14 pesci in via di estinzione

I pesci in via di estinzione sono esemplari meravigliosi che spesso passano inosservati.

Ultimo aggiornamento: 31 luglio, 2021

Gli oceani, i mari e i fiumi, fonte di vita per il pianeta, sono attaccati da varie attività che mettono i loro pesci in pericolo di estinzione. Tuttavia, essendo animali che non suscitano tanta empatia quanto le altre specie, vengono spesso dimenticati quando si tratta di conservazione e diffusione. Le maggiori fonti di pericolo per la vita marina e fluviale sono la pesca eccessiva, l’inquinamento delle acque, il cambiamento climatico e lo sviluppo urbano aggressivo lungo le coste. In questo articolo potete conoscere 14 pesci in via di estinzione.

14 pesci in via di estinzione

1. Squatina oculata (Squatina oculata)

Questo elasmobranco, che insegue piccole prede che passano vicino alla sua foce sul fondo del mare, è in uno stato di grave minaccia. La pesca commerciale è il suo principale fattore di scomparsa, dal momento che le reti che spazzano i fondali e le catture accidentali ne hanno ridotto la popolazione in modo preoccupante negli ultimi 50 anni.

Uno squalo angelo in fondo al mare.

2. Pesce pagliaccio (Amphiprion ocellaris)

I pesci pagliaccio hanno un complesso processo riproduttivo profondamente legato alle barriere coralline. Con l’aumento della temperatura dell’acqua – conseguenza del riscaldamento globale – i coralli si sbiancano e questi pesci finiscono per morire con esso.

Questo animale è diventato popolare grazie al film Alla ricerca di Nemo. Negli anni successivi alla sua uscita, la popolazione di pesci pagliaccio è diminuita drasticamente, a causa delle catture per tenerli a casa come animali domestici.

2 pesci pagliaccio insieme.

3. Grande squalo bianco (Carcharodon carcharias)

Questo è un altro animale minacciato dall’errata interpretazione dei film: la caccia sportiva di questo squalo è aumentata notevolmente dalla prima del film Lo squalo. Inoltre, pinne, denti e mascelle sono molto apprezzate nei mercati di alcuni paesi.

Si ritiene che attualmente ci siano tra 3.000 e 5.000 grandi squali bianchi. Tuttavia, la loro natura nomade e l’ampia distribuzione negli oceani rendono difficile quantificare le dimensioni della loro popolazione.

Uno dei pesci in via di estinzione.

4. Pesce rospo corallino (Sanopus splendidus)

Un altro pesce in pericolo di estinzione è il pesce rospo corallino, endemico dell’isola di Cozumel, in Messico. Abitante delle barriere coralline, soffre degli stessi problemi di altre specie quando i coralli negli ecosistemi muoiono per sbiancamento. Colpisce anche l’inquinamento delle sue acque, soprattutto lo scarico di sostanze chimiche.

Uno dei pesci in via di estinzione.

5. Cernia striata (Epinephelus striatus)

La cernia striata è un pesce solitario che vive sulle barriere coralline del Messico, delle Bahamas, della Florida e del Mar dei Caraibi, dove si nutre di granchi, pesci più piccoli e crostacei. È in grave pericolo di estinzione, poiché il suo carattere audace la rende accessibile ai subacquei e ai pescatori sportivi.

Una cernia a strisce nel mare.

6. Pesce sega (Pristis pectinata)

Questo pesce vive nell’Oceano Atlantico e nel Mar dei Caraibi. Misura tra i 500 ei 650 centimetri di lunghezza ed è popolarmente conosciuto grazie al suo naso allungato, simile a una motosega. Vive in acque dolci e salate, ma oggi è considerato scomparso dalla maggior parte delle aree che abitava. La sua popolazione è diminuita del 95% in 3 generazioni.

Uno dei pesci in via di estinzione.

7. Pesce gatto gigante del Mekong (Pangasianodon gigas)

Il pesce gatto gigante può essere trovato solo nel fiume Mekong e attualmente ci sono circa 96 esemplari. La diga idroelettrica costruita nel Mekong nel 1994 è stata la causa principale del suo declino, poiché la qualità dell’acqua è diminuita drasticamente. Questo, unito alla caccia illegale, ha lasciato la specie sull’orlo dell’estinzione.

Un altro dei pesci in via di estinzione.

8. Squalo balena (Rhincodon typus)

Questo gigantesco squalo, lungo circa 20 piedi, si nutre filtrando l’acqua, e i suoi denti non hanno alcuna funzione apparente. Si trova negli oceani di acqua calda e la sua natura innocua lo mette in pericolo dai bracconieri.

Lo squalo balena è una specie difficile da rintracciare, ma i suoi bassi tassi di riproduzione fanno sorgere il sospetto che la caccia indiscriminata possa ucciderlo in breve tempo.

Uno squalo balena in via di estinzione.

9. Pesce combattente (Betta splendens)

Un altro dei pesci in via di estinzione che, curiosamente, popola gli acquari delle case di decine di paesi. In realtà è originario del bacino del Mekong in Thailandia, Laos, Cambogia e Vietnam. Il pesce combattente è in uno stato vulnerabile, poiché la distruzione del suo habitat e la cattura di esemplari selvatici per mascotte stanno causando una diminuzione della sua popolazione.

Un pesce betta in un acquario.

10. Pesce luna (Mola mola)

Detentore del titolo di pesce più pesante del pianeta, questo animale può superare una tonnellata di peso e misurare fino a 3,5 metri di lunghezza. Vive nei mari e nelle profondità delle acque tropicali e temperate dell’Oceano Atlantico, Pacifico e persino dell’Oceano Indiano.

Alcune delle minacce che lo mettono in pericolo sono la pesca accidentale e la commercializzazione della sua carne in alcuni mercati in Giappone, Corea e Taiwan. Attualmente si trova in uno stato di vulnerabilità.

Uno dei pesci in via di estinzione.

11. Nono andaluso (Aphanius baeticus)

Questo è un altro dei 14 pesci in via di estinzione. È una specie endemica dei corsi d’acqua della penisola iberica, dove rimane in banchi vicino alla riva. È in pericolo a causa dell’inquinamento causato dall’attività militare e agricola, oltre che dall’introduzione di specie invasive e dai cambiamenti climatici.

12. Pesce cardinale di Banggai (Pterapogon kauderni)

Questa è una specie endemica delle Isole Banggai (Indonesia). È famoso per il suo aspetto curioso, poiché il suo corpo è romboidale e piatto con pinne molto sottili. Sebbene la sua densità di popolazione non sia nota, è noto che la specie è minacciata dall’effetto dell’attività umana sulle acque e dal conseguente inquinamento del suo habitat.

Il volto di un pesce cardinale.

13. Storione Kaluga (Huso dauricus)

La causa principale del forte declino che questo storione ha subito dal XIX secolo è la massiccia pesca nel suo habitat per ottenere il caviale. Altri fattori, come il cambiamento climatico, fanno fluttuare la temperatura dell’acqua, influenzando i cicli riproduttivi delle femmine.

La maturazione sessuale tardiva va contro di loro quando si tratta di recuperare la popolazione. La sua conservazione è importante per il valore storico: è un pesce endemico del fiume Amur, che corre lungo il confine tra Cina e Russia.

Un altro dei pesci in via di estinzione.

14. Tonno rosso (Thunnus thynnus)

La popolazione totale di esemplari di tonno rosso nell’Oceano Atlantico è stata ridotta fino al 90% negli ultimi anni. D’altra parte, nel Mar Caspio e nel Mar Nero è già considerata una specie localmente estinta. La sua carne è una prelibatezza, che favorisce la pesca eccessiva: attualmente viene cacciata a un ritmo 3 volte superiore a quello che la specie può recuperare. 

Un altro dei pesci in via di estinzione.

Con la distruzione delle acque, non solo i 14 pesci in via di estinzione soffrono, ma anche gli esseri umani ne subiscono le conseguenze. La prova è nei dati: gli oceani hanno assorbito il 93% del calore extra generato dall’attività umana, ma solo il 3% è protetto. Quando inizierà la vera azione per salvare questi animali?

Potrebbe interessarti ...

Esoftalmia nei pesci: tutto quello che c’è da sapere
I Miei AnimaliLeggi in I Miei Animali
Esoftalmia nei pesci: tutto quello che c’è da sapere

L'esoftalmia nei pesci può essere unilaterale o bilaterale. A seconda della variante, le cause e la prognosi saranno diverse.