L’importanza delle visite veterinarie per cani e gatti

· 2 ottobre 2018
Durante il controllo medico, il veterinario farà domande specifiche ai proprietari per verificare eventuali anomalie nelle abitudini e comportamenti giornalieri.

Le persone hanno bisogno di una buona dieta, esercizio fisico e di regolari visite mediche, per prendersi cura della loro salute. Lo stesso vale anche per gli animali domestici. Dalla nascita fino alla vecchiaia, le visite veterinarie sono fondamentale per garantire una vita sana e lunga a cani e gatti.

Una prognosi precoce, inoltre, garantisce un trattamento più semplice, un recupero più rapido e un risparmio delle spese veterinarie. Per questi motivi, è importante portare i vostri animali domestici dal veterinario con una certa frequenza.

Ma come avvengono questi controlli? Cosa fa il medico durante il controllo? In questo articolo cercheremo di spiegarvi meglio come funzionano le visite veterinarie per cani e gatti.

Visite veterinarie periodiche: come funzionano?

La prima cosa che farà il veterinario è esaminare attentamente l’animale, dalla testa alla coda. Controllerà l’interno delle orecchie, i denti, le zampe. Con uno stetoscopio ascolterà il battito cardiaco e verificherà la frequenza respiratoria.

Lo specialista, inoltre, misura e pesa l’animale, palpando la zona attorno al collo, i muscoli e l’addome alla ricerca di eventuali noduli o grumi, segni di una possibile malattia o infiammazione. Utilizzerà un termometro per misurare la temperatura dell’animale. Quindi, verificherà la capacità di attenzione e reazione dell’animale domestico, osservando come cammina e si siede.

Infine, si occuperà di mantenere aggiornata la scheda di vaccini e richiami. In caso di segni e sintomi di qualsiasi patologia durante il controllo medico, il veterinario indicherà altri esami specifici, come quelli del sangue o delle urine.

Cane e gatto con uno stetoscopio

In determinate occasioni sarà necessario eseguire una radiografia, un’ecografia o un elettrocardiogramma sull’animale domestico. Durante il controllo medico, il veterinario farà domande specifiche ai proprietari per verificare eventuali anomalie nelle abitudini e comportamenti giornalieri.

Ad esempio, vorrà sapere se l’evacuazione delle feci è normale o difficoltosa. E se c’è qualche strano dettaglio degno di nota e attenzione. Questo il momento giusto per esporre tutti i vostri dubbi e le preoccupazioni che avete sullo stato di salute del vostro amico a quattro zampe.

Frequenza delle visite veterinarie per cani e gatti

Durante il primo anno di vita di un animale domestico, le visite al veterinario saranno frequenti. Alcuni giorni dopo l’arrivo ​​a casa, dovreste subito fissare un appuntamento con il medico. Il controllo del cucciolo include una revisione completa, per escludere possibili malattie congenite. Verranno dati i primi vaccini e verrà pianificato il calendario dei richiami.

Come misura preventiva, l’animale riceverà un trattamento antiparassitario (anche chiamato di sverminazione) e, se necessario, verrà eseguita un’analisi delle feci. Il veterinario vi darà anche alcuni consigli sull’educazione e l’alimentazione, diversi in base all’età e dimensione dell’esemplare.

Per quanto riguarda i cani anziani, le visite dal medico dovrebbero essere più frequenti dopo il decimo anno di vita. Tra l’altro, poiché le loro difese immunitarie diminuiscono, sono più vulnerabili e i vaccini devono essere somministrati di nuovo.

Se l’animale proviene da un rifugio o da un negozio di animali, è meglio eseguire un accurato controllo medico. Dato che questi animali domestici, per lungo periodo, sono stati in contatto con molti altri animali, potrebbero essere portatori di malattie anche molto gravi o silenti.

Cani randagi

Nel caso di animali adulti che hanno già completato la loro vaccinazione, è raccomandata una visita annuale al veterinario. Se si osservano problemi urinari, un eccessivo esaurimento o affaticamento o una cattiva digestione, è consigliabile visitare la clinica veterinaria il prima possibile, senza aspettare l’appuntamento già prefissato.

Come preparare l’animale per il controllo medico?

A nessun animale domestico piace visitare la clinica veterinario. Questa esperienza, di solito, genera nervosismo. Prima di tutto, perché lasciano il loro ambiente familiare. Poi, perché nello studio del veterinario, oggetti e odori producono insicurezza e paura.

Portare il vostro cane o gatto alla visita di controllo può essere davvero stressante, sia per gli animali domestici che per voi proprietari. Pertanto, si consiglia di utilizzare un trasportino, soprattutto se si tratta di un micio.

Nel caso di un cane, mettetegli il guinzaglio. In questo modo, l’animale potrà essere controllato ed eviterete che cerchi di scappare via, o che tenti di attaccare altri animali presenti nella sala d’attesa.

Per rendere tutto più tranquillo, il vostro compito sarà quello di trasmettere calma al vostro animale domestico. Noterà immediatamente il vostro nervosismo: parlategli con una voce calma ma ferma, accarezzatelo e premiate il suo buon comportamento.