Quando sterilizzare il vostro animale domestico e perché

06 novembre, 2017

Il momento della sterilizzazione rappresenta una decisione cruciale per la salute sessuale e il futuro riproduttivo del vostro animale domestico. È essenziale conoscere in profondità questa pratica, per sapere meglio quando, come e perché sterilizzare il cane o il gatto che avete adottato o che da tempo convive assieme a voi.

Che cosa è la sterilizzazione?

Da un punto di visto medico, la sterilizzazione è una tecnica chirurgica che si realizza per impedire, permanentemente, la riproduzione. Viene eseguita mediante un breve intervento in anestesia generale. Nei maschi vengono estratti i testicoli (orchiectomia), negli esemplari di sesso femminile si rimuovono ovaie e utero (ovarioisterectomia) o anche solo le ovaie (ovariectomia).

In molti paesi, la sterilizzazione viene addirittura promossa e sovvenzionata del governo, come misura per evitare la sovrappopolazione ed impedire la formazione di immense colonie di cani e gatti randagi, che possono nascondere pericolosi fuochi di epidemie.

gatto bianco e nero

Sterilizzazione animale in Italia

La normativa vigente nel nostro paese prevede il controllo della popolazione canina mediante la limitazione delle nascite. Con la finanziaria 2007, nell’ambito della programmazione regionale, Regioni e Province devono dare priorità ai piani di controllo delle nascite per prevenire il fenomeno del randagismo e il sovraffollamento nei canili.

Quando sterilizzare il vostro animale domestico?

Per determinare i tempi della sterilizzazione del vostro animale, occorre tener conto di: sesso, età e razza.

Per le razze di taglia piccola, gli studi scientifici forniscono come età ideale 6 e 9 mesi. La castrazione può impedire la maggior parte delle malattie uterine nelle femmine. I maschi possono venire sterilizzati nel primo anno di vita per ridurre, così, il rischio di malattie alla prostata.

Sui cani di dimensioni medie o giganti, le scadenze sono diverse. Molti veterinari ritengono che sia consigliabile aspettare fino a 18 mesi di età. Un timing calcolato per poter evitare l’attecchimento di disturbi pericolosi, come il cancro alle ossa.

Molte volte il motivo della sterilizzazione non è biologico, ma temperamentale. Una buona quantità di animali domestici richiede tale intervento per ridurre il comportamento aggressivo, la tendenza alla fuga o la difesa costante del territorio con possibili attacchi alle persone.

Per tutti questi casi, è sempre obbligatorio consultare prima il veterinario.

Perché sterilizzare il vostro cane o gatto?

Per rispondere a questa domanda, è necessario mediare tra la necessità di salvaguardare la salute dell’animale e i timori legittimi dei proprietari. Il pensiero di privare il vostro amico a quattro zampe della possibilità di aver figli non è certo facile da accettare. Ciononostante, bisogna tenere presente che, con questa pratica, si escludono una serie di complicazioni, anche gravi, che permetteranno al vostro amico di vivere meglio e più a lungo.

La procedura è indolore, poiché l’animale è sotto l’effetto dell’anestesia generale. Durante il recupero, una corretta cura e somministrazione di farmaci di base ridurrà ogni possibile disagio.

La sterilizzazione come soluzione a tanti problemi

Per i veterinari, esistono almeno 3 ragioni fondamentali che giustificano il ricorrere alla sterilizzazione animale:

  • Problemi comportamentali: se l’animale difende il territorio in modo eccessivo, diventa aggressivo con persone e animali o tende a fuggire.
  • Prevenzione e controllo di patologie (principalmente ereditarie): diminuisce la propensione a tumori, displasia dell’anca, epilessia, emofilia, disgrafia e malattie veneree.
  • Controllo della sovrappopolazione.

Se invece parliamo dei vantaggi della castrazione, sempre gli specialisti ne individuano ben 5:

  1. Le femmine smettono di soffrire cambiamenti ormonali radicali durante il periodo del menarca. Questo significa che il vostro animale domestico sarà più calmo, smetterà di attirare altri maschi e sporcare la casa.
  2. I maschi ridurranno considerevolmente la necessità di fuggire e contrassegnare il territorio con odore e urina.
  3. La maggior parte dei cani e gatti castrati diventano più affettuosi e meno aggressivi.
  4. Sarà più facile addestrare il vostro animale domestico e la socializzazione sarà più calma.
  5. Diminuisce il rischio di cancro alle ovaie, alle mammelle o all’utero nelle femmine e della prostata nei maschi.

Sterilizzazione: soltanto vantaggi?

Avrete sicuramente letto molte leggende metropolitane sugli effetti negativi della sterilizzazione. In realtà, non esistono veri e propri svantaggi per il vostro animale. I problemi che tale intervento indolore permette di risolvere giustificano ampliamente la scelta di sterilizzare un cane o un gatto.

pastore tedesco dal veterinario per sterilizzazione

In primo luogo, l’obesità. Se è certo che un animale sterilizzato sperimenta una serie di cambiamenti interni al proprio organismo, è altrettanto vero che il peso del vostro amico a quattro zampe dipenderà dalla qualità e quantità del cibo che gli offrirete. Dovrebbe essere premura di ogni padrone, dare porzioni adeguate al proprio animale, in base ad età, stazza e garantendo all’animale sempre uscite, passeggiate e attività fisica.

Infine, le complicazioni più note possono apparire se la sterilizzazione viene praticata in un’età troppo avanzata. Onde evitare tali complicazioni, basterà rivolgersi ad uno specialista che sicuramente saprà indicarvi il momento ideale per poter sterilizzare l’animale. Senza problemi per lui né preoccupazioni per i padroni.

Foto principale: The Collector of Instants