Come sapere se il vostro animale è triste

23 aprile, 2016
 

Con un animale domestico, la vita cambia radicalmente. Gli animali sono incredibili esseri che, senza che ce ne rendiamo conto, ci trasformano in persone migliori ed esseri umani più buoni. Anche il nostro piccolo amico, proprio come noi esseri umani, può essere triste.

In quanto padroni e amici, al primo posto nella lista delle nostre priorità dovrebbe sempre trovarsi il loro benessere. Dato che siamo i massimi responsabili della loro vita, dovremmo sempre assicurarci che godano di un ottimo stato di salute fisico ed emotivo.

A questo proposito, una delle circostanze più delicate che ci si può trovare ad affrontare è quella in cui il proprio animale si sente triste; a differenza delle lesioni fisiche, infatti, le ferite emotive non sono sempre visibili, e starà a noi fare molta attenzione per identificarle e trovare una soluzione.

Per questi motivi, oggi vi illustreremo i sintomi più comuni dei problemi emotivi, affinché possiate capire quando il vostro amico sta passando un brutto periodo.

Atteggiamenti impauriti o iperattivi di un cane triste

cane triste

Quando l’animale è sopraffatto da un senso di tristezza, tenderà a manifestarla attraverso modi talvolta contraddittori e difficili da comprendere.

 

Uno dei più comuni sintomi di tristezza, per esempio, è quello di mostrare atteggiamenti impauriti, come nascondersi dietro al divano o sotto al letto oppure rispondere in maniera chiaramente nervosa alle vostre chiamate.

Credete che se si comporta in maniera opposta vuol dire che non sia triste? Ebbene, capita che le situazioni inverse, in cui l’animale tenda a mostrarsi più attivo ed energico del normale, siano anch’esse un chiaro indizio del fatto che sta attraversando un momento difficile a livello emotivo. In questo modo, infatti, l’animale riesce a sfogarsi.

In entrambi i casi, la cosa migliore da fare è essere pazienti ed attenti e non mostrarsi eccessivamente preoccupati, poiché se il cane individua un cambiamento negli atteggiamenti del padrone, potrebbe stare peggio.

Bruschi cambiamenti nelle abitudini notturne

Proprio come per gli esseri umani, l’analisi delle abitudini notturne di un animale si rivela particolarmente efficace per determinare se stia soffrendo a livello emotivo.

Esattamente come nel precedente caso, gli estremi opposti possono evidenziare entrambi un problema di tristezza nel vostro piccolo amico. Quando dorme molto più del normale o rimane costantemente sdraiato e sonnolento, vi sta facendo capire di essere triste.

Il cane può però dimostrare la sua tristezza anche in maniera opposta, ossia quando fa molta fatica a conciliare il sonno e dorme poche ore. Quando il loro stato d’animo è pessimo, infatti, l’ansia e l’inquietudine possono portarli a riposare meno.

 

Perdita dell’appetito

Come per le persone, anche negli animali la mancanza di appetito può rivelarsi sintomatica di un senso di tristezza, poiché il loro delicato stato emotivo può indurli a perdere l’appetito.

Anche se di solito avviene in maniera graduale, la diminuzione del desiderio di alimentarsi potrà essere improvvisa, consentendovi di individuare facilmente lo stato di tristezza nel vostro animale.

Quando notate che ha smesso di mangiare, portatelo immediatamente da uno specialista affinché, possa indicarvi tutte le misure da prendere.

Altri sintomi

Oltre a quelli già menzionati, esistono altri sintomi a indicare comunemente che il vostro animale è triste. Eccone alcuni fra i più evidenti:

  • La tendenza dei gatti a smettere di lavarsi può essere una chiara dimostrazione di tristezza
  • Atteggiamenti aggressivi verso i padroni, anche nel caso di animali addestrati
  • Ad un livello più grave, il tentativo di farsi del male
  • Nei cani, un apparente senso di scoraggiamento che può portarli a rifiutare persino di giocare

Ricordate sempre che, se non trattati per tempo, tali sintomi possono peggiorare.

Cosa posso fare per aiutare il mio animale?

accarezzare-il-cane
Autore: slowdevil
 

Se desiderate che il vostro animale superi questo difficile periodo e torni ad uno stato di normalità, ecco alcuni rimedi che potete seguire:

  • Dedicate al vostro piccolo tutto il tempo che potete. Per lui la vostra presenza è la massima dimostrazione del fatto che può contare su un amico e un padrone che si preoccupa per lui.
  • Anche se non sempre è necessario, un’altra soluzione è quella di preparargli una buonissima ricetta fatta in casa, non soltanto perché a loro piace, ma anche perché interrompere la routine si rivela sempre terapeutico.
  • Qualora nulla di tutto ciò funzionasse, la cosa migliore da fare è portare l’animale da un veterinario, il quale gli somministrerà i medicinali più sani ed efficaci per combattere la sua tristezza.

Oltre a quanto detto, ricordate che in qualità di padroni ed amici, il vostro compito in queste situazioni è quello di supportare incondizionatamente il vostro animale.