Gli artisti che trasformano le opere d'arte in opere feline

15 settembre, 2017

Il museo Hermitage di San Pietroburgo ospita da diversi anni 70 gatti che si prendono cura delle opere d’arte. E ci sono 3 persone che si prendono cura di loro con anima e corpo. Tuttavia questi gatti, oggi, sono diventati qualcosa di più che semplici guardiani.

Eldar Zakirov, un artista russo, ha voluto inserire musi di gatti in famose opere d’arte, creando un’opera innovativa e pionieristica. Volete conoscere la sua storia?

L’artista che trasforma opere d’arte in opere feline

I disegni di questi gatti sono una rappresentazione del lavoro di pittori russi ambientati due secoli fa.

I mici indossano abiti dell’epoca. Zakirov ha studiato attentamente affinché ogni piccolo dettaglio fosse in armonia con l’epoca a cui appartiene il dipinto. Tra questi ci sono alcuni dei più famosi zar della storia.

Zakirov è stato molto accurato nel riprodurre il muso e i tratti dei gatti. Così ha fatto in modo che tutti fossero più somiglianti possibile alle loro opere d’arte. Tra i dipinti che Zakirov ha stravolto abbiamo il Cameriere della Corte dell’Hermitage o il Conducente di Carrozze dell’Hermitage.

Questi gatti hanno vissuto nel museo da quando il noto zar Pietro I il Grande portò al palazzo un gatto dall’Olanda. Sua figlia Elisabetta si innamorò della bellezza di questo animale e ordinò di portarle i migliori e più grandi felini di Kazán. Essi sarebbero stati incaricati di mantenere l’edificio e le stanze libere dai topi e da altri roditori.

Con il tempo, questi felini smisero di cacciare i topi e diventarono un’attrattiva turistica del museo. Sono noti a tutti e i membri del museo li curano, li alimentano, giocano con loro e cercano anche delle famiglie che li adottino.

Con le opere d’arte di Kazirov, i gatti dell’Hermitage sono ormai famosi in tutta la Russia. E non semplicemente per il fatto che vivono nel museo; adesso, col passare dei secoli, tutto il mondo li ricorderà.

Altri artisti che hanno modificato opere d’arte

opere d'arte con gatti
Fonte: www.infobae.com

Zakirov non è stato l’unico a trasformare opere d’arte famose in opere feline. Svetlana Petrova ha un gatto di nome Zarathustra. L’artista ha deciso di esprimere il suo amore per lui “infiltrandolo” in opere d’arte famose, come la Gioconda.

Quando è stato chiesto all’artista che cosa l’abbia spinta a fare una cosa simile, ha detto che, dopo la morte di sua madre, ha adottato il suo gatto. Zarathustra le ricorda la madre. Prendersi cura di lui l’ha aiutata a superare più facilmente la perdita.

Svetlana è un’artista professionista e si è occupata del progetto di Marc il gatto. Questo felino ha fatto da modello in un tour in tutta Europa. E così, un amico le chiese perché non provasse a fare qualcosa di simile con il suo stesso animale. Zarathustra è grasso, divertente e simpatico.

E fu così che ebbe l’idea. Innanzitutto, cominciò ad imitare la pittura olandese, nature morte, con alcune scatti di foto di cibo. Più tardi vi inserì Zarathustra con Photoshop.

Poi pensò di fare lo stesso con opere d’arte famose. Quando i suoi familiari, amici e altri galleristi le videro, Svetlana si rese conto di aver realizzato qualcosa di buono. Nonostante la prima reazione della gente sia quella di ridere, Svetlana fa anche sì che queste persone inizino a cercare le opere d’arte originali e possano così conoscerle.

Questa è un’iniziativa avviata in Russia che forse potrebbe spingere molti altri artisti a fare lo stesso, permettendo così di accrescere l’amore per l’arte, e naturalmente, per gli animali.

Fonte delle immagini www.infobae.com