L’addestramento del pastore tedesco, un cane incredibile

Il pastore tedesco è uno dei cani più popolari tra le razze domestiche. Il suo carattere, la sua intelligenza e la facilità di apprendimento lo rendono perfetto tanto per la vita in casa che per svolgere servizi di sicurezza e salvataggio. State pensando di adottarne uno? Ecco allora una guida con tutto ciò che dovete sapere sull’addestramento del pastore tedesco.

Consigli per l’addestramento del pastore tedesco

E’ noto che il pastore tedesco sia un cane nobile e facile da addestrare. Se educato in modo completo sin da quando è cucciolo, potrete contare su un animale fedele, equilibrato e assolutamente affidabile. Un vero compagno di vita che non vi deluderà mai. Vediamo qualche consiglio pratico per poter ottenere il massimo da questo splendido cane di origine tedesca.

1. Addestramento precoce e leadership

Questo è uno dei passi più importanti nella formazione di qualsiasi razza. Questo tipo di cane ha bisogno di un leader (o capobranco). In mancanza di questo, adotterà lui stesso questo ruolo dominante, con conseguenze negative per la sua gestione.

Dovrete addestrarlo con amore e fermezza e fargli capire subito qual è il suo ruolo all’interno della famiglia. Non solo dovrà vedervi come il leader indiscusso, ma dovrà accettare che anche tutti gli altri membri della famiglia sono superiori a lui. Dovrà abituarsi ad obbedire anche a loro.

Per riuscirci, moglie, marito e figli, dovranno concordare le regole che l’animale deve seguire, mantenendo un atteggiamento chiaro e coerente. Per fare qualche esempio, il vostro pastore tedesco dovrà essere l’ultimo ad uscire di casa e l’ultimo a entrare. Rispetto all’alimentazione, dovrete dargli la ciotola della pappa dopo che voi avete finito. Insomma, stabilite i limiti della sua autonomia, con normalità e senza violenza.

2. L’importanza dell’esercizio fisico

I cani di grossa taglia hanno bisogno di fare molta attività fisica e sport. Il pastore tedesco, in particolare, ha bisogno di liberare la tantissima energia di cui dispone e alleviare lo stress accumulato stando solo o al chiuso. Se non gli concederete sufficienti uscite, passeggiate e corse, molto presto vedrete affiorare atteggiamenti distruttivi e aggressivi.

Bambini corrono con un pastore tedesco sul prato

Non si tratta però solo di un “obbligo”, ma anche di una necessità. Infatti, facendo muovere molto il vostro amico a quattro zampe, avrete certamente un cane più forte e sano. Avrà un miglior tono muscolare, articolazioni e ossa più allenate e un umore più positivo, senza stress.

3. Socializzazione

Un altro aspetto importante riguarda la stimolazione a socializzare con altri cani e persone. E’ un passo fondamentale se volete avere un cane amichevole e in grado di relazionarsi pacificamente con tutti. Una delle caratteristiche del pastore tedesco è la sua autostima, che può portarlo a credersi superiore agli altri e trattarli in modo aggressivo.

Se in qualche momento notate questo tipo di predisposizione, sarà necessario applicare una correzione il prima possibile. In determinati casi, può essere necessario ricorrere alla consulenza di un istruttore cinofilo, specializzato in questa razza.

Quattro cuccioli di pastore tedesco nella natura

4. Fermezza e coerenza per l’addestramento del Pastore tedesco

È vero che il pastore tedesco è un cane molto intelligente, ma ciò non significa che possa imparare troppi ordini contemporaneamente. Prima di insegnargli qualcosa, pensate molto bene al risultato e cosa volete ottenere da lui. I comandi devono essere chiari, diretti e univoci.

Dovrete mantenere sempre gli stessi ordini e allenarlo costantemente, in modo che li memorizzi ed evitando ogni possibile elemento di disturbo che possa distrarre o confondere l’animale.

5. Utilizzate sempre il rinforzo positivo

Il vostro pastore tedesco imparerà facilmente a sedersi, prendere o mollare qualcosa, a sdraiarsi, girare, fermarsi o persino a portarvi le scarpe. La sua intelligenza, accompagnata ed esercitata grazie a un addestramento graduale e costante, vi darà molte soddisfazioni.

Il trucco è quello di evitare un’educazione violenta, basata sul rimprovero, la frustrazione e la violenza. Sono tutti atteggiamenti controproducenti che indeboliranno il vincolo di fiducia nei confronti del proprietario.

Al contrario, dovrete ricorrere alla leva del cosiddetto rinforzo positivo. Si basa sull’offerta di premi e ricompense che vengono concesse non appena il vostro cane compie un’azione corretta che gli è stata richiesta. Uno stimolo a far bene che renderà l’apprendimento più rapido ed efficace.

Come avete visto, l’addestramento del pastore tedesco non è così difficile come sembra. Se decidete di adottare uno di questi meravigliosi cani, rispettando questi semplici consigli potrete avere accanto a voi un animale domestico davvero perfetto per condividere assieme i momenti più belli della vostra vita.

Categorie: Addestramento Tags:
Guarda anche