10 malattie comuni nei ricci domestici

I ricci sono animali tanto belli quanto accattivanti. Sfortunatamente, alcune condizioni possono essere fatali per loro.
10 malattie comuni nei ricci domestici

Ultimo aggiornamento: 14 agosto, 2021

I ricci dell’Africa centrale (Atelerix albiventris) sono sempre più comuni nelle case di tutto il mondo, nonostante in alcune regioni siano vietati a causa del loro potenziale invasivo. Questi animali sono adorabili e, con il loro piccolo muso e il temperamento scontroso, addolciscono anche il guardiano più esigente. Sfortunatamente, ci sono 10 malattie comuni nei ricci che rendono difficile raccomandarlo come animale domestico.

Infatti, prima di ottenere un esemplare bisogna tenere a mente che non è stato addomesticato. Non importa quanto sia stato allevato in cattività, noterete che il vostro riccio richiede cure ed esigenze difficili da simulare in una casa, tanto più se si tratta di un appartamento senza giardino. Ecco 10 malattie comuni nei ricci domestici e come rilevarle.

1. Obesità e le 10 malattie comuni nei ricci

I ricci domestici della specie Atelerix albiventris pesano da circa 400 grammi a 1,1 chilogrammi. Questi animali sono molto inclini all’obesità, poiché mangeranno a sazietà se consentito e, inoltre, è molto difficile trovare una preparazione per loro. Se mangiano solo cibo per cani, prima o poi finiranno per sviluppare problemi di peso.

A questo va aggiunto che molti ricci non praticano l’esercizio di cui hanno bisogno, perché nel loro ambiente naturale si muovono molto di notte e replicare le loro condizioni all’interno di una casa è complesso. In generale, si dice che un riccio sia obeso quando non si può “appallottolare” completamente e ha lembi di pelle intorno alle zampe.

Portare il riccio a fare una passeggiata per circa 2 ore al giorno lo aiuterà a fare esercizio e a bruciare calorie. È meglio farlo per prima cosa al mattino o a tarda notte, poiché questo è il momento in cui è più attivo.

Sai come si comportano i ricci?

2. Ostruzioni gastrointestinali

I ricci sono animali da fossa, il che significa che nel loro ambiente naturale scavano gallerie e sono in continuo contatto con la terra. Annusano e mordono tutto ciò che attira la loro attenzione, persino spalmando l’essenza di ciò che li affascina sui loro aculei, con un processo noto come unzione.

Sfortunatamente, questa curiosità può mettere a dura prova il vostro animale domestico. È comune che i ricci domestici soffrano di ostruzioni gastrointestinali, poiché tendono a mangiare gengive, capelli e fibre del tappeto, tra molte altre cose. Anoressia, letargia, scarso appetito e infine collasso sono sintomi di questo quadro clinico.

3. Enterite

L’enterite è un’altra delle malattie più comuni nei ricci domestici, soprattutto in coloro che consumano carni crude o cibi non preparati. Questo quadro clinico è solitamente causato da un’infezione enterica da batteri del genere Salmonella ed è accompagnato da sintomi quali diarrea, perdita di peso, letargia e segni di disidratazione.

Il trattamento di questa condizione si basa sugli antibiotici, ma alcuni ricci colpiti sono asintomatici.

4. Acariasi

Il termine acariasi si riferisce all’infestazione della pelle dell’animale da parte degli acari della specie Caparinia tripilis. Questo è accompagnato da segni clinici come perdita di pelo, ipercheratosi (ispessimento epidermico), placche biancastre sulla pelle e intorno agli occhi del riccio, letargia cronica e perdita di appetito.

In generale, i ricci colpiti si gratteranno e renderanno la condizione abbastanza evidente. Nella clinica veterinaria, l’ivermectina è solitamente il trattamento di scelta in tutti i casi, da solo o in combinazione con altri farmaci. Tutti gli elementi della gabbia devono essere accuratamente puliti per evitare che gli acari possano reinfestare l’animale una volta guarito.

5. Cancro e tumori benigni tra le 10 malattie comuni nei ricci

Sfortunatamente, i tumori e le neoplasie benigne sono estremamente comuni nei ricci africani. Alcuni studi stimano che fino al 50% dei campioni sviluppi un qualche tipo di tumore per tutta la vita e, inoltre, la maggior parte delle condizioni sono letali e portano una prognosi fatale.

I tumori più comuni si verificano nelle ghiandole mammarie, nel tessuto linfatico (linfosarcomi) e nella bocca. Più dell’80% dei processi tumorali in questa specie sono cancerogeni e quasi tutti provocano la morte. Quando diciamo che i ricci non sono buoni animali domestici, questa è una delle cause convincenti che supportano l’affermazione.

L’allevamento tra parenti e la mancanza di controllo durante la vendita potrebbe portare alla comparsa di queste mutazioni cancerogene nel tempo.

6. Sindrome del riccio traballante (WHS)

La sindrome del riccio traballante è un disturbo neurologico grave e intrattabile che paralizza gradualmente i muscoli dell’animale, simile alla sclerosi multipla negli esseri umani. Colpisce in media 1 esemplare su 10, il che la rende un’altra delle malattie più comuni nei ricci domestici.

La perdita della coordinazione motoria compare solitamente a 2-3 anni di età dell’animale, a cominciare dalle zampe posteriori. Non esiste alcun trattamento e tutti i campioni muoiono 18-24 mesi dopo la comparsa dei primi sintomi.

7. Malattie degli occhi tra le 10 malattie comuni nei ricci

I ricci hanno occhi sporgenti e non protetti, quindi non è insolito che a volte si feriscano indagando su una superficie appuntita o facendo altre attività. In ogni caso, la cecità parziale o totale non incide solitamente sulla qualità generale della vita della specie, come indicato dal portale MSD Veterinary Manuals.

8. Malattie orali

Come abbiamo detto, il cancro orale (in particolare a cellule squamose) è molto comune nei ricci. Inoltre, tendono anche ad avere malattie parodontali e gengiviti, poiché la dieta che viene loro fornita in cattività di solito non assomiglia a quella che mangiano in natura. Questi tipi di infezioni orali vengono trattati con antibiotici, sebbene possano essere necessarie estrazioni dentarie.

Dare al vostro riccio cibi duri che può rosicchiare è un modo per prevenire le infezioni alla bocca.

9. Patologie riproduttive

Uno scarico di sangue dai genitali è comune nei ricci femmina, a causa di tumori uterini e polipi endometriali. Entrambe le condizioni sono difficili da trattare e se il sintomo risponde al cancro, la morte dell’animale è purtroppo assicurata.

10. Cistite

Il termine cistite si riferisce a un’infiammazione della vescica, solitamente dovuta a un’infezione batterica. Questa condizione è accompagnata da sintomi come letargia, cambiamenti nel colore delle urine, perdita di appetito e difficoltà a urinare, tra molti altri segni clinici.

Oltre alla cistite, anche le malattie renali sono comuni nei ricci. Questi possono comparire a causa di patologie localizzate nei reni o per condizioni sistemiche che li hanno colpiti. I fattori genetici e dietetici possono spiegare l’elevata prevalenza di malattie renali in questi animali.

Le differenze tra riccio e istrice sono molteplici.

Considerazioni finali sulle 10 malattie comuni nei ricci domestici

Dopo tutto quanto sopra, volete ancora avere un riccio a casa? Può sembrare duro, ma la triste realtà è che l’alta prevalenza di malattie in questa specie indica che noi umani facciamo qualcosa di sbagliato quando si tratta di prendersene cura. Non è normale che il tasso di cancro sia così alto, così come non ha senso dal punto di vista evolutivo che 1 riccio su 10 abbia malattie neurologiche fatali.

È chiaro che sono necessarie maggiori conoscenze sul riccio dell’Africa centrale a livello scientifico per evitare questi problemi. Inoltre, è necessario che l’allevamento dei ricci sia regolamentato, al fine di evitare la consanguineità e l’accumulo di mutazioni. Sebbene ciò non sia possibile, è molto difficile raccomandare questa specie come animale domestico. 

Potrebbe interessarti ...
I 5 migliori giocattoli per ricci sani e felici
I Miei AnimaliLeggi in I Miei Animali
I 5 migliori giocattoli per ricci sani e felici

Sebbene ci siano pochi giocattoli specifici per i ricci, l'immaginazione può facilmente colmare questa lacuna commerciale.