Quattro animali che vivono in Antartide

L’Antartide è l’unico continente che non ha insediamenti umani, al di là delle spedizioni scientifiche. È un’enorme massa di ghiaccio e roccia situata al Polo Sud del nostro pianeta ed è uno dei luoghi con le condizioni di vita più estreme. In questo articolo, vi guideremo alla scoperta di quattro specie di animali che vivono in Antartide.

Antartide, il continente più freddo del mondo

Questo continente situato nell’estremo sud della Terra, praticamente si trova completamente all’interno del Circolo Polare Antartico. È ricoperto quasi interamente dalla neve, il che rende le condizioni ambientali molto estreme e qui è difficile, per la vita, prosperare.

Quasi tutta la vita animale occupa le zone costiere. All’interno non c’è vegetazione o altro tipo di cibo. Il mare è la più grande fonte di sussistenza per gli esseri viventi e, quindi, quasi tutti gli animali che si trovano in questo luogo remoto vivono intorno ad esso.

I vertebrati sono concentrati nelle zone marittime, sebbene in questo continente, e anche sotto il ghiaccio, si possano trovare forme di vita. Gli esseri invertebrati, come acari o zecche adattati al freddo, sono i veri abitanti all’interno dell’Antartide.

1. Orca marina

Le orche sono una specie di cetaceo che appartiene alla famiglia dei delfini, anche se è popolarmente conosciuta come se fosse una “balena”. Sono di colore bianco e nero, la dimensione e la posizione delle caratteristiche macchie sono uniche per ogni esemplare. Funzionano come una specie di impronte digitali.

Orca assassina in mare

Le orche assassine sono animali molto intelligenti, in grado di creare strategie per cacciare assieme a due o più individui. È stato anche scoperto che hanno sviluppato un linguaggio di comunicazione complesso e che persino esistono dialetti differenti, a seconda della posizione geografica.

Le orche sono considerate in pericolo di estinzione, ma in realtà non si possiedono ancora abbastanza dati per affermarlo. Gli scienziati sospettano che in realtà ci siano più di una specie di orche e non si conoscono le dimensioni della popolazione totale, per poter confermare questo pericolo. Tuttavia, sono state create leggi internazionali per proteggerle da eventuali pescatori.

2. Pigoscelide di Adelia

In Antartide è possibile trovare fino a sette diverse specie di pinguini, ma questa varietà vive sul continente stesso e sulle isole più remote.

Questo uccello pesa circa quattro chilogrammi e ha un’altezza compresa tra i 70 e i 90 centimetri. Hanno un solido dorso nero, ali e una pancia completamente bianca. Sono facilmente distinguibili da altre specie di pinguini, poiché possiedono dei bordi bianchi.

Pigoscelide di Adelia cammina sulla neve da solo
Fonte: Pinguinopedia.com

Questi animali che vivono in Antartide sono raggruppati in colonie che possono avere dimensioni molto diverse. Su una delle isole c’è una colonia che si stima abbia quasi mezzo milione di esemplari. Inoltre, è comune che colonie più piccole si formino attorno a colonie di grandi dimensioni.

I Pigoscelidi di Adelia sono monogami e rimarranno fedeli a un solo partner per tutta la vita. Dopo l’accoppiamento e la deposizione delle uova, si aiutano reciprocamente a incubarle. Entrambi collaborano alla costruzione del nido, usando piccole pietre che impilano con molta cura. Poi, mentre uno dei genitori va a cercare il cibo, l’altro si prende cura della prole.

3. Procellaria del Capo

Molti degli animali che vivono in Antartide sono uccelli. La Procellaria del Capo è una delle due specie di procellaria che vivono sulle coste del continente.

Questo uccello si nutre di piccoli crostacei, calamari e carogne. È comune vederli formare stormi dietro alle navi che gettano in acqua i resti della pesca. Nidificano in colonie su scogliere o rocce scoscese e, sebbene si riproducano in Antartide, si spostano e si distribuiscono in molti altri luoghi dell’emisfero australe.

una Procellaria del Capo in volo con le ali aperte
Fonte: Damisela.com

Deve il suo nome alla sua caratteristica principale: le macchie bianche e nere sulle sue piume, che le danno l’aspetto di una scacchiera.

4. Elefante marino

Attualmente, vivono due specie di elefanti marini sulla Terra: la prima nell’emisfero settentrionale e l’altra, evidentemente, in Antartide. Questi mammiferi carnivori, appartenenti al genere Mirounga, sono legati alle foche e sono gli animali più grandi della loro famiglia.

Il dimorfismo sessuale è molto evidente in questa specie. I maschi sono lunghi fino a quattro metri e mezzo, quasi un metro più lungo delle femmine. Il peso si aggira attorno a 4 tonnellate, contro i 900-1000 kg delle compagne di sesso opposto. Tra gli animali che vivono in Antartide, sono quelli che registrano il maggior peso.

Elefanti marini in Antartide
Fonte: Damisela.com

Il nome di questo imponente mammifero deriva dalla piccola proboscide che, ancora una volta, caratterizza gli esemplari maschi. E’ una protuberanza molle di 30-40 centimetri, usata per intimidire o combattere contro altri maschi, durante la stagione riproduttiva.

Da un punto di vista evolutivo, per fortuna non esiste un pericolo di estinzione per questi straordinari esseri viventi. Resta il fatto che, nonostante l’aspetto goffo e lento, è risaputo che gli elefanti marini sono eccellenti nuotatori e possiedono un carattere violento e molto aggressivo.

L’Antartide è un continente con condizioni climatiche estreme. La vegetazione cresce pochissimo e la vita che si trova all’interno è limitata agli invertebrati. Al contrario, sulla costa è possibile osservare diverse specie animali che, nel corso dei millenni, sono riusciti ad adattarsi alle condizioni davvero proibitive di questo luogo perennemente coperto da neve e ghiaccio.

Categorie: Curiosità Tags:
Guarda anche