Una tarantola come animale domestico

21 Aprile 2019
Anche se hanno un aspetto sinistro, la maggior parte di questi insetti non sono velenosi o aggressivi, anche se logicamente sanno come difendersi se si sentono minacciati.

Non tutti decidono di portare a casa un cane o un gatto… anche se può sembrare strano, ci sono persone che desiderano avere una tarantola come animale domestico! Prima di adottarlo, è essenziale conoscere alcune caratteristiche essenziali di questo aracnide.

Per questo motivo, in questo articolo vi diamo alcuni utili consigli se volete prendere una tarantola come animale domestico. 

La tarantola come animale domestico: domande frequenti

Se avete considerato l’idea di adottare una tarantola come animale domestico, di certo vi sarete posti delle domande sulla sua natura e se sia realmente possibile tenerla in casa senza problemi.

Come primo passo, bisogna sapere che la maggior parte delle tarantole non sono pericolose rispetto ad altri animali (anche rispetto ad alcuni animali domestici tradizionali). Questo non significa che non possiate ricevere un morso e che questo non provochi una ferita dolorosa.

Tuttavia, affinché un ragno di questa famiglia decida di attaccare con le sue potenti zanne, deve sentirsi minacciato e in pericolo. Inoltre, la tarantola non trasmette malattie a persone o ad altri animali domestici. Avere una tarantola come animale domestico non sarebbe un pericolo, a patto che non venga disturbata.

Una tarantola

Un altro dubbio frequente riguarda l’addestramento. Di certo non potrete addestrarla come un cane. Sebbene sia dimostrato che le tarantole siano molto intelligenti, hanno una capacità limitata di memorizzare o ripetere modelli di comportamento oltre a ciò di cui hanno bisogno per sopravvivere.

Uno dei pochi “trucchi” che possono essere insegnati a una tarantola è colpire il vetro del terrario tre volte e lasciargli il cibo.

È probabile che la tarantola colleghi questi rumori al momento del cibo e lasci la tana, ma anche che non abbia appetito e rimanga nascosta.

Per quanto riguarda la loro speranza di vita, le femmine sono le più longeve: vivono fino a 14 anni. I maschi vivono non più di sei anni. Tenete presente che se mettete insieme due tarantole non andranno molto d’accordo, a meno che non siano di sesso diverso e sia la stagione degli amori.

Il resto del tempo, sono abituate a stare da sole, quindi non preoccupatevi di offrire loro compagnia.

Tarantola grigia

Consigli per adottare una tarantola come animale domestico

È bene tenere a mente che se volete un animale domestico che giochi, per portalo a passeggio e viziarlo, adottare una tarantola non è una buona idea.

I ragni, in generale, non “fanno” troppo, tranne  quello di cui hanno bisogno per sopravvivere. Se volete adottare una tarantola come animale domestico, prestate attenzione a questi suggerimenti:

1. Scegliete una specie tranquilla

Per i principianti nell’adozione di questo tipo di animali esotici, è preferibile scegliere una specie docile che non richieda molte cure e attenzioni. Ad esempio, potreste scegliere le tarantole con le zampe rosa, quelle con le ginocchia a righe, quelle con gli anelli rossi o i pulcini.

Anche se sono esteticamente più attraenti, le tarantole giganti, le tarantole arancioni o blu cobalto non sono raccomandate a causa del loro livello di aggressività e della pericolosità del loro veleno.

2. Acquistate un terrario adatto

Quasi tutte le tarantole si adattano a piccoli spazi, ma è bene che si muovano un po’ nel caso in cui lo desiderino. Se scegliete una specie da albero, dovrete posizionare un ramo o qualcosa di simile in modo che possa arrampicarsi.

Le tarantole terrestri sono le più semplici in termini di elementi nel terrario. È consigliabile acquistare un terrario che abbia una capacità di almeno 20 litri e, se il vostro animale domestico cresce molto, passare a uno da 80 litri.

3. Studiate la salute della tarantola

Prima di acquistarla o adottarla, è molto importante prestare attenzione alle condizioni generali della tarantola. Ad esempio, se notate che si raggomitola in un angolo del terrario o sulle sue gambe, potrebbe essere perché morirà presto perché ha una certa età.

Se sta a faccia in su e con le gambe “in aria” probabilmente è perché presto farà la muta, quindi la prossima volta che la vedrete sarà più grande. Una tarantola sana tende a stare in piedi con le gambe piegate in un cerchio rivolto all’indietro. Assicuratevi inoltre che abbia le otto gambe e le due “braccia” o pedipalpi nella parte anteriore.

4. Consultate un esperto

Se avete deciso di adottare una tarantola come animale domestico, ma non sapete nulla di questo animale, vi consigliamo di consultare un veterinario o il personale di un negozio specializzato.