La riproduzione delle mucche e la produzione di latte

· 3 luglio 2018

Il ciclo di vita del bestiame è un po’ diverso da quello delle persone. E, probabilmente, a molti interesserà sapere come si sviluppa. Proprio a tal ragione, in questo articolo vi vogliamo parlare dettagliatamente della riproduzione delle mucche e della produzione di latte.

Nel caso non lo sapeste, gli umani sono gli unici mammiferi che continuano a bere latte da adulti, come se ancora fossero cuccioli. E, come conseguenza, per mantenere la produzione di latte costante, c’è bisogno che le mucche si riproducano continuamente.

Il legame tra riproduzione e produzione di latte

Inseminazione artificiale delle mucche da latte

Nel bestiame, raramente si verifica un coito tra una mucca e un toro perché può essere pericoloso per entrambi gli animali. Nella totalità dei casi, la mucca viene inseminata artificialmente dagli agricoltori, per evitare questi rischi e garantire il successo della fecondazione.

Vi ricordiamo che l’inseminazione artificiale è il processo mediante il quale il liquido seminale di un maschio viene inserito nell’utero della femmina per ragioni cliniche. Può essere fatto sia negli uomini che negli animali, come abbiamo già menzionato nel caso delle mucche.

La fecondazione non può essere realizzata a caso, né in qualsiasi momento: può avvenire con successo solo quando la mucca raggiunge l’estro. Questo processo dura circa 18 ore, quindi l’agricoltore non può perdere tempo se vuole fecondare l’animale e mantenere costante la produzione di latte della sua fattoria.

Mucca con il suo piccolo al pascolo

A seconda della razza, la gravidanza può durare circa 278 giorni, ad eccezione delle mucche Jersey e Holstein, che partoriscono una decina di giorni prima. Per facilitare la produzione di latte, si raccomanda che l’animale ripeta questo ciclo ogni 12 o 13 mesi.

Alimentazione per le mucche che producono latte

Una volta che il cucciolo nasce, la mucca sarà pronta per dargli il latte e nutrirlo. Sebbene il vitellino si nutra in modo completo grazie alla madre, gran parte del liquido rimane all’interno delle mammelle dell’animale, ed è in questo frangente che entra in gioco l’uomo.

Va notato che l’alimentazione è di grande importanza quando una mucca è in allattamento, perché l’animale ha bisogno di energie extra per la produzione di latte. In questo ordine di idee, la mucca deve essere nutrita con cibo di alta qualità e non solo con l’erba a cui è abituata.

L’erba è il cibo ideale per l’animale, ma non contiene calorie sufficienti per sostenere questo grande sforzo fisiologico. Infatti, il comportamento e il ritmo di produzione saranno influenzati dal tipo di alimentazione offerta alle mucche.

In caso contrario, l’animale perderà gran parte del suo peso corporeo – circa il 10% – e non sarà in grado di mantenere lo stesso ritmo di produzione di latte. Se la mucca viene alimentata con integratori e altre sostanze con più contenuto calorico, perderà solo l’1,5% del suo peso iniziale.

delle mucche mangiano del mangime industriale

Tra gli alimenti consigliati per aumentare la produzione di latte, vengono suggeriti quelli con un maggiore contenuto di amido. Gli alimenti come la manioca, il riso e l’avena sono ideali e possono essere mescolati con l’erba normalmente data al bestiame, oltretutto facilitandone il consumo.

Oltre alla relazione tra peso ed energia, altri fattori come l’età degli animali, il clima e la salute generale incidono sulla riproduzione delle mucche e la produzione di latte. Una giovane mucca da latte avrà una produzione maggiore rispetto ad una femmina più anziana.

Mucche sane e produzione di latte costante

E’ buona norma tenere sotto controllo il ciclo estrale delle mucche per conoscere il momento propizio per la loro riproduzione. In questo modo, sarà possibile sapere quando inseminare l’animale con un’alta probabilità di successo. L’animale deve seguire questo ciclo ogni 12 o 13 mesi per mantenersi in forma fisica ottimale.

Come regola generale, ci si deve prendere cura della salute del bestiame molto prima di iniziare il processo, dal momento che un esemplare stanco o malato può causare più problemi che benefici a lungo termine. Bisogna garantire che sia la madre che il vitello non abbiano problemi in futuro.

Come abbiamo visto, l’alimentazione è essenziale: determina la fertilità e buona parte della salute dell’animale. Una mucca in buona salute può produrre più latte in un determinato periodo di tempo. Inoltre, la qualità di erbe, mangimi ed integratori servirà per mantenere il peso dell’animale e migliorare la produzione di latte.