Amblipigi: cosa sono e dove possiamo trovarli?

Cosa sono gli amblipigi? Cosa li differenzia dagli scorpioni e perché si chiamano così? Questo aracnide poco noto presenta una serie di caratteristiche affascinanti.
Amblipigi: cosa sono e dove possiamo trovarli?

Ultimo aggiornamento: 15 aprile, 2021

Gli amblipigi sono un ordine di aracnidi che comprende varie famiglie. Questi artropodi somigliano agli scorpioni, ma senza pungiglione. La loro particolarità è l’odore della sostanza che espellono, che ha un aroma acido che ricorda l’aceto.

Abitano le regioni tropicali e subtropicali, dove si nascondono sotto le rocce, dentro i tronchi degli alberi e in altri luoghi dove c’è molta umidità.

Cosa sono gli amblipigi?

Gli amblipigi sono degli artropodi della classe degli aracnidi, molto simili agli scorpioni ad occhio nudo, ma se li guardiamo da vicino è facile trovare molte differenze. Innanzitutto il fatto che non abbiano il pungiglione.

Questi aracnidi sono lunghi tra i 2 e i 15 centimetri — a seconda della specie— e il loro corpo è diviso in 2 regioni, il prosoma (cefalotorace) e l’opistosoma (addome). Sono di colore marrone-rossastro o nero.

Il prosoma corrisponde alla testa e al torace, che sono uniti. Gli amblipigi hanno un solo paio di occhi e un gruppo di ocelli laterali, che sono delle strutture fotorecettrici presenti in molti animali e funzionano come occhi primitivi. Nel prosoma si trovano anche cheliceri e pedipalpi.

Amblipigi su un ramo.

Questi artropodi hanno 8 zampe, ma non le usano tutte per muoversi. Con il primo paio di zampe, più lunghe e strette, rilevano la preda attraverso le vibrazioni che trasmettono al suolo e sono la loro guida nell’oscurità.

L’opistosoma è composto da 12 segmenti attraverso i quali sono distribuiti su entrambi i lati gli organi genitali, gli organi respiratori, l’ano e gli orifizi delle ghiandole anali. Attraverso queste ghiandole espellono una sostanza con un odore simile all’aceto. Alla fine del corpo hanno un lungo flagello multi-articolato.

Dove vivono questi aracnidi?

Gli amblipigi vivono nelle aree molto umide, come le regioni tropicali e subtropicali. Durante il giorno, si rifugiano nelle tane che scavano nel terreno o dentro tronchi, rocce e altri detriti naturali.

Alimentazione e riproduzione degli amblipigi

Sono animali predatori e si nutrono di insetti, vermi, scarafaggi, grilli e in alcuni casi altri aracnidi, come scorpioni e ragni. In cattività, la loro dieta si basa su piccoli grilli, scarafaggi o larve di Zophoba e altri insetti.

La riproduzione è molto simile a quella degli scorpioni. I maschi sono più sottili delle femmine e si distinguono per i segmenti addominali.

Dopo un corteggiamento simile a una danza, il maschio deposita uno spermatoforo, che la femmina ospita nella sua spermatheca. Successivamente, la femmina scava una tana in cui rimane proteggendo la sua prole.

Una volta avvenuta la fecondazione, le uova si svilupperanno in una struttura chiamata ovisco, che pende dall’addome della femmina. Dalle uova si schiudono circa 15 o 20 giovani, che la madre porterà sulla schiena fino a quando non raggiungono lo stadio di ninfa, fino alla muta successiva, momento in cui saranno indipendenti.

Sono velenosi?

La sostanza che secernono è innocua per l’uomo. Si tratta di un liquido composto principalmente da acido acetico, acqua e acido caprico.

La sua funzione è sia offensiva che difensiva. Lo espellono contro le loro prede per indebolirne la cuticola e per poterle catturare più facilmente con i loro pedipalpi. Con il peduncolo – il segmento che unisce il prosoma con l’opistosoma – possono dirigere il getto di acido acetico contro le loro vittime.

Di cosa hanno bisogno quando vivono in cattività?

Sebbene non siano per tutti, questi artropodi vengono anche allevati e tenuti in cattività, in terrari adattati alle condizioni di umidità e temperatura di cui hanno bisogno.

amblipigi in primo piano.

I terrari consigliati sono quelli che misurano 30x30x30 centimetri, con un substrato che consente lo scavo di tane, come la fibra di cocco, e pareti lisce attraverso le quali non possono arrampicarsi.

Per riprodurre le condizioni del loro habitat naturale, gli amblipigi hanno bisogno di un ambiente molto umido. Non è necessaria una buona illuminazione – trattandosi di animali notturni – e la temperatura deve essere mantenuta al di sopra dei 20 ° C.

Sono animali solitari: stanno in coppia solo durante la stagione riproduttiva, quindi non è consigliabile mettere insieme vari esemplari. In generale, sono abbastanza attivi, ma durante i periodi di muta possono mostrare una sorta di letargia. Anche l’umidità è importante per questo processo.

Potrebbe interessarti ...
Insetti e aracnidi: quali sono le differenze?
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Insetti e aracnidi: quali sono le differenze?

Ci sono molte differenze tra gli insetti e gli aracnidi, così come molte sono le somiglianze. Come possiamo distinguerli?



  • dnatecosistemas.Vinagrillo gigante.
  • infotortuga. Mastigoproctus giganteus, el mejor arácnido mascota.