Come evitare che i vicini odino il vostro cane

· 7 ottobre 2015

Se volete evitare che i vostri vicini di casa odino il vostro cane, assicuratevi che non abbai in modo eccessivo, soprattutto quando non siete in casa. L’abbaiare costante dei cani è di solito motivo di liti tra vicini: partono denunce, piovono multe e a volte si va addirittura per avvocati. Per evitare questo tragico scenario, in questo articolo vi diamo una serie di consigli per cercare di ridurre i latrati persistenti del vostro beniamino.

Abbaiare è da cani

beagle che abbaia

Da che mondo è mondo, un cane abbaia: sarebbe strano il contrario.

Però, ammettendo anche che i vostri vicini siano estremamente irritabili, di quelli che si lamentano anche del battito d’ali di una farfalla, bisogna pur dire che ascoltare per ore e ore un cane che abbaia, guaisce e ulula non è affatto piacevole.

È molto probabile che il vostro cane non si comporti in questo modo quando è in vostra compagnia: questo tipo di condotta di solito si manifesta -o si aggrava- quando l’animale resta da solo e può essere causata da diversi fattori: paura, noia, stress o ansia da separazione.

Cosa fare per evitare che i vicini di casa odino il vostro cane

Oltre ad occuparvi dell’educazione e della socializzazione del vostro cane, affinché sia in grado di convivere armoniosamente insieme al resto della famiglia e con altre persone o animali, vi invitiamo a seguire questi consigli:

  • Prima di recarvi al lavoro, fate fare al vostro amico una bella passeggiata e giocate un po’ insieme a lui: in questo modo lo stancherete un po’ e il vostro amico, una volta solo in casa, sarà più rilassato e quindi più propenso a schiacciare un pisolino piuttosto che iniziare ad abbaiare senza pausa. Potreste scoprire che è anche un buon modo per mantenervi in forma e risparmiare i soldi della palestra.
  • Lasciategli dei giocattoli con cui possa intrattenersi. I migliori a questo scopo sono quelli che si possono riempire con del cibo: lo manterranno occupato per un bel pezzo, mentre cerca di arrivare al succulento boccone.
  • Mantenetelo lontano dalle stanze che danno direttamente sulla strada, per evitare che si spaventi a causa dei rumori esterni o che si agiti vedendo passare macchine, persone, gatti, altri cani, ecc…
  • Se il vostro cane soffre di ansia da separazione -una delle cause più frequenti dei latrati eccessivi- chiedete al vostro veterinario di aiutarvi a trovare una soluzione.

Note sull’ansia da separazione

cani aggressivi

L’ansia da separazione non si manifesta soltanto con latrati e guaiti costanti, mentre voi siete fuori casa: i cani che soffrono di questo disturbo possono arrivare a distruggere oggetti e a fare i propri bisogni in giro per casa.

Per correggere questo problema in alcuni casi il cane va sottoposto ad un trattamento farmacologico. Però è fondamentale che cerchiate di cambiare poco alla volta il vostro atteggiamento nei confronti del vostro cane, in modo che questi comprenda che, dopo esservi assentati, tornerete sempre e che non succede nulla di grave se resta solo per un breve periodo.

Un buona abitudine è quella di evitare grandi effusioni quando andate via o quando tornate. Anche se vi può sembrare strano, questo atteggiamento può avere degli effetti negativi sul vostro beniamino: quanto più vi dimostrerete affettuosi con lui, tanto più sentirà la vostra mancanza e piangerà fino al vostro ritorno.

Alla ricerca della convivenza perfetta

Di fronte alle lamentele dei vicini di casa per gli eccessivi guaiti del vostro cane, evitate il conflitto diretto ma cercate piuttosto di risolvere la questione in modo civile:

  • non mostratevi sorpresi o increduli quando vi fanno notare che il vostro cane li disturba: il fatto che il vostro amico peloso sia un agnellino quando è con voi non significa che lo sia anche in vostra assenza.
  • Chiedete conferma anche ad altri vicini di casa, per assicurarvi che il vostro cane organizza davvero questi assordanti concerti quando voi non siete a casa.
  • Per farvi un’idea di quello che succede quando non siete a casa, provate a registrare il vostro cane: ascoltarlo vi aiuterà a focalizzare meglio il problema e, quindi, anche la soluzione.
  • Mentre cercate di correggere questo fastidioso comportamento, interpellate nuovamente i vicini di casa e continuate a registrare il cane in vostra assenza, per vedere se ci sono dei progressi.

Oltre a occuparvi degli eccessivi latrati de vostro cane, non dimenticate di raccogliere sempre i suoi escrementi quando siete in giro e di mantenere sempre pulito il cortile o il giardino, se ne avete uno: è una forma di convivenza civica che sicuramente anche i vicini di casa più intolleranti sapranno apprezzare e, allo stesso tempo, un buon modo per evitare che arrivino ad odiare il vostro fedele amico a quattro zampe.