Velociraptor: caratteristiche e curiosità

Sono state scoperte due specie di questo animale: V. mongoliensis e V. osmolskae. Entrambi erano molto simili tra loro e vissero nell'odierna Mongolia durante il tardo Cretaceo.
Velociraptor: caratteristiche e curiosità

Ultimo aggiornamento: 19 marzo, 2021

Film come Jurassic Park sono responsabili della grande popolarità dei dinosauri. Grazie a loro, nomi come Velociraptor o Tyrannosaurus sono stati impressi nella mente di milioni di persone. Tuttavia, le rappresentazioni di animali che compaiono in questi film sono lontane dalla realtà.

Nelle righe seguenti parleremo del Velociraptor, uno dei dinosauri più famosi ea sua volta quello che è stato maggiormente rappresentato nella cultura popolare. Se volete saperne di più sulle sue caratteristiche e curiosità, continuate a leggere.

Che tipo di dinosauro era il Velociraptor?

Il famoso Velociraptor era un teropode, cioè apparteneva al gruppo di dinosauri bipedi che si nutrivano principalmente di carne. All’interno dei teropodi ci sono anche altri dinosauri, come il tirannosauro e lo spinosauro.

Più specificamente, il Velociraptor era un dromaeosauride. Questi animali erano predatori attivi di taglia media o piccola strettamente imparentati con gli uccelli attuali, con cui mostravano molte somiglianze.

Una delle caratteristiche più sorprendenti è che i dromaeosauridi erano completamente ricoperti di piume, che formavano delle proto-ali sulle braccia, sebbene non sia ancora noto se molti di loro potessero volare o planare.

Le somiglianze sono tali che alcuni autori hanno suggerito che i dromaeosauridi fossero discendenti dei primi uccelli, che avrebbero perso la capacità di volare. Simili agli struzzi, si sarebbero riadattati alla corsa e alla caccia sulla terraferma.

Anche così, l’ipotesi più robusta finora non è questa, ma che Velociraptor e simili sarebbero cugini degli uccelli. Probabilmente il loro percorso evolutivo è stato comune per la prima parte, per poi biforcarsi.

Un velociraptor su uno sfondo bianco.

L’apparizione del ladro veloce

Il vero Velociraptor è ben diverso dall’animale grande, robusto e squamoso che viene spesso mostrato nei film. Questo era un piccolo, grazioso dinosauro, misurava 2 metri di lunghezza, 0,5 metri di altezza e pesava circa 15 chili. Inoltre, la sua lunga coda rigida era circa la metà della sua lunghezza.

Il Velociraptor era completamente ricoperto di piume, che formavano le tipiche ali sulle braccia e un ventaglio lungo la coda. Le braccia erano troppo corte, quindi probabilmente non era in grado di volare o planare.

Tuttavia, le piume servivano ad altre funzioni. Tra queste spiccavano la termoregolazione, la manovrabilità durante il movimento o la comunicazione con altri membri della specie, come avviene negli uccelli attuali.

D’altra parte, le zampe di questo animale non penzolavano con i palmi rivolti verso l’interno come mostrato in Jurassic Park, poiché non si tratta di mammiferi. Invece, queste strutture erano tenute parallele l’una all’altra, con i palmi rivolti l’uno verso l’altro. Le 3 dita erano lunghe e permettevano di manipolare oggetti e prede.

Le zampe posteriori erano lunghe e permettevano di raggiungere velocità di quasi 40 chilometri all’ora. Inoltre, un dito di ciascuna gamba aveva un gigantesco artiglio uncinato (sì, proprio quello che comparare in Jurassic Park).

Ecologia del velociraptor

Questo teropode viveva in ambienti aridi o desertici, con flussi d’acqua temporanei, presenza di dune e frequenti tempeste di sabbia, che seppellirono molti degli animali fossili ritrovati.

Il Velociraptor era un vorace predatore, ma non ci sono prove convincenti che cacciasse in gruppo. In effetti, i fossili trovati sono solitari. Inoltre, alcuni studi basati sui suoi anelli sclerotici indicano che probabilmente era un animale notturno.

Quando si trattava di nutrirsi, questo animale utilizzava una strategia simile a quella degli attuali rapaci : saltava sulle sue prede e le immobilizzava a terra usando i suoi enormi artigli assassini, che sarebbero serviti sia per fissarsi sulla vittima che per perforare gli organi vitali.

Si ritiene che il Velociraptor consumasse principalmente mammiferi e rettili più piccoli, ma grazie al fossile dei dinosauri combattenti si è scoperto che non è sempre stato così.

Questo magnifico fossile mostra la lotta fino alla morte tra Velociraptor e Protoceratops, un erbivoro più grande. Una tempesta di sabbia ha interrotto il combattimento e seppellito entrambi i dinosauri, che sono stati immortalati in combattimento per il resto della storia.

A differenza dei rettili moderni, il Velociraptor e altri dinosauri non erano a sangue freddo. Si ritiene che fossero animali mesotermi, con un metabolismo meno accelerato di quello di uccelli e mammiferi ma più indipendente dalla temperatura esterna rispetto a quella di lucertole e serpenti.

Grazie a ciò, potevano mantenere uno stile di vita più attivo rispetto agli ectotermi, senza la necessità di consumare quantità di cibo elevate quanto gli animali endotermi.

Un artiglio su uno sfondo bianco.

Questo dinosauro è uno dei più noti alla scienza, poiché sono stati trovati più di 12 scheletri fossili abbastanza completi, un record tra i dromaeosauridi. Tuttavia, ci sono sempre curiosità da scoprire su questi fantastici animali.

Potrebbe interessarti ...
Organismi pancronici: fossili viventi che si rifiutano di sparire
I Miei AnimaliLeggilo in I Miei Animali
Organismi pancronici: fossili viventi che si rifiutano di sparire

Gli organismi pancronici, anche detti fossili viventi, sono quelle specie che hanno mantenuto le loro sembianze quasi intatte rispetto alle loro origini.