Tipi di acqua per l’acquario

· 30 agosto 2018
Con poco spazio potrete ricreare a casa un ambiente naturale e godervi uno spettacolo meraviglioso. Ecco i tipi di acqua per l'acquario.

Quello di avere l’acquario è un hobby interessante praticato da molte persone. Consiste nell’allevare pesci e altri organismi in uno spazio più o meno grande, in cui vengono ricreate le stesse condizioni degli ecosistemi acquatici liberi. Se vi affascina l’idea di averne uno in casa, per prima cosa dovrete imparare tutto sui diversi tipi di acqua per l’acquario.

I tipi di acqua per l’acquario da conoscere

Esistono diversi tipi di acquari, quelli di acqua salata e tropicale (calda o e fredda) e quelli di acqua dolce (sempre calda o fredda). Da questa prima scelta dipenderà il tipo di pesce che selezionerete per il vostro progetto.

Ricordate che l’acquario deve avere condizioni che permettono di riprodurre, per quanto possibile, l’ambiente naturale dei pesci scelti, in modo che vivano e crescano in modo sano e sicuro.

Condizioni dell’acqua

Sia che vogliate creare un acquario di acqua salata o dolce, l’acqua deve essere pulita, priva di sostanze tossiche che potrebbero compromettere la salute dei pesci. L’uso di acqua di rubinetto è ammissibile se è precedentemente trattata con soluzioni clorurate.

È molto importante controllare il pH dell’acqua del vostro acquario. In genere, i pesci riescono a vivere in acque alcaline, ma è molto difficile per loro sopravvivere in acque acide.

Vi consigliamo di utilizzare i tester esistenti oggi sul mercato, principalmente quello del pH (per misurare l’acidità dell’acqua) e il test del nitrato (per misurare il livello di rifiuti che l’acquario contiene).

Acquari in un negozio

Acquari di acqua salata e tropicale calda

Se volete avere un acquario di acqua salata, dovrete acquistare una struttura molto resistente, perché l’acqua salata è molto pesante e densa. Il vetro deve essere di ottima qualità, per poter resistere a lungo.

Il pH per mantenere i pesci marini dovrebbe essere tra 8 e 8,3. Inoltre, è necessario incorporare filtri nell’acquario, per mantenere l’acqua limpida e pulirli regolarmente.

L’acquario di acqua salata richiede anche un raffreddatore d’acqua. Questo dispositivo, pur aumentando i costi, offre la possibilità di ospitare una maggiore biodiversità. Ovvero non solo pesci, ma anche coralli e crostacei di diversi colori e molto più belli.

Tipi di pesci per un acquario di acqua salata

I negozi specializzati offrono pesci d’acqua salata di oceani e mari e, tra i più comuni, potrete sicuramente trovare il pesce pagliaccio, i pesci angelo e il pesce farfalla. Belli e colorati, questi esemplari possono durare per molti anni, se curati adeguatamente. 

Dovete assicurarvi che i pesci che avete scelto condividano le stesse abitudini alimentari. Anche che abbiano le stesse esigenze in quanto a temperatura, pH dell’acqua e illuminazione dell’acquario.

Acquari d’acqua dolce caldi

Se la scelta ricade su un acquario d’acqua dolce, inizierete con un contenitore di almeno 60 litri. L’acqua è la sostanza nutritiva per eccellenza, e ospiterà e renderà possibile la vita di innumerevoli specie.

Per un acquario di acqua calda abbiamo bisogno di un sistema di riscaldamento, che mantenga l’acqua ad una temperatura tra i 22 e i 27 gradi. Guppy, mollys e platys sono ideali per questo tipo di acquario.

Allo stesso modo, dovrete assicurarvi che i pesci scelti siano simili nelle loro abitudini e caratteristiche. In tal modo, eviterete possibili scontri e lotte tra i diversi pesci.

Acquari di acqua dolce fredda

In linea di massima, questo tipo di acquari sono i più facili da mantenere. Tuttavia, è essenziale includere un buon sistema di filtraggio per garantire la qualità dell’acqua, e con essa la salute dei pesci.

La temperatura ideale per un acquario di acqua dolce e fredda è di 18 gradi centigradi. Se osservando l’animale, notate un’insolita bassa attività del pesce, significa che la temperatura è diminuita troppo.

Acquario a sfera con un pesce rosso dentro

Il pesce rosso o Goldfish è uno dei pesci più comuni per gli acquari di acqua dolce e fredda. La sua varietà di dimensioni, la forma delle pinne e i colori rosso, bianco, nero, arancione, lo rendono sicuramente un ospite ideale per il vostro progetto di acquario domestico.

Piante acquatiche

Da un punto di vista estetico, aggiungere delle piante acquatiche è un fattore molto importante, indipendentemente dal tipo di acqua che avete scelto per l’acquario. Sia che si tratti di acqua salata o dolce, fredda o calda, oltre a decorare il vostro acquario, queste piantine contribuiranno allo sviluppo di microrganismi utili e permetteranno ai pesci di nascondersi e giocare in mezzo a esse.

Benefici di avere un acquario

Con poco spazio potrete ricreare a casa un ambiente naturale e godervi uno spettacolo meraviglioso. Senza dimenticare gli effetti terapeutici derivanti dall’osservazione di un acquario. I colori vivaci dei pesci e il loro movimento ritmico nell’acqua trasmettono una profonda sensazione di pace.