Qual è la migliore alimentazione per i gatti a pelo corto?

Nonostante abbiano dimensioni ridotte, nelle vene di questi felini domestici scorre il sangue dei più formidabili predatori. Per questo motivo è importante curare l’alimentazione dei gatti a pelo corto. Una dieta adeguata aiuterà il vostro amico a quattro zampe a crescere, svilupparsi e ad avere una vita migliore e più lunga.

Cosa deve mangiare un gatto a pelo corto?

Non dimenticate mai che il vostro micio sente la necessità di alimentarsi come i grandi felini: leoni, tigri, giaguari, ecc. Partendo da questo concetto, di animali cacciatori e carnivori, è possibile pianificare un’alimentazione corretta, senza commettere facili errori.

Non vedrete mai un leone adulto mangiare una mela o bere latte in natura. E nemmeno un cucciolo di leopardo bere il latte di una mucca o di un qualsiasi altro animale. Per quanto possano sembrarvi ridicoli questi esempi, a volte succede che alcuni proprietari offrano questi alimenti ai propri gatti. Sbagliando enormemente.

Non dovete sorprendervi se il vostro gatto ha sempre fame. Non mangia come cani e umani. Riguardo alla loro alimentazione, quasi mai cambiano abitudini e gusti, e voi proprietari dovete sempre tenerne conto.

I gatti a pelo corto hanno bisogno di mangiare molta carne per ottenere grassi e proteine. Se gli esseri umani mangiassero come loro, soffrirebbero di gravi problemi di salute sin dalla giovane età.

un piccolo micio mangia del cibo umido dalla ciotola

Per nutrire i gatti a pelo corto dovete lasciare da parte ciò che sapete sulle diete umane o quelle dedicate ai cani. Non è raro che le persone trattino il loro micio come se fosse un cane, che possiede la capacità di poter metabolizzare vari alimenti, anche molto differenti tra loro.

Molte volte, se il vostro gatto appare in evidente sovrappeso, si deve al fatto che è stato nutrito con una dieta troppo ricca di carboidrati. Questo può innescare un problema di diabete. Il sistema digestivo del gatto a pelo corto non è progettato per i carboidrati, quindi andrebbero evitati.

Come deve essere l’alimentazione per i gatti a pelo corto?

L’alimentazione per gatti a pelo corto deve soddisfare le linee guida definite dall’American Association of Feed Control Official (AAFCO). Seguire queste regole vi consentirà di alimentare il vostro piccolo amico sempre nel modo corretto.

Non prestate attenzione alla pubblicità che punta a lavarvi il cervello con parole prive di senso (come gourmet, natural, super-premium e premium) poiché questa terminologia è assolutamente arbitraria e assegnata dalle stesse aziende, senza un controllo esterno. Chiedete al vostro veterinario quale cibo (umido o secco) sia il migliore per il vostro gatto a pelo corto.

un gatto a pelo corto nero guarda in alto con accanto la ciotola di croccantini

Una volta fatta la vostra scelta, lasciate che il gatto a pelo corto assaggi una piccola porzione. Se lo mangia senza problemi e sembra piacergli, è un’ottima notizia. Al contrario, se notate una certa ed evidente repulsione, meglio cambiare prodotto.

I gatti a pelo corto spesso preferiscono digiunare che mangiare qualcosa che non gli piace, e questi comportamenti possono essere anche molto dannosi. Tenete presente che il vostro amico a quattro zampe potrebbe essere a rischio di insufficienza epatica o persino di morte.

Se decidete di cambiare mangime, introducete un diverso tipo di cibo lentamente e in piccole quantità per circa una settimana. Questo aiuterà ad evitare che il gatto a pelo corto respinga il nuovo cibo e diminuisce il rischio di disturbare la sua digestione.

Porzioni, frequenza dei pasti e spuntini

Il mangime per gatti a pelo corto deve essere abbondante? Questo dipende da alcuni elementi che non possono essere previsti. Dovrete quindi farvi alcune domande. Come, per esempio: “il vostro gatto a pelo corto vive dentro o fuori casa?” oppure “è stato sterilizzato?“. Entrambe le risposte sono fondamentali per determinare le esigenze nutrizionali del gatto.

La cosa migliore che potete fare è chiedere al veterinario maggiori informazioni per determinare razioni e quantità giornaliera di calorie per il vostro micio. Prendete l’iniziativa e chiedete al medico quantità e peso di ogni razione.

Una volta scoperto di quanto cibo ha bisogno il vostro gatto a pelo corto, rispettate questi valori. Potrebbe sembrare che non sia abbastanza, ma servirà per mantenere il suo peso forma. Per questi felini domestici, infatti, perdere peso è un’operazione quasi impossibile.

Organizzate i suoi pasti: dato che, se potesse, mangerebbe per tutto il giorno, lasciate la pappa sempre fuori e accessibile. Potete dargli metà razione di mattina prima di uscire per andare al lavoro e l’altra metà di sera, quando tornate. Avrete così un gatto a pelo corto sano, forte e in forma.

Categorie: Consigli Tags:
Guarda anche