Far adattare il gatto alla nuova casa

A un felino dobbiamo dedicare lo stesso tempo che riserviamo a un cane, anche se può non sembrare così

Doversi adattare a una nuova casa può essere traumatico per un animale. Alcuni animali sono più preparati rispetto ad altri ad abituarsi a un trasloco; dipende tutto dal carattere. Oggi vogliamo darvi alcuni consigli per far adattare il vostro gatto ad un ambiente sconosciuto.

Il trasloco in una nuova casa

C’è chi crede che avere un gatto richieda poco tempo in fatto di cure, a differenza di un cane; questa idea è sbagliata. A un felino dobbiamo dedicare lo stesso tempo che riserviamo a un cane, anche se può non sembrare così.

Pur essendo addomesticati, i gatti possiedono ancora molte delle caratteristiche della loro tappa come animali selvatici e solo poco a poco si sono adattati alle loro nuove condizioni di vita. Ad esempio, sono animali territoriali per natura e con il passare del tempo non hanno perso questa qualità.  

Il territorio permette all’animale di creare un ambiente sicuro, nel quale possa sentirsi a suo agio e privo di minacce per muoversi in totale libertà. La perdita di questo perimetro è molto stressante per loro, poiché rappresenta la loro casa e infonde loro tranquillità.  

Gatto dentro una scatola

Il momento in cui un gatto viene introdotto in un nuovo ambiente è molto importante per l’animale, poiché dovrà definire uno spazio a lui ignoto. Poco per volta delimiterà le zone nelle quali svolgerà le sue attività abituali.

Il nuovo perimetro

Il modo migliore di abituare un gatto (di qualsiasi età) a una nuova casaè lasciarlo libero in una stanza chiusa dalle dimensioni adeguate. In questo modo, l’animale a poco a poco familiarizzerà con il suo territorio, poiché gli sarà possibile delimitare lo spazio che userà ogni giorno. E lo “marcherà” senz’altro con i suoi feromoni.

Lo spazio deve prevedere gli elementi essenziali della sua vita come animale domestico: la lettiera, le ciotole con cibo e acqua e una zona di riposo o di giochi. Tutti questi elementi devono essere separati tra loro da una distanza appropriata; in questo modo l’animale esplorerà in modo adeguato il territorio.

Non tutti i gatti sono uguali, alcuni sono più timidi di altri. In questo caso, attenzione! Il trattamento deve essere lo stesso. Non dobbiamo mai mettere sotto pressione l’animale.

Il gatto potrà infilarsi sotto i mobili o nascondersi, ma non lasciate che questo vi metta in agitazione; è solo il suo istinto di sopravvivenza e con il passare del tempo (magari una settimana) si mostrerà molto più socievole.

Gatto gioca con tiragraffi

Se i mobili o le librerie della casa sono alti, ben venga. I gatti sono animali che si sentono molto più sicuri quando si trovano in alto. Se il vostro gatto è molto timido, l’ideale è garantirgli dei punti su cui possa salire e riposare ad un’altezza considerevole.

Soddisfare i loro bisogni 

Abbiamo già parlato di alcuni elementi che devono trovarsi nel posto sicuro riservato al gatto. Alcuni sono fondamentali e non hanno bisogno di ulteriori spiegazioni, come le ciotole di acqua e cibo. Tuttavia, i felini hanno bisogno anche di altro per adattarsi efficacemente nella loro nuova casa.

In quanto animali ancora saldamente legati ai loro istinti selvatici, i gatti hanno bisogno di oggetti con cui soddisfare i loro bisogni di caccia, marcatura e igiene. Ve ne consigliamo alcuni:

  • Un tiragraffi verticale è una buona idea per il gatto; più è alto, meglio è. Se possiede diversi livelli, ancora meglio. Questo oggetto permette al felino di affilare e limare a suo piacimento gli artigli, come faceva diversi secoli fa durante il suo stato selvatico con la corteccia degli alberi, cosa che gli permette anche di marcare il suo territorio.  
  • Qualche giocattolo con cui divertirsi e simulare la caccia di una preda in natura. Esistono diversi giocattoli a tale scopo. Vi consigliamo quelli adatti alle dimensioni dell’animale e che presentano elementi in movimento, ideali per soddisfare questo suo bisogno.
  • Come tutti i felini, i gatti sono molto puliti. Ciò risponde più che altro al loro istinto di caccia che a un bisogno di igiene, come pensano molti. Di solito, infatti, realizzano questo rituale di pulizia vicino alla lettiera.
  • Hanno bisogno anche di un luogo speciale sul quale strofinarsi e disfarsi, così, dei peli morti. Vi consigliamo di mostrargli il prima possibile il posto che ritenete conveniente.

E per concludere

Quando il vostro animale si sentirà a suo agio in questo spazio sicuro, arriva il momento di aprirgli le porte al resto della casa. Con il tempo prenderà confidenza con gli spazi che lo circondano e la sua vita trascorrerà con normalità.

Ricordate che i gatti socializzano in modo diverso rispetto ai cani, ovvero durante la passeggiata; lo fanno in presenza degli umani.

In caso contrario, possono presentarsi gravi conseguenze per la salute e potrebbero sviluppare condotte indesiderate.

Categorie: Consigli Tags:
Guarda anche