5 specie di antilopi più interessanti

È una famiglia molto numerosa, con più di 30 generi e in maggioranza provenienti dall’Africa. Questi mammiferi ungulati, i cui maschi sono provvisti di corna, sono completamente erbivori e sono noti per i loro manti dai molteplici colori e per i loro salti aggraziati. In questo articolo vi parleremo delle cinque specie di antilopi più rappresentative.

Quante specie di antilopi ci sono?

Delle 90 specie di antilopi, quasi tutte vivono libere in Africa; il resto può essere trovato in Asia e nella penisola arabica. Alcune sono state introdotte per la caccia esotica e possono vivere in habitat diversi, anche se preferiscono la savana. Alcune di loro sono:

1. Antilope cervicapra

E’ una delle specie più grandi, con una struttura fisica simile a quella di capre e cavalli. Gli esemplari adulti hanno un criniera sulla testa, lunghe orecchie mobili e, come suggerisce il nome, la maggior parte del loro corpo è di colore nero. Tranne che per il torace, la pancia e alcune parti del viso.

Questa antilope – visibile nella foto che apre questo articolo – è molto forte e resistente, le corna dei maschi sono potenti e servono sia per conquistare le femmine che per difendersi dai predatori. L’Antilope cervicapra preferisce vivere in aree con alberi e cespugli frondosi e abita prevalentemente nel sud-est dell’Africa.

2. Orice d’Arabia

L’orice è una specie di antilope composta da quattro sottospecie (orice gazzella, orice beisa, orice araba, orice dalle corna a sciabola). La varietà dell’Arabia si trova oggi in serio pericolo di estinzione. Questo bovide è noto per la pelliccia bianca, fatta eccezione per le gambe, la punta della coda e per la sua tipica maschera sul muso. Sia i maschi che le femmine hanno lunghe corna, dritte, nere e leggermente inclinate all’indietro.

un orice d'Arabia bianca nel deserto

L’orice araba si riproduce tra maggio e dicembre, la gestazione dura 240 giorni e, dopo essere nato, l’unico piccolo si nutre di latte materno per 10 settimane. Terminato lo svezzamento, la dieta di questo animale si compone di frutta, bulbi e gemme di tamarindo. Tra le sue caratteristiche più interessanti vale la pena menzionare che è in grado di resistere diverse settimane senza bere acqua.

3. Impala

È un’altra delle specie di antilopi più conosciute, di media statura, che vive nell’Africa centrale e orientale, in particolare in Kenya, Uganda, Tanzania, Angola e Zambia. È un animale magro, che misura circa un metro e pesa circa 50 chili, con il mantello castano sul dorso e bianco su torace e pancia.

una femmina di Impala in un territorio con piante grasse

Gli occhi dell’impala sono grandi, le orecchie “affilate”. I maschi hanno corna lunghe circa 90 centimetri, che usano nella lotta con altri rivali durante la stagione riproduttiva.

Una delle caratteristiche principali dell’impala è che può saltare fino a 10 metri di lunghezza e, per farlo, si sostiene sul terreno solo con la punta degli zoccoli. Questo mammifero si nutre di erba, semi e foglie che possono essere trovati nella savana.

4. Cudù maggiore

Questa è un’altra specie di grandi antilopi, provvista di notevoli corna, che presenta un grande dimorfismo sessuale “a favore” dei maschi. Il cudù abita nelle savane boschive africane e può essere suddiviso in cinque sottospecie.

un cudù maggiore in piedi di profilo nella savana

Misura più di due metri e pesa circa 300 chili (maschi), ha una criniera chiara sulla colonna vertebrale e la pelliccia è marrone chiaro, con linee bianche sul retro. Ha abitudini notturne, si nutre di rami e foglie e, sebbene il suo passo sia lento, può saltare fino a due metri di altezza.

5. Gazzella dorcade

Non potevamo chiudere la nostra lista dedicata alle specie di antilopi più interessanti, con una delle varietà più conosciute. La Gazzella dorcade vive tra i deserti del Nord Africa. Di piccole dimensioni (non oltre i 65 centimetri di altezza e 20 chili di peso), ama vivere in zone dove ci sono ampi prati e nelle steppe.

una piccola di gazzella dorcade

Per quanto riguarda il suo aspetto, possiamo evidenziare il mantello marrone rossiccio con ventre bianco, orecchie e corna appuntite, oltre a una particolare maschera bianca sul muso, da cui spiccano i suoi grandi occhi neri. Possono trascorrere tutta la vita senza bere acqua, grazie a uno speciale metabolismo che gli permette di estrarre i liquidi dalle piante che consumano.

Categorie: Curiosità Tags:
Guarda anche