7 cose da sapere per salvare un cane o un gatto dalla strada

30 Maggio 2019
Prima di salvare un cane o un gatto, ci sono alcune cose importanti che dovete sapere. Per aiutare gli animali ci vogliono pazienza e alcuni consigli.

Se decidete di salvare un cane o un gatto dalla strada, è essenziale che siate preparati sia fisicamente che mentalmente, e dovete sapere come agire per prestargli aiuto in maniera efficace e sicura.

Spesso si incontrano dei cani o dei gatti randagi che hanno bisogno di un aiuto immediato, quindi è essenziale considerare degli aspetti per poterli salvare. Il randagismo è una triste realtà, e sfortunatamente il numero degli animali abbandonati cresce sempre di più. Ecco alcuni consigli per salvare un cane o un gatto.

7 cose da sapere per salvare un cane o un gatto dalla strada

La prima cosa che dovete considerare è che un salvataggio non sarà mai al 100% prevedibile. Ogni animale ha una propria personalità e potrebbe reagire in vari modi se viene toccato. Dovete anche tenere in conto che potrebbe aver vissuto un’esperienza traumatica con delle persone.

Di seguito, ecco alcuni consigli:

1. Per salvare un cane o un gatto ci vuole pazienza

Dovete mantenere la calma per non apportare una dose di stress in più alla situazione. La cosa più probabile è che il cane o il gatto abbia paura di avvicinarsi, quindi la pazienza sarà fondamentale per poterlo salvare.

L’ideale sarebbe attirarlo con degli snack per stimolarlo ad acquisire fiducia e quindi ad avvicinarsi. Se l’animale è indebolito, dovete avvicinarvi lentamente senza fare dei movimenti rapidi o bruschi ed avere un tono di voce tranquillo.

2. Procuratevi un trasportino

Quando il cane o il gatto si fiderà di voi, dovrete portarlo in un ambiente salutare. Per questo, l’ideale sarebbe procurarsi un trasportino o una gabbia che vi permetta di spostarlo con facilità.

gatto dentro trasportino aperto

 

Se non avete a disposizione questo accessorio, potete utilizzare una scatola di cartone o un altro contenitore solido che possa sostenere il peso dell’animale. Nei casi più urgenti, potete semplicemente avvolgerlo in un telo, in una coperta o in un lenzuolo per poi portarlo in una clinica veterinaria.

Ricordatevi che la salvezza dell’animale potrebbe dipendere da un intervento immediato, e non sempre avrete il tempo di procurarvi una gabbia. L’importante è che lo allontaniate dall’ambiente che minaccia il suo benessere.

3. Portatelo da un veterinario il prima possibile

Per strada, gli animali sono esposti a sporcizia, a microrganismi patogeni, a scontri con i propri simili, ad alimenti contaminati, ecc. Per questo, per poter salvare un cane o un gatto che è stato abbandonato o che si è perso, è essenziale portarlo immediatamente da un veterinario.

veterinario con in braccio cane e gatto

Oltre ad esaminarlo e a fare dei test per controllare il suo stato di salute, lo specialista gli farà anche dei vaccini e gli somministrerà degli antiparassitari.

4. Un rifugio provvisorio

L’animale salvato sarà debole ed esausto, quindi avrà bisogno di riposare e di mangiare per recuperare le forze e le energie. La cosa ideale sarebbe che la persona che lo ha salvato si occupi di trovargli una sistemazione provvisoria.

cane dentro rifugio con persone

Per farlo, potete consultare i vostri amici, pubblicare delle foto sui social, o recarvi direttamente in un rifugio per animali.

5. Dategli del cibo e dell’acqua

Oltre a procurargli una cuccia in cui dormire, sarà necessario anche dare da bere e da mangiare al cane o al gatto che avete salvato. Se non avete a disposizione del mangime, potete preparargli del cibo fatto in casa con riso, pollo, carne di vitello o carote.

salvare gatto randagio con crocchette

È possibile che l’animale non mangi subito poiché si trova in un ambiente sconosciuto. Non dovete obbligarlo ad alimentarsi, ma dovete aspettare che si adatti al luogo e che si senta al sicuro.

6. Scoprite se il cane o il gatto ha un padrone

Se salvate un cane o un gatto, dovete considerare che potrebbe essersi perso. Spesso, gli animali possono scappare dalla loro casa e poi non riuscire a tornarci, finendo a vagare per le strade.

cane tra le mura

Prima di decidere di adottarlo, sarà essenziale provare a trovare i suoi padroni. Se il cane o il gatto si è perso, sicuramente lo staranno cercando.

7. Trovategli un padrone responsabile

Se il cane o il gatto non ha un padrone, l’ultimo passo sarà quello di trovargli una nuova casaSe decidete di tenerlo voi, dovete allestire la vostra abitazione per potergli offrire delle condizioni ottime per il suo sviluppo sia fisico che mentale.

padrona che abbraccia cane

Se avete deciso di far adottare l’animale, assicuratevi di scegliere un padrone responsabile e che si impegni a prendersi cura di lui. È anche possibile chiedere aiuto a delle associazioni che si occupano di animali affinché gli trovino una famiglia.

  • CENDÓN PANADÉS, MARTA, HOLM, ANNA. 2011. Abandono de animales de compañía. Extraído de: https://ddd.uab.cat/pub/trerecpro/2011/85680/abaanicom.pdf
  • BOE. Legislación Comunidad de Madrid. 2016. Ley de Protección de animales de compañía. Extraído de: https://www.boe.es/buscar/pdf/2016/BOE-A-2016-11097-consolidado.pdf