L’acqua di mare fa bene al vostro cane?

acqua di mare fa bene al cane

Gli effetti che l’acqua di mare può avere sui cani rappresentano uno degli interrogativi più interessanti per molti padroni. Soprattutto nei mesi caldi, in estate o per chi vive in località costiere con ampie spiagge dove portare a spasso il proprio amico a quattro zampe. Casi di emergenza veterinaria, per via di intossicazioni per acqua marina, sono assai frequenti.

Ad ogni modo, dalla seconda metà del XIX secolo, la ricerca scientifica ha mostrato invece che i cani potrebbero trarre molti vantaggi dal trattamento con acqua di mare. Si tratta di studi approfonditi, parallelamente portati avanti tanto su esseri umani che su animali domestici. Come, appunto, cani e gatti.

In questo articolo cercheremo di spiegarvi se e come l’acqua di mare fa bene al vostro cane.

Acqua di mare e salute del cane

Alcuni dei nostri lettori si saranno già accorti, da soli, che in commercio esistono già prodotti elaborati con acqua di mare. Anzi, in alcuni paesi, tali trattamenti sono ormai una vera e propria moda. Esistono dei casi concreti in cui questo liquido offre soluzione a problemi di salute, o ne lenisce altri anche più gravi:

  • anoressia
  • disturbi gastrointestinali e renali
  • problemi sanguigni o respiratori
  • cancro, tumori
  • allergie ed altri ancora.

Gli effetti positivi dell’acqua di mare sono così numerosi che alcuni veterinari raccomandano di includerne piccole dosi nell’alimentazione quotidiana degli animali domestici.

L'acqua di mare fa bene al vostro cane

Gli specialisti che appoggiano questa nuova corrente, sostengono che il successo risiede nelle proprietà stesse dell’acqua marina. Infatti, è un liquido assai ricco di sostanze nutritive e con tutti gli elementi della tavola periodica. Inoltre, la sua composizione generale è molto simile al sangue degli animali vertebrati.

Trattare il cane con acqua di mare

È importante tenere presente che, come in qualsiasi trattamento, è essenziale la supervisione del veterinario. Se il medico di fiducia non approva questi procedimenti, l’opzione più corretta è quella di ascoltare un secondo parere. Mai agire da soli o per sentito dire: l’auto-medicazione è quanto di più pericoloso possa esistere.

Sul mercato esistono una serie di marche di acqua di mare in bottiglia, sia ipertoniche (non diluite, pure) che isotoniche (diluite in acqua dolce). Altri prodotti sono invece pensati come semplici ingredienti da aggiungere ai pasti.

Fa bene bere l’acqua di mare?

Bere direttamente acqua di mare va bene, anche se occorre sempre tener presente questi semplici consigli:

  • Attingere a un tratto di mare pulito, lontano da discariche, acque tossiche, dove sia priva la presenza di resti fecali umani.
  • E’ possibile attingere l’acqua di mare direttamente dalla riva facendo bene attenzione ad evitare la presenza di sabbia.
  • Lasciar riposare l’acqua di mare in una bottiglia di vetro, in un luogo fresco e scuro per una settimana.
  • E’ consigliabile filtrare l’acqua come se fosse caffè.

Un bicchiere di acqua salata dev’essere miscelato con tre di acqua potabile. Per far bere il liquido dal vostro cane, potete mettere la nuova acqua in un contenitore a parte. Meglio se vicino a quelli che contengono cibo e acqua “normale”. Il cane proverà la nuova bevanda poco a poco, fino a quando diventerà un fatto normale della sua dieta abitudinaria.

L’azione dell’acqua di mare sulla pelle dei cani

I benefici dell’acqua di mare sono stati registrati a livello interno ma anche rispetto alla pelle dei cani. Applicare acqua salata esternamente, favorisce la cura di alcune ferite e migliora salute e aspetto del manto.

Grazie alle sue proprietà antisettiche e curative, ripristina i tessuti danneggiati da ferite o ustioni. Allo stesso modo, le sue facoltà antibatteriche e antimicrobiche impediscono l’infezione di qualsiasi lesione presente sulla pelle del vostro cane.

L’acqua di mare è molto utile per alleviare il prurito da dermatite atopica, dermatite seborroica, scabbia, psoriasi o forfora. Inoltre, riducendo il prurito, impedisce all’animale di graffiarsi compulsivamente e di generare nuove ferite.

L’estate e il rischio di avvelenamento

Come in tutte le cose, gli eccessi sono da evitare. Mai dare troppa acqua di mare al vostro canePotrebbe causare la pericolosa ipernatriemia (livello esponenziale di sale nel corpo) che può verificarsi, per esempio, ingerendo per errore sale da tavola o plastilina.

L'acqua di mare fa bene al vostro cane

Per ridurre i rischi di intossicazione da acqua salata, durante le passeggiate in spiaggia, seguite sempre da vicino l’animale, evitando che beva direttamente per saziare la propria sete. Portate con voi una buona quantità di acqua potabile e offritela all’animale con regolarità.

Ci sono cani che amano nuotare, e farli uscire fuori dall’acqua può essere un’impresa faticosa (come capita con i bambini, d’estate). Se possedete un cane particolarmente attivo, un trucco può essere quello di farlo stancare prima sulla spiaggia, con giochi e rincorse, in modo che avrà poche forze residue per voler passare troppo tempo in mare.