Bambini che hanno paura degli animali: come aiutarli

24 febbraio, 2021
Il contatto con la natura ha un'influenza positiva sui bambini, ma che fare quando questi ultimi hanno una paura irrazionale degli animali? Ecco come possiamo aiutarli.

Il fatto che ci siano bambini che hanno paura degli animali non deve essere preso come un’inezia o una sciocchezza. I bambini, fin dall’infanzia, sviluppano spesso paure di cose che sono nell’ambiente, come i rumori forti, la paura degli animali o la paura della separazione.

Questi timori provocano nei bambini un’ansia che deve essere gestita correttamente per evitare lo sviluppo di altre problematiche, sia fisiche che psicologiche.

Nella società in cui viviamo, il bambino sarà costantemente esposto agli animali. Infatti, nelle città, oltre ai cani che camminano con i loro proprietari, ci possono essere gatti o uccelli selvatici. A causa di questo, un bambino sarà sempre esposto ad uno stress.

Imitazione, la forma di base dell’apprendimento

Gli uccelli e i mammiferi, compresi gli esseri umani, imparano per imitazione. Per esempio, i genitori ansiosi o che non gestiscono bene la frustrazione o la paura, trasmettono queste sensazioni ai loro figli.

Quindi, anche se non ci piacciono gli animali, o proviamo una certa paura nei loro confronti, non dovremmo mai mostrarlo ai nostri figli. Dovrebbero vederci sicuri e calmi in presenza di animali, dovrebbero vedere che li ignoriamo e non succede assolutamente nulla. Capiranno che non dobbiamo interagire per forza con persone o animali che non vogliamo.

Bambina con una capra.

Nessuna terapia d’urto per i bambini che hanno paura degli animali!

Se un bambino ha paura degli animali, non possiamo costringerlo a stare in presenza di un animale, tanto meno da vicino. Dobbiamo rispettare soprattutto il bambino. Poco a poco, dopo aver lavorato molto sulla paura e l’ansia nei confronti degli animali, possiamo essere in grado di avvicinarci a qualche animale.

Pertanto, quando arriva il momento giusto, se vogliamo che il nostro bambino sia a suo agio con i cani, dobbiamo sceglierne uno che sia calmo. Inoltre, presteremo attenzione a che non abbia l’intenzione di avvicinarsi troppo al bambino e invadere il suo spazio personale.

Non è consigliabile scegliere dei cuccioli in questo periodo, perché tendono ad essere più nervosi. Perciò, anche se noi li vediamo piccoli e adorabili, il bambino non li vedrà in questo modo.

Imparare il comportamento degli animali

Prima di entrare in contatto con gli animali, è meglio conoscerli meglio. Un bambino, ancora non sa esattamente cos’è un animale, che non sono esseri che devono farci del male, che hanno i loro sentimenti e le loro ragioni per agire in un modo o in un altro.

Per questo motivo, è una buona idea realizzare attività, insieme ai vostri bambini, con l’obiettivo di fargli conoscere di più il mondo animale. Per esempio, provate questi suggerimenti:

  • Guardate con loro dei documentari sugli animali.
  • Disegnate e fate dei lavoretti con tessuti che imitano la pelliccia animale, come il cotone o il velluto.
  • Leggete dei libri sugli animali, per imparare come si comportano e come dovremmo comportarci con loro.
Fare attività con i bambini che hanno paura degli animali.

Mai ridicolizzare le paure

Se un adulto, con un intelletto sviluppato ha paura degli aghi e va dal medico per farsi prelevare il sangue, non importa quanto il medico gli spieghi che non c’è pericolo e che non fa male. Alla sola vista di un ago, potrebbe svenire ugualmente.

Di conseguenza, dobbiamo capire che le paure sono importanti, non importa quanto per noi possano sembrare infantili. Non possiamo mai dire a un bambino che la sua paura è sciocca, perché per lui non lo è.

Supporto professionale per i bambini che hanno paura degli animali

Infine, non dovremmo mai percorrere la strada delle fobie da soli. Tutti questi consigli devono essere supervisionati da un professionista, che sarà la persona migliore per aiutare i bambini che hanno paura degli animali.

Ricordiamo che sottovalutare le paure è un errore. Dietro di loro, a volte, ci sono altri problemi non gestiti che possono portare a future psicopatie, disturbi o disordini.

Viviamo circondati da animali. Impariamo e continueremo a imparare innumerevoli cose da loro. Per cui, dobbiamo aiutare i bambini a superare queste paure in modo che possano godere anche loro della compagnia degli animali.

Grande, M. D. P. (2000). El miedo y sus trastornos en la infancia. Prevención e intervención educativa. Aula, 12.

Parrado, F. A. (2008). Ansiedad (aspectos conceptuales) y Trastornos de Ansiedad en niños y adolescentes. Módulo II, Universidad Autónoma de Barcelona.