Amici dei gatti, che cosa dice la scienza?

· 6 Gennaio 2019
La chiave per diventare amici dei gatti è adottare il felino secondo la sua personalità, e che sia il più possibile affine a quella del padrone.

Alcuni scienziati hanno scoperto qual è il modo migliore per diventare amici dei gatti. Alcuni hanno la fama di essere schivi e di non andare d’accordo con gli esseri umani.

Nonostante chi viva con uno di loro sappia che possono essere molto affettuosi, ecco cosa dice la scienza sul fatto di diventare amici dei gatti.

Diventare amici dei gatti secondo la scienza

Negli ultimi anni sono stati svolti molteplici studi scientifici sul comportamento animale. Alcuni basati su esperimenti per misurare la loro intelligenza e la loro capacità di risolvere problemi e altri su come interagire con loro.

Vogliamo basarci su quelli orientati nel diventare amici dei gatti. Abbiamo compilato una serie di conclusioni scientifiche sui modi migliori di avvicinarsi ai felini o su come facilitare la convivenza con questi.

Gli scienziati hanno ottenuto delle risposte inaspettate e sorprendenti.

1. Che siano i gatti a prendere l’iniziativa

Due studi svizzeri hanno tratto la stessa conclusione: se volete essere amici dei gatti, lasciate che siano loro ad avvicinarsi e a farsi toccare. Se li accarezzate prima che vi abbiano dato il permesso, avrete già iniziato con il piede sbagliato.

Padrone che bacia gatto in braccio

Uno degli studi è stato realizzato con 50 gatti diversi: l’animale si avvicinava per primo e tendeva a non fuggire se la persona si sedeva e aspettava che il felino prendesse l’iniziativa. 

L’altra ricerca ha dimostrato che il gatto restava più tempo a giocare con l’umano se la presentazione si era svolta nel modo sopracitato.

2. Se la presentazione non va bene, dategli spazio

I gatti hanno un linguaggio del corpo molto ampio, e attraverso questo ci trasmettono molte cose. Tuttavia, poca gente fa caso ai segnali che mostrano i felini per dimostrare che sono infastiditi: agitare la coda o abbassare le orecchie, per esempio.

Se li avete compresi e gli permettete di allontanarvi smettendo di accarezzarli, è più probabile che la prossima volta andrà meglio.

Gatto con ciotola e pelo dritto

I gatti sono animali affettuosi però indipendenti: troppo contatto fisico può opprimerli: però se capiscono che smettete di toccarli quando lo richiedono, saranno più propensi a volere delle carezze che prima rifiutavano.

3. Giocate con loro

Uno studio condotto su dei gatti che sono stati adottati nel 2017, ha dimostrato che i felini preferiscono giocare con le persone che ricevere del cibo. Ancor di più se il gioco è coinvolgente: ciò dipenderà dalle preferenze di ogni animale.

I gatti sono dei predatori e degli animali sociali: giocare fa parte dei loro istinti naturali: se giocate con il vostro amico peloso e gli date l’opportunità di dare la caccia ai dei piccoli oggetti, la vostra relazione con lui si rafforzerà, e il suo comportamento migliorerà.

4. Adottate il gatto secondo la vostra personalità

Per quanto riguarda le adozioni, si sono svolti molti studi statistici: in uno sono state intervistate delle persone che hanno adottato dei gatti adulti, e si è scoperto che la gente attribuisce varie personalità ai felini secondo il colore del pelo, quando l’aspetto fisico non influenza in alcun modo il carattere.

Gatto che gioca con corda sul tappeto

Altre ricerche si basano sulla vita delle persone che hanno adottato dei gatti adulti: la soddisfazione con il comportamento e la relazione con l’animale è considerevolmente migliore nei casi in cui l’umano si concentra sulla personalità del felino prima di prenderlo.

Dentro i rifugi per animali vige una regola fondamentale: affinché un’adozione abbia successo, si deve considerare sia la personalità dell’animale che quella del padrone. Se avete dei dubbi, potete accogliere il gatto per un periodo per conoscerlo meglio. 

5. Non fateli uscire a passeggio

Uno studio condotto in Italia, ha dimostrato che i gatti che non hanno accesso all’esterno e che stanno dentro casa tutto il giorno, sono più affettuosi e docili con le persone di quelli che possono uscire a passeggio.

Una delle cause si attribuisce al fatto che i felini che escono preferiscono svolgere delle attività di notte e dormire durante il giorno, invece di interagire con la loro famiglia. Invece, quelli che stanno sempre dentro casa dormono la notte e di giorno giocano con i padroni.

Questi sono solo alcuni degli studi sul comportamento animale. Se seguirete questi consigli, diventerete amici dei gatti.