozzese, il Mastino Napoletano o il Terranova e altri ne sono un chiaro esempio.

Infine, gli esemplari con le zampe corte e la schiena lunga (Welsh Corgi Pembroke, Bassotto, Bassotto gigante e non solo) rischiano seri problemi di natura fisica, se vengono allenati con esagerazione.

Per sapere quanto esercizio deve fare il vostro cane, ogni giorno, bisogna per prima cosa imparare a osservare e conoscere il proprio animale.

Non parliamo solo di taglia, caratteristiche fisiche, età e stato di salute, ma anche della sua personalità e della sua indole.

Non dimenticate la stimolazione mentale

Quando si parla di salute dell’organismo, per prima cosa si pensa sempre all’esercizio fisico. Poche persone si concentrano anche sulla stimolazione mentale.

È inutile che un cane corra per mezz’ora dietro una palla, se poi torna a casa e non sa che fare. Anche la noia porta a comportamenti distruttivi e a cattive abitudini.

Dal momento che, come abbiamo visto, tre passeggiate al giorno di qualità sono sufficienti per la salute fisica del vostro animale domestico, è bene dedicarsi a comprendere come fare per stimolarlo dal punto di vista psicologico.

Un cane morde un giocattolo con premi

Anche in questo caso, non c’è ragione per esagerare. Pensate che sono sufficienti 10 minuti al giorno per stimolare mentalmente un cane.

Queste attività possono essere fatte anche senza dover comprare dei giocattoli. Potrete divertirvi a fargli inseguire degli odori, portarlo a spasso in una nuova zona per fargli annusare oggetti, persone e cani insoliti. Oppure nascondere pezzi di cibo in giro per la casa e lasciare che li trovi.

Se siete a corto di idee, i giocattoli interattivi sono un’eccellente opzione. Parliamo di puzzle per cani o tappeti con odori: sono solo alcuni dei metodi di base per la stimolazione mentale dei cani.

Prima di decidere quanto esercizio fisico far fare al vostro cane ogni giorno, dovrete prendere in considerazione molti elementi importanti.

Non commettete l’errore di trascurare l’esercizio mentale, poiché la felicità e il buon comportamento del vostro amico a quattro zampe dipendono anche da questo.