Bambino vende skateboard per comprare medicine ad un cane randagio

23 gennaio, 2017

I bambini e gli animali domestici hanno un rapporto più che speciale. Al di là dell’amicizia e dei giochi tra loro che davvero ci scaldano il cuore, ci sono anche storie che vale la pena raccontare. Come, per esempio, quella di questo bambino che ha venduto il suo skateboard per comprare le medicine ad un cane randagio.

Un bambino compra le medicine per un cane randagio

La storia narrata in questo articolo si sviluppa nella provincia di Mendoza, nel sud dell’Argentina. Mauco è un bambino di 9 anni che, mentre giocava per strada, ha incontrato un cane randagio. Così lo ha portato a casa sua per offrirgli cibo e rifugio. Lo ha chiamato “Rocko”.

Il piccolo viveva da solo con sua madre e non avevano molte risorse economiche. Per questo motivo, Mauco divenne molto triste quando la mamma gli disse che non aveva soldi per pagare le medicine del suo nuovo amico, che era ferito ad una zampa.

Il bambino non si diede per vinto e trovò la soluzione per aiutare il suo cagnolino. Al ritorno da scuola, dopo una visita dal veterinario, ha chiesto a sua madre, Laura, di fargli usare il suo account Facebook. Poi, ha postato quanto segue:

“Ciao, sono Mauco, il figlio di Laura. Mi ha prestato il suo account Facebook perché io non ce l’ho. Guardate questo cagnolino che ho trovato per strada, è malato e ha una zampa rotta. Noi gli diamo da mangiare e gli facciamo il bagno, ma ha bisogno di medicine. Vendo il mio skateboard per poterlo portare dal veterinario. Se qualcuno è interessato, lasciate qui il numero e la mia mamma vi chiamerà. Grazie”.

Quello che Mauco non avrebbe mai immaginato è che molte persone avrebbero visto il messaggio, lo avrebbero pubblicato sulle loro bacheche e avrebbe ricevuto tanto sostegno. Grazie all’aiuto di estranei, il cane è stato curato per tempo ed è stato possibile salvargli la zampa. Inoltre, il bambino non ha dovuto vendere il suo skateboard per ottenere il denaro.

Ken, il bambino che ha fondato un rifugio per cani

Fonte: trome.pe
Fonte: trome.pe

La storia di Mauco non è l’unica che raccontiamo in questo articolo. Ce ne sono molte altre che ci scaldano il cuore e ci fanno credere nella solidarietà dei bambini. In questo caso vi parleremo di Ken, un bambino che a soli 9 anni è riuscito a fondare il suo rifugio per cani randagi, nelle Filippine.

Con l’aiuto di suo padre e di alcuni donatori che aveva contattato su internet, questo bambino ha realizzato il suo sogno. È riuscito a costruire delle case per cani abbandonati. Da alcuni mesi Ken aiutava tutti gli animali che vedeva per strada. Passava il tempo con loro, dava loro del cibo e faceva loro le coccole.

Il padre del bambino lo fotografò con due cani randagi e pubblicò la foto su internet per raccogliere fondi. Persone di tutto il mondo hanno iniziato ad aiutarlo. Hanno ricevuto cibo in scatola di alta qualità. Anche alcuni veterinari si sono offerti di assisterli gratis. Così, con il denaro delle donazioni, hanno costruito un rifugio temporaneo per tre animali, che furono chiamati Brownie, Blackie e White Puppy.

Nel garage di casa cominciò a funzionare “Il club degli animali felici”. I cani si riprendevano e le loro ferite venivano curate. Poco dopo hanno firmato un contratto, della durata di un anno, per affittare uno spazio vicino a casa dove i cani avrebbero potuto vivere meglio.

Il rifugio degli animali, senza fini di lucro, sarà operativo a breve. Ken mostra orgoglioso le foto dei suoi cani e dei progressi della famiglia che li sta realizzando. Inoltre, ha raccontato di aver ricevuto aiuto da tutte le parti del mondo, per esempio da un soldato che ha donato denaro in memoria del suo cane morto a 14 anni. Anche un gruppo di studenti degli Stati Uniti ha raccolto fondi da inviare al Club degli Animali Felici.

Fonte delle immagini: okchicas.com e trome.pe