La dieta dell’iguana e la sua importanza per la salute

4 Giugno 2018

Tra gli animali domestici esotici, l’iguana verde è la più comune. La dieta dell’iguana è fondamentale per la sua salute e gli errori che si commettono possono causare delle malattie.

La dieta dell’iguana è strettamente vegetariana

Questo punto è fondamentale. La prima cosa che dovete sapere è che l’iguana è vegetariana e non ha bisogno di mangiare pollo, prosciutto o qualsiasi altro alimento d’origine animale.

Non mangia neanche gli insetti, come invece fanno gli altri rettili; non ricorrete al mangime già preparato. Il suo intestino non è fatto per la proteina animale.

Il calcio e la vitamina D, fondamentali nella dieta dell’iguana

Alcune volte all’alimentazione dell’iguana possono essere aggiunti degli elementi, specialmente il calcio, per evitare delle patologie, come la malattia ossea metabolica.

E’ difficile fornire il calcio a questo rettile senza supplementi e solo con una dieta naturale. Tuttavia, il calcio che includeremo dovrà essere assorbito tramite la vitamina D.

iguana verde sdraiata

E’ per questo che le iguane devono stare al sole o almeno sotto un emettitore di raggi UV.

Quali alimenti deve includere la dieta dell’iguana?

In primo luogo, degli alimenti con un’alta concentrazione di calcio, come il dente di leone, l’erba medica o il trifoglio. 

Usate dei cibi salutari, come la lattuga, l’erba medica, il cavolo o il trifoglio, con un buon apporto di proteine.

Sebbene la maggior parte delle iguane siano restie a mangiare degli alimenti che non siano freschi, l’utilizzo del fieno di erba medica può essere utile per aumentare la quantità di fibre nella dieta. Provate ad introdurre una piccola percentuale di fieno nell’insalata e aumentatene le quantità in base alla preferenza dell’animale.

Per il resto, verdure come la carota, la bietola, la scarola o la barbabietola vanno bene. In piccole quantità, potete aggiungere anche le patate, le zucchine, i fagioli o qualche frutto, che non deve superare il 15% . Melone o mela, per esempio.

iguana con cibo

Alimenti non raccomandati nella dieta dell’iguana

Nonostante si possano includere nella dieta, esistono degli alimenti ricchi di ossalati come gli spinaci, il cavolo, i piselli e le foglie di barbabietola, e pertanto devono essere usati sporadicamente.

Nel caso del cavolo riccio, del cavolo cappuccio e delle foglie di senape, contengono degli elementi che possono colpire la tiroide, quindi devono essere utilizzati occasionalmente. Nessuno di questi alimenti è tossico, e il cavolo riccio e le foglie di senape hanno delle buone qualità nutritive, però non si può basare la dieta dell’iguana solo su questi.

Acqua e cibi secchi: punti critici nella dieta dell’iguana

L’idratazione è molto importante nei rettili per via dei loro reni delicati. L’acqua è essenziale, sia per inumidire il terrario che all’interno della ciotola.

E’ importante soprattutto per le iguane che vengono alimentate con il pellet. Mentre nelle diete basate sulle verdure l’acqua è presente in grande quantità, i mangimi ne contengono pochissima.

E’ per questo che i pellet sono consigliati solo come supplementi, specialmente quelli che contengono il calcio, poiché le diete basate su cibi secchi o pellet possono essere pericolose per le iguane.

Anche la temperatura influisce sulla dieta dell’iguana

La temperatura è un elemento da tenere in conto per prendersi cura dei rettili. E’ relazionata al loro appetito, e in condizioni di freddo le iguane mangiano appena.

Quindi, se notate che l’animale mangia poco, controllate le condizioni del terrario, in particolar modo la temperatura e l’umidità nelle quali si trova.