Tipi di ciotole e alimentatori per cani

22 Maggio 2018

Non esistono cani uguali. Oltre alla dimensione e la razza, ci cono elementi come il temperamento, l’età e lo stato di salute che li differenziano ulteriormente. Ecco, quindi, che anche ciotole e alimentatori per cani dovrebbero rispettare queste peculiarità. In questo articolo vi aiuteremo a scegliere quello miglior per il vostro amico a quattro zampe, indicandovene diversi tipi.

Quanti tipi di ciotole e alimentatori per cani esistono?

Prima di scegliere o acquistare una ciotola, o alimentatore, per il vostro animale domestico, è molto importante conoscere bene i suoi gusti ed abitudini, quando mangia. È uno di quelli che divorano il cibo in pochi secondi? È un animale che sposta il piatto da un punto ad un altro? O fa lunghe pause tra un boccone e l’altro?

Per ognuno di essi c’è un contenitore diverso, adattato alle differenti esigenze o comportamenti. Una volta verificate le abitudini e le necessità del vostro cagnolino, sarà più facile scegliere la ciotola o l’alimentatore più adeguato. Il passo successivo, evidentemente, riguarderà solo il colore e il tipo di materiale.

Tenete presente che ognuno di questi contenitori per cani ha determinate particolarità, con tutta una serie di pro e contro. Per questo motivo, è necessario analizzare e confrontare le diverse alternative. Di seguito abbiamo creato un elenco esaustivo con le migliori 6 ciotole e alimentatori per cani.

1. Alimentatore automatico

Ideale per quei proprietari che non passano troppo tempo a casa. Una soluzione per quando siete occupati, viaggiate, vi assentate spesso o per quando vi dimenticate della pappa del vostro animale domestico. È un dispositivo con due contenitori: nel primo viene inserito il cibo, rigorosamente secco, e il secondo offre un comodo spazio dove il cane mangerà.

un alimentatore automatico per cani

Funziona con un orologio grazie al quale è possibile programmare il momento in cui il cibo verrà rilasciato e sarà disponibile per l’animale. Questi alimentatori, inoltre, vi permetteranno anche di impostare la quantità di cibo. Oltre alla gran comodità di questi apparati, va sottolineato che alcuni possono essere controllati tramite app. Davvero una buona idea se dovete passare il fine settimana fuori e non avete nessuno su cui poter contare per dare da mangiare al cane.

2. Ciotole in acciaio inossidabile o alluminio

Possono avere diverse forme o dimensioni e sono tra gli alimentatori per cani più adatti se l’animale è molto irrequieto quando mangia. Non dovete preoccuparvi se giocherà o morderà il suo piatto: questi materiali sono praticamente indistruttibili.

padrone offre una ciotola al suo cane bianco

L’unica cosa negativa riguarda il peso del contenitore. Ovviamente, gli alimentatori di plastica sono in genere abbastanza leggeri e facili da trasportare. La buona notizia è che, acciaio e alluminio, si lavano senza problemi e durano più a lungo di quelli elaborati a partire di polimeri.

3. Ciotole con separatori

Se ogni volta che date da mangiare al vostro cane, pensate che meriterebbe la medaglia d’oro come animale più goloso del mondo, questo alimentatore è l’ideale. È fatto di plastica e, a differenza degli altri, ha alcuni “separatori” al centro, che fanno sì che il mangime rimanga bloccato. Si tratta di un ottimo stratagemma se il vostro animale è ansioso. Infatti, dovrà fare uno sforzo maggior per poter mangiare e ciò rallenterà una ingestione troppo rapida.

una ciotola con separatore

Certo, se avete un cane davvero golosone, non smetterà di esserlo per il solo fatto di adottare una ciotola così speciale. Pensando al suo benessere, però, ovviamente impiegherà più tempo per finire il piatto, aiutando a far riposare i muscoli della bocca e dello stomaco. Eviterete problemi come il soffocamento, gravi disturbi gastrici o intestinali, vomito, gonfiore addominale o un possibile aumento di peso.

4. Ciotole di plastica

Sono i tipici contenitori che vengono venduti nei negozi di animali. Anche se si trovano, sul mercato, diversi forme, colori e modelli, la verità è che non sono sempre raccomandati per i cani. Uno dei motivi principali è che il materiale con cui sono realizzati può causare allergie.

setter inglese bianco e nero con ciotola vicino a tenda da campeggio

Inoltre, nel caso in cui il cane mangi fuori casa e il trogolo sia continuamente esposto al sole o alla pioggia, finirà col decolorarsi, rompersi e, comunque, avrà sempre un aspetto pessimo. Obbligandovi a cambiarlo molto spesso. Può anche favorire la comparsa di insetti o funghi, per via dei possibili resti di cibo.

5. Ciotole adatte alle dimensioni del vostro cane

Non è intelligente offrire l’alimentatore usato per un Chihuahua a un mastino napoletano. E non ci riferiamo solo alla quantità di cibo, ma anche al piatto che verrà usato. Questi animali hanno una forma del muso differente, così come cani lupo e molossoidi. Scegliere una ciotola adatta, significa mostrare sensibilità rispetto alle caratteristiche morfologiche del muso del vostro cane.

un cucciolo mangia del cibo umido da una ciotola di alluminio

Nei negozi di animali potrete trovare contenitori con pareti basse (ottimi per quegli esemplari che hanno il muso corto). Alcuni vengono costruiti con una maggiore circonferenza (per razze come il Boxer) e altri ancora sono più profondi, per chi possiede un muso molto più ‘allungato’ (come il Levriero afgano).

6. Alimentatori rialzati

Infine, ci sono dei comodi alimentatori a cui è possibile regolare l’altezza. Ciò impedisce all’animale di fare un eccessivo sforzo per nutrirsi da solo e previene la torsione dello stomaco. E’ un sistema assai indicato per i cani di taglia grande. Inoltre, può essere una soluzione ideale se il vostro amico a quattro zampe soffre un qualche problema di mobilità e non riesce a piegarsi verso il basso, come prima.

un cane mangia da un alimentatore rialzato