Gli animali che si possono vedere in Africa

· 4 ottobre 2018

Sebbene l’Africa sia nota per essere il continente più povero del mondo, è uno dei più ricchi per quanto riguarda il patrimonio naturale, specialmente se parliamo della fauna selvatica. Ci sono moltissimi animali che si possono vedere in Africa e molti di questi sono endemici. Ovvero, non potrete trovarli in nessun altro posto al mondo. In questo articolo, vi guideremo alla scoperta degli esemplari più rappresentativi ed interessanti.

Gli animali più belli da vedere in Africa

Senza dubbio, ci sono molti animali che vale la pena vedere almeno una volta nella vita, nel loro ambiente naturale, ovviamente.

Se state programmando un viaggio in Africa e volete sapere quali sono, non perdetevi l’opportunità di conoscerli meglio grazie a questo speciale elenco che abbiamo creato appositamente per voi:

Leone

È conosciuto come il re della savana, dato che non ha predatori e può sconfiggere qualsiasi avversario. Potreste averne visto uno in qualche zoo quando eravate piccoli, ma osservare un leone nel suo habitat naturale sarà un’esperienza indimenticabile.

Leone africano riposa all'ombra

Un animale selvatico possente e nobile, che viene davvero voglia di accarezzare e coccolare. Peccato che non sia possibile: solamente il suo ruggito fa gelare il sangue!

Giraffa

La giraffa è un animale molto calmo e, inoltre, è molto curioso. Potrebbe anche avvicinarsi a voi se avete qualcosa di buono da offrirgli da mangiare. 

Giraffe incrociano i loro colli per l'accoppiamento

Elefante

L’Africa non è l’unico posto al mondo dove è possibile vedere degli elefanti, ma è l’unico posto in cui si può incontrare la specie africana, la più grande. Questi enormi pachidermi hanno una mole incredibile, orecchie grandi e zanne che impongono rispetto.

Vivono in foreste, giungle e savane, di solito vicino a un corso d’acqua dove possono fare il bagno, bere e a anche giocare. Cosa c’è di meglio di spruzzare acqua con la proboscide, per mitigare l’arsura del caldissimo sole africano?

Mamma e cucciolo di elefante

Leopardo

Ce ne sono molti nel continente, ma non sono così facili da vedere, soprattutto perché passano la maggior parte del loro tempo sugli alberi, che per loro fungono da vera e propria torre di avvistamento. La pelle vellutata di questo straordinario felino, il suo aspetto dolce e apparentemente innocuo, e la sua agilità, da sempre conquista e affascina l’uomo.

Ghepardo

Rinoceronte

‘Animale depresso’ è il nome dato da molte tribù indigene a questa specie che sembra sempre con il morale a terra. Il rinoceronte è solitario e non molto socievole, quindi di solito non tollera la presenza di umani che si aggirano nelle vicinanze.

Rinoceronte bruca l'erba

Gorilla di montagna

Questa, purtroppo, è una specie in pericolo di estinzione, poiché si ritiene che ne siano rimasti al mondo appena 720 esemplari. Pertanto, è difficile vederli, anche se accettate di imbarcarvi in un’escursioni nel cuore della giungla di qualche stato dell’Africa Centrale. Dovrete correre dei rischi se volete vedere un animale così insolito.

Gorilla di montagna seduto tra le fronde

Ippopotamo

Pochi animali hanno suscitano tanta tenerezza nei bambini, come questa. Nonostante non sia un tenero peluche, la sua presenza calma e il suo aspetto dolce hanno sempre colpito l’immaginario collettivo. Come curiosità, vi diremo che nonostante le sue dimensioni e la sua tranquillità sono in grado di correre a 32 km/h. Incredibile, vero? Inoltre, sono animali violentissimi e aggressivi, possono caricare appena si sentono in pericolo e usano i possenti denti per provocare ferite letali.

Ippopotamo in acqua

Coccodrillo del Nilo

Forse non è l’animale più venerato o ricercato in un viaggio, ma vale la pena conoscerlo e vederlo da vicino. Beh, non da troppo vicino, ma in uno dei safari organizzati nel continente potrete sicuramente scorgere quella che, fino ad oggi, è la sottospecie più grande del suo genere.

Coccodrillo del Nilo

Zebre

Le zebre sono uno degli animali più curiosi che esistano, perché sembra che il loro manto sia l’opera di un pittore distratto. Un essere vivente che ricorda un cavallo, bello e docile, che condivide ampi territori con altri animali erbivori, dovendosi sempre guardare dai felini più affamati e potenti.

Zebre al pascolo

Sebbene sia possibile vederle in libertà, la maggior parte degli esemplari si trova nei parchi e nelle riserve naturali, una ragione mossa dall’obiettivo di preservarne la specie.

È triste pensare che molte di queste specie stanno scomparendo dal nostro pianeta, per colpa di un unico predatore comune: l’uomo. Ricchezza, potere e interessi commerciali hanno fatto sì che la natura perdesse molti dei suoi figli prediletti. Una catastrofe che deve e può essere fermata il prima possibile, con una maggiore consapevolezza e, ovviamente, l’aiuto di tutti.