Uccelli che formano colonie: 5 esempi

7 Febbraio 2019
Grazie a tale forma di associazione, queste specie si difendono meglio dai loro predatori ed, inoltre, riescono a trovare più semplicemente migliori fonti di cibo.

Conoscete gli uccelli che formano colonie? Solo il 10% delle specie appartenenti a questa grande famiglia si riunisce in gruppi di fino a centinaia di individui, a volte in spazi abbastanza ridotti.

In questo articolo vi parleremo di alcuni uccelli che formano colonie.

Quali uccelli formano colonie?

Sono principalmente gli uccelli marini che scelgono di raggrupparsi in tal modo. Quest’abitudine prevede diversi vantaggi, in quanto ad esempio per i predatori è più difficile attaccare una certa quantità di animali piuttosto che un semplice uccello o una coppia di esemplari che si annida da sola.

Inoltre, gli uccelli che formano colonie sono in grado di trovare migliori fonti di cibo: seguono gli esemplari che si sono imbattuti su un ‘banchetto’ ed, in tal modo, si approvvigionano per vari giorni.

Ovviamente annidarsi in questo modo prevede anche dei contro. Esiste, ad esempio, una maggiore competizione per lo spazio -che solitamente non è molto esteso- e un incremento delle malattie contagiose: acari e parassiti in particolare. Tra i vari uccelli che formano colonie possiamo citare:

1. Fenicotteri

Famosi per il loro caratteristico colore rosa, per le zampe lunghe ed i movimenti della testa che ricordano una danza. I fenicotteri -nella foto che apre l’articolo- hanno bisogno di grandi distese d’acqua caratterizzate, però, da ridotta profondità.

Trascorrono diverse ore al giorno alla ricerca di cibo, soprattutto alghe e crostacei, tramite un sistema molto interessante di cui è dotato il loro becco: separano il fango dall’alimento.

I fenicotteri possono formare colonie di decine di esemplari e rimangono insieme mentre ispezionano il fondo della laguna, fiume o lago in cui abitano.

2. Sterne

Altri esemplari di uccelli che formano colonie, imparentati direttamente con i gabbiani. Le sterne vivono nelle coste tropicali di Africa, Asia e Oceania.

Si riuniscono in grandi gruppi al di fuori della stagione riproduttiva, in quanto in questi periodi rimangono in coppia e con i propri piccoli.

La dimensione delle ‘famiglie’ durante il resto dell’anno dipenderà dall’abbondanza di pesci, la loro principale fonte di alimentazione.

La più grande colonia di sterne al momento è stata riscontrata a nord dell’Australia, dove è stato possibile osservare un raggruppamento di ben 15 000 esemplari.

3. Gabbiani

I gabbiani sono una famiglia di uccelli di dimensioni medio grandi, dalle piume bianche, nere e grigie e con zampe e becco sul rosso. Si cibano di qualsiasi cosa su cui si imbattono: insetti, vegetali, carogne, animali marini, colombe, uova, piccoli uccelli, ecc. Sono animali molto voraci!

Gabbiano vola nel cielo guardando in basso

Vivono principalmente nelle coste, sia vicino ai centri abitati che lontani dal contatto con le persone. Si tratta di uccelli molto intelligenti che dispongono di un sistema di comunicazione complesso e sviluppato. Si raggruppano in colonie particolarmente numerose ed ogni coppia si prende cura separatamente delle proprie uova.

4. Tessitori

I tessitori sono altri tipi di uccelli che formano coloni, che però non sono marini. Vivono principalmente in Africa, sebbene se ne possano incontrare anche alcune sottospecie nel sud-est asiatico e in Australia.

Si cibano di semi e devono il loro nome al modo in cui costruiscono i loro nidi usando diversi materiali.

Un uccello tessitore giallo appeso su un nido

La maggior parte dei tessitori costruisce la propria casa vicino ad altri esemplari tra i rami degli alberi. In un solo albero è possibile osservare fino a 300 nidi.

Scelgono posti vicini a fonti di acqua dolci e, in alcuni casi, è il maschio che si occupa di erigere la casa per dimostrare alla femmina di essere capace di formare una famiglia.

5. Pinguini

Gli ultimi esemplari appartenenti a questa lista di uccelli che formano colonie sono degli affascinanti animali che, sebbene siano provvisti di ali, non possono volare (anche se possono nuotare molto bene). I pinguini vivono nell’emisfero sud e la maggior parte delle sottospecie in aree fredde come l’Antartide.

Pinguini

Le colonie di pinguini più numerose possono contare centinaia di esemplari, che a loro volta realizzano grandi migrazioni a piedi durante la stagione riproduttiva. Ad esempio il pinguino imperatore maschio cova l’uovo mentre cammina a passo molto lento, insieme agli altri padri. Comunicano tra di loro -e con le femmine- utilizzando diversi tipi di vocalizzazioni.