Come scegliere il primo rettile da tenere in casa?

· 15 agosto 2018

Nonostante ciò che molte persone pensano, un rettile è un animale domestico abbastanza facile da tenere. Certo, i rettili non sono comuni come cani o gatti e alcune varietà di lucertole, serpenti o iguane possono richiedere cure particolari. Se non sapete come scegliere il primo rettile da portare a casa, eccovi una serie di informazioni e consigli che faranno al caso vostro.

Consigli per scegliere il primo rettile da portare a casa

Tutti i rettili hanno bisogno di cure e attenzioni di base per poter vivere bene in una casa. Occuparsi di uno di questi animali può essere più difficile rispetto ad altri mammiferi o animali da compagnia più comuni. Come ad esempio cani, gatti, ma anche piccoli volatili o roditori.

Ci sono alcune specie di rettili che sono più facili da gestire e questo deve essere preso in considerazione prima di portare a casa l’animale. Alcuni richiedono semplice manutenzione e qualche sacrificio di spazio per la convivenza, essendo esemplari ideali per i principianti. Ma ce ne sono altri che richiedono più esperienza e conoscenze avanzate da parte di chi dovrà controllarli e seguirli, ogni giorno.

Un altro fattore importante da considerare sono gli elementi fisici che sono necessari per mantenere il rettile scelto per la cattività. A seconda della specie, l’investimento per il terrario e l’alimentazione può variare e diventare anche molto oneroso.

Ambiente, cibo e altri fattori

Oltre ad avere gli elementi di base e lo spazio sufficiente, per mantenere un rettile sano e felice spesso sono necessari molti elementi aggiuntivi. Non è sufficiente un box di plastica o un terrario. Potrebbero essere necessari sistemi di illuminazione o di riscaldamento che, ovviamente, hanno un prezzo e gravano sulla bolletta trimestrale.

Anche il cibo può rappresentare un aumento delle spese. Non è la stessa cosa avere come animale domestico un rettile che mangia foglie o piante, piuttosto che uno che si nutre di animali vivi.

Se ci sono bambini a casa, dovrete anche considerare che, trattandosi del primo rettile che hanno vicino, saranno notevolmente attratti da questo e faranno l’impossibile per toccarlo e giocarci, specialmente a vostra insaputa.

In ogni caso, quando si sceglie il primo rettile da adottare, vi consigliamo vivamente di recarvi in un negozio specializzato. È importante che il venditore comprenda davvero l’argomento e dedichi del tempo a consigliarvi, non solamente per vendere a tutti i costi, ma soprattutto per aiutarvi a prendere la decisione migliore.

Com’è logico, la scelta dipende da molti fattori. Tra questi rientrano anche l’età del proprietario, lo spazio disponibile, il budget e il tempo che avete la possibilità di dedicare al vostro nuovo amico.

Quali sono i migliori rettili per neofiti?

1. Geco

La specie più raccomandata per i principianti nel campo dei rettili è quella dei gechi. Sono piccole lucertole, molto docili e facili da gestire. Ce ne sono di diverse dimensioni, ma la maggior parte misura solo pochi centimetri.

Geco su una roccia

Un geco non ha bisogno di troppo spazio, si nutre di insetti e non richiede cure eccessive: un semplice terrario e un po’ d’acqua saranno sufficienti.

2. Iguana

Uno dei rettili preferiti e più venduto nei negozi è l’iguana verde. Sebbene possa essere molto attraente, è necessario sapere che questo è un animale che, nel tempo, aumenta di dimensione. Al momento dell’acquisto, un esemplare giovane può misurare tra i 20 e i 50 centimetri. Nell’età adulta, lo stesso animale potrebbe persino sfiorare i due metri di lunghezza.

Iguana verde rettile

Per tenere un’iguana dentro casa, è necessario allestire un terrario che abbia un’altezza sufficiente per posizionare un tronco che il rettile possa scalare. Inoltre, la temperatura e l’umidità devono sempre essere controllate.

Le iguane mangiano insetti, frutta, verdura e foglie; quando sono giovani hanno bisogno di più cibo rispetto a quando poi diventeranno adulti, ed è necessario dar loro da mangiare tre volte a settimana.

Se l’iguana subisce un cambiamento di colore, o la sua pelle perde luminosità, può essere segno di un problema di salute. In tal caso sarà necessario l’intervento di un veterinario specializzato in questo tipo di animali esotici.

3. Camaleonti e tartarughe

Anche il camaleonte va benissimo come primo rettile da tenere in casa e le sue cure di base sono simili a quelle dell’iguana. Tuttavia, sono animali che si stressano molto. Se state cercando un animale da compagnie da accarezzare o da tenere spesso in braccio, dovrete scegliere un altro rettile.

Tartaruga dalle orecchie rosse prende il sole

Se quello che cercate è una tartaruga, conviene sapere che ce ne sono di diversi tipi. Ciascuno, evidentemente, mantiene esigenze diverse in termini di cure. Se amate le cose semplici e non volete complicarvi troppo la vita, vi consigliamo sicuramente le tartarughe dalle orecchie rosse che sono molto economiche e molti facili da tenere in casa.