5 animali che saltano più in alto

· 24 agosto 2018

Vi siete mai chiesti quali sono gli animali che saltano più in alto? Potrebbe trattarsi di mammiferi, insetti o anfibi. Questa è una delle tante competizioni che mettono a confronto le abilità di esseri viventi davvero straordinari. Se volete scoprire i 5 animali che saltano più in alto, non perdetevi il seguente articolo.

Quali sono gli animali che saltano più in alto di tutti?

Ciascuna delle seguenti specie si trova in questa lista perché se lo è meritato. Sfruttando tecniche diverse, e soprattutto la loro particolare fisionomia, questi sono gli animali che salgono più in alto. Non vi lasceranno indifferenti: ne siamo sicuri!

1. Puma

Noto anche come leone di montagna – potete vederlo nell’immagine che apre questo articolo – è un carnivoro originario dell’America. Si tratta del felino più grande del continente e  può adattarsi a molti ecosistemi. Si nutre principalmente di ungulati (mammiferi con gli zoccoli), ma se il cibo scarseggia, si accontenta anche di insetti, roditori, leporidi e via dicendo.

Questo affascinante e grande animale è un predatore esperto in agguati. Si nasconde tra gli alberi e aspetta per ore il momento giusto per saltare sopra la preda, a cui sferra un letale morso sotto le giugulari. Dotato di enorme forza e vigore, il puma può saltare 4 metri in verticale e 12 in orizzontale… Le sue zampe posteriori sono in grado di garantirgli una spinta incredibile.

2. Canguro

Tra gli animali che saltano più in alto non poteva mancare il canguro, un saltatore per eccellenza. Come la maggior parte dei marsupiali, questo essere vivente possiede due zampe posteriori ben sviluppate – a differenza di quelle anteriori che sono corte e sottili. Sono eccezionalmente potenti e permettono loro di saltare o correre. In questo modo, un canguro adulto può coprire distanze notevoli in pochissimo tempo, passando sopra ostacoli e pericoli. Non possono camminare: sono nati per saltare!

Canguro australiano di profilo su un terreno secco

In virtù di questo costante allenamento, questi animali simbolo dell’Australia sono molto veloci e possono raggiungere i 70 km/h su brevi distanze. Tornando ai dati importanti per la nostra classifica, sappiate che il canguro può saltare 3 metri in lunghezza. Vale la pena notare che la coda viene utilizzata come terza zampa e li aiuta a muoversi, ma anche a riposare.

3. Raganella

All’interno della grande famiglia degli anfibi Hylidae, vale la pena evidenziare l’Hyla arborea. Di colore verde con gli occhi rossi, questa specie di raganella vive in Messico, Colombia e Venezuela. Come suggerisce il nome, attira l’attenzione a causa dei suoi colori stridenti sia del corpo che delle pupille. Inoltre, possiede tre dita su ogni arto, ben separate l’una dall’altra.

Raganella su stelo di una pianta

Questo anfibio è notturno e trascorre molto tempo tra foglie e rami, dove si nutre di insetti e si protegge dai predatori con una tossina prodotta dalla pelle. Le femmine sono più grandi dei maschi e possono saltare fino a 150 volte le dimensioni del loro corpo grazie alle loro potenti zampe posteriori, che si allungano completamente.

4. Cavalletta

I Celiferi sono una grande famiglia di insetti popolarmente conosciuta come “cavallette”. Sono caratterizzate da antenne corte e grandi occhi. Sono erbivori e in molti casi considerati organismi nocivi per le colture.

Cavalletta su una pianta

Grazie alle loro zampe posteriori forti e lunghe, possono saltare fino a 20 volte la lunghezza del loro corpo. Inoltre, hanno due paia di ali, ma usano solo quelle posteriori per volare, se necessario. Un’altra caratteristica intrinseca è che emettono rumori forti sfregando le ali contro i femori.

5. Pulce

Infine, nella lista dei 5 animali che saltano più in alto, non potevamo lasciare fuori il parassita più odiato da chiunque abbia degli animali domestici a casa. La pulce ha delle articolazioni posteriori molto ben sviluppate, che gli permettono di saltare fino a 40 volte le sue dimensioni e passare così da ospite a ospite.

Pulce su un letto di cotone

Fondamentalmente, le pulci saltano per sopravvivere: ogni volta che lo fanno mordono la pelle dell’animale vittima e succhiano il sangue che è la base del loro nutrimento. L’aspetto più curioso sta nel loro meccanismo di salto. Come nel caso di una catapulta, si afferrano alla pelle con delle speciali “spine” e, quando hanno raccolte le zampe al massimo, mollano questi agganci per sfruttare tuta la spinta possibile.

Oltre a questi 5 animali che saltano più in alto, vale la pena citarne anche altri che possono, comunque, coprire distanze notevoli. Ad esempio, lo stambecco, il coniglio, il delfino, l’impala, il gerbillo e la lepre.